Banca d’Israele: nessun aumento dei tassi ma previsioni economiche al ribasso

Nonostante l’economia scossa dalla guerra, la Banca Centrale di Israele ha mantenuto il tasso di interesse di riferimento al 4,75%.

ANNUNCIO

La Banca d’Israele ha mantenuto invariati i tassi di indebitamento a breve termine per la terza decisione consecutiva, come previsto lunedì, poiché i politici temono di riaccendere l’inflazione nonostante l’indebolimento dell’economia a causa della guerra di Israele contro Hamas.

La banca centrale ha mantenuto il tasso di riferimento al 4,75%, il livello più alto dalla fine del 2006. Aveva alzato i tassi 10 volte consecutive in un ciclo di inasprimento aggressivo che ha portato il tasso dallo 0,1% dello scorso aprile prima di fermarsi a luglio e di nuovo ad agosto.

Il tasso di inflazione è sceso al 3,8% a settembre dal 4,1% di agosto, rimanendo al di sopra dell’obiettivo annuale compreso tra 1 e 3%.

I funzionari hanno avvertito che i forti tagli dei tassi al momento indebolirebbero ulteriormente lo shekel che è già al minimo da 8 anni e mezzo rispetto al dollaro e spingerebbero verso l’alto l’inflazione.

Al fine di stabilizzare lo shaker, la Banca d’Israele annunciato un programma di vendere fino a 30 miliardi di dollari (28,24 miliardi di euro) in valuta estera e un programma per effettuare operazioni di swap fino a 15 miliardi di dollari sul mercato dei cambi.

Prospettive economiche in Israele

La banca riconosce che la guerra sta avendo diversi effetti economici, sia sull’attività reale che sui mercati finanziari. Tuttavia, dicono che quest’ultimo funziona e che gran parte dell’attività economica continua normalmente.

La Banca d’Israele ha rivisto le sue previsioni macroeconomiche, prevedendo una crescita del PIL del 2,3% nel 2023 e del 2,8% nel 2024, in calo rispetto al 3% in entrambi gli anni, assumendo che il conflitto sarà contenuto al confine meridionale del paese.

See also  Ice Norvegia passa all'IMS cloud-native di Mavenir su Red Hat OpenShift nell'ambito dell'espansione del progetto strategico

Leave a Comment