Reserve Bank of India: le pressioni inflazionistiche dal lato dell’offerta nei settori chiave avranno bisogno di maggiori risposte politiche: Shashanka Bhide, membro del MPC

Le pressioni sui prezzi dal lato dell’offerta in settori cruciali come il petrolio richiederanno risposte politiche più coordinate, soprattutto dopo l’avvento del conflitto militare nell’Asia occidentale, Shashanka Bhide, membro del Comitato di politica monetaria (MPC) della Reserve Bank of India (RBI) , dice Bhaskar Dutta di ET. Secondo Bhide, i rischi al rialzo dell’inflazione sarebbero un fattore da considerare per le future decisioni politiche. Estratti modificati:

Nei verbali dell’ultima riunione del MPC avete messo in guardia sulla vulnerabilità dell’inflazione core agli shock dei prezzi del petrolio. Il contesto di nuove tensioni geopolitiche esercita pressioni sul MPC affinché segnali una politica monetaria restrittiva per un periodo più lungo?

Le pressioni sui prezzi dal lato dell’offerta in settori cruciali come il petrolio richiederanno una risposta politica più concertata. I rischi al rialzo, che potrebbero non essere a breve termine, costituirebbero un fattore determinante nelle azioni di politica monetaria. Hai segnalato preoccupazioni legate alla distribuzione non uniforme delle precipitazioni. Se i risultati meteorologici della stagione della rabbia non fossero in linea con le aspettative, sarebbero necessari ulteriori aumenti dei tassi per controllare l’inflazione?
La preoccupazione riguarderebbe il fronte della produzione che potrebbe avere implicazioni sui prezzi. Se l’alto tasso di inflazione alimentare fosse su base ampia, susciterebbe preoccupazione in termini di implicazioni sull’inflazione complessiva. Le opzioni di politica commerciale e la distribuzione dalle scorte limiterebbero l’impatto delle interruzioni dell’offerta interna. Le sole azioni di politica monetaria non costituirebbero l’opzione migliore a meno che non vi siano pressioni inflazionistiche più generalizzate.

Lei ha affermato che il modello di crescita continua a essere disomogeneo tra i settori. In che modo il MPC bilancerebbe la necessità di creare condizioni favorevoli alla crescita combattendo al tempo stesso l’inflazione?
È necessario accelerare la crescita in tutta l’economia. Le deboli esportazioni rappresentano attualmente un ostacolo. Anche la crescita dei consumi è moderata. Mantenere l’inflazione a un livello basso aiuterà a raggiungere uno slancio di crescita più elevato. In questo frangente è importante concentrarsi sul mantenimento della stabilità dei prezzi per raggiungere una crescita sostenuta in grado di bilanciare la debole domanda esterna.

See also  CFTC e FTC fanno causa all'ex CEO di Voyager Digital

La trasmissione incompleta degli aumenti dei tassi rimane un aspetto chiave sottolineato dall’MPC. Ciò si traduce nella necessità per le banche di completare la trasmissione degli aumenti dei tassi attraverso depositi e prestiti o l’MPC è preoccupato anche per la trasmissione nei mercati finanziari?
Sono più preoccupato per l’impatto complessivo sulle condizioni della domanda, che deriverebbe dai tassi sui prestiti e sui depositi. Considerati i balzi inaspettatamente bruschi dell’inflazione nei mesi di luglio e agosto, esiste il rischio che le aspettative di inflazione delle famiglie diventino disancorate?
Anche se la fiducia dei consumatori sembra essere stata influenzata dall’inflazione di luglio-agosto, il suo impatto sulle aspettative per l’anno prossimo non è stato negativo. In questo senso, l’attuale episodio di impennata dei prezzi non ha influenzato negativamente le aspettative di inflazione.

Leave a Comment