I pubblici ministeri cercano di accusare Alec Baldwin nelle riprese del film “Rust”: NPR

Alec Baldwin ha parlato con i giornalisti nel 2021 delle riprese della direttrice della fotografia Halyna Hutchins.

Immagini MEGA/GC


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Immagini MEGA/GC


Alec Baldwin ha parlato con i giornalisti nel 2021 delle riprese della direttrice della fotografia Halyna Hutchins.

Immagini MEGA/GC

I pubblici ministeri speciali affermano di voler presentare al Gran Giurì del New Mexico un procedimento penale contro Alec Baldwin per l’omicidio mortale del direttore della fotografia sul set del film Ruggine.

Baldwin è stato uno dei produttori del film western, che è stato girato in un ranch fuori Santa Fe nell’ottobre del 2021. Come attore, teneva in mano la pistola che è esplosa durante una prova. Baldwin ha puntato la Colt .45, che non avrebbe dovuto essere carica, direttamente verso la telecamera, e il proiettile che è partito ha ucciso la direttrice della fotografia Halyna Hutchins e ferito il regista Joel Souza.

Baldwin sostiene da tempo che non dovrebbe essere ritenuto responsabile della sparatoria. Ha detto alle autorità e ai giornalisti che ricorda di aver tirato indietro il cane della pistola, ma non il grilletto.

Cinque mesi fa, i pubblici ministeri speciali avevano ritirato le accuse di omicidio colposo contro di lui, dicendo che erano stati informati che la pistola avrebbe potuto essere stata modificata prima della sparatoria e non funzionare correttamente. Ma hanno lasciato aperta la possibilità di archiviare nuovamente il caso contro Baldwin.

Da allora, secondo quanto riferito, i pubblici ministeri hanno ricevuto una nuova analisi della pistola utilizzata.

“Dopo [an] indagini approfondite nel corso degli ultimi mesi, sono venuti alla luce ulteriori fatti che riteniamo dimostrino che il signor Baldwin ha una colpevolezza criminale nella morte di Halyna Hutchins e nell’omicidio di Joel Souza,” si legge in una dichiarazione degli avvocati Kari T. Morrissey e Jason J Lewis: “Crediamo che la linea d’azione appropriata sia quella di consentire a un gruppo di cittadini del New Mexico di determinare da qui se il signor Baldwin debba essere trattenuto per un processo penale.”

See also  Mercato azionario oggi: le azioni mondiali crollano dopo il ritorno del mercato obbligazionario a Wall Street

Gli avvocati di Baldwin, Luke Nikas e Alex Spiro hanno risposto alla notizia con un proprio comunicato. “È un peccato che una terribile tragedia si sia trasformata in questo procedimento giudiziario fuorviante”, hanno scritto. “Risponderemo a qualsiasi accusa in tribunale.”

Nel frattempo, l’armaiolo del film, Hannah Gutierrez Reed, sarà processato a febbraio. Si è dichiarata non colpevole di omicidio colposo e manomissione delle prove nel caso.

La primavera scorsa, l’assistente alla regia del film e coordinatore della sicurezza David Halls ha dichiarato di non contestare l’uso non sicuro di un’arma da fuoco e ha ricevuto una pena sospesa di sei mesi di libertà vigilata.

La saga legale continua da anni; Tra gli altri colpi di scena, il procuratore speciale iniziale e il procuratore distrettuale si sono dimessi entrambi. Il vedovo del direttore della fotografia, Matthew Hutchins, ha ritirato una causa per omicidio colposo contro Baldwin. Come parte dell’accordo, è stato nominato produttore esecutivo di Ruggine. Le scene rimanenti del film si sono concluse nel Montana a maggio.

Leave a Comment