Disuguaglianza di reddito in Europa: quali paesi hanno il reddito disponibile più alto e quello più basso?

Le differenze significative nel reddito disponibile in tutta Europa evidenziano la portata della disuguaglianza nel continente, con gli stati occidentali e nordici che hanno un reddito disponibile in media più elevato rispetto a molti paesi del sud e dell’est.

ANNUNCIO

Secondo il Legatum Prosperity Index 2023, due terzi dei paesi più ricchi del mondo si trovano in Europa, ma la disuguaglianza di reddito è diffusa in tutto il vecchio continente.

Il reddito familiare medio accantonato per la spesa e il risparmio varia considerevolmente, non solo tra gli Stati membri dell’UE, ma anche in altri paesi europei.

Sembra esserci un chiaro divario geografico: i livelli più alti di reddito disponibile medio sono stati registrati nei paesi occidentali e nordici, mentre i livelli sono più bassi nella maggior parte degli stati meridionali e orientali.

L’accesso a beni e servizi in un Paese dipende in gran parte dalla distribuzione del reddito, che varia ampiamente, causando disuguaglianze.

Può essere difficile confrontare con precisione i livelli di reddito disponibile dei paesi a causa dei diversi regimi fiscali e livelli di prezzo.

Un modo per misurare e confrontare le differenze, tuttavia, è osservare il reddito disponibile equivalente mediano per abitante nello standard di potere d’acquisto (SPA) in ciascun paese, che dà un’idea del tenore di vita.

Il reddito disponibile delle famiglie è ciò che le famiglie hanno a disposizione per spendere e risparmiare al netto delle tasse e dei trasferimenti, come definito da Eurostat, l’ufficio statistico dell’UE. Questo reddito è “equivalente” – adeguato alla dimensione e alla composizione del nucleo familiare – per renderlo comparabile tra tutti i nuclei familiari.

Il PPS nel frattempo aiuta a rendere i prezzi comparabili tra i paesi. Si tratta di una sorta di moneta artificiale che elimina le differenze di livello dei prezzi, rendendo un singolo SPA in grado di acquistare lo stesso bene o servizio in qualsiasi Paese.

See also  Il marito dell'ex primo ministro norvegese evita le indagini della polizia sulle transazioni azionarie

Tenendo questo a mente, quali paesi hanno il reddito disponibile più alto e quello più basso in Europa? E quanto è diffusa la disuguaglianza dei redditi?

Nel 2022, il reddito disponibile mediano per abitante nell’UE variava da 9.671 SPA in Bulgaria a 33.214 SPA in Lussemburgo. La media UE era di 18.706 SPA per abitante.

Includendo l’Area europea di libero scambio (EFTA) e i paesi candidati all’UE, il Lussemburgo è stato seguito da Norvegia (27.090 PPS) e Svizzera (26.389 PPS). Questa cifra era leggermente superiore a 25.000 SPA anche nei Paesi Bassi e in Austria.

I paesi nordici sono al di sopra della media UE ma non riescono a raggiungere il primo posto

Il reddito disponibile mediano per abitante era superiore alla media dell’UE in cinque paesi nordici.

Mentre la Norvegia si è classificata seconda, nessuno degli altri è riuscito a entrare tra i primi cinque.

La Finlandia (20.941 SPA) si è classificata al 10° posto e la Svezia (20.573 SPA) si è posizionata al 13° posto sui 35 paesi presenti nella lista.

Islanda e Danimarca sono arrivate rispettivamente al 7° e 8° posto.

Divisione tra i Big Four

Considerando i quattro paesi più popolati dell’UE, il reddito disponibile mediano era superiore alla media UE in Germania (23.197 SPA) e Francia (20.575 SPA), mentre era inferiore in Italia (18.472 SPA) e Spagna (17.254 SPA).

La Croazia, l’ultimo paese ad aderire all’UE, aveva un reddito disponibile medio più elevato rispetto a sei paesi dell’UE.

Come si vede nella mappa sopra, i paesi dell’Europa occidentale e nordica hanno riportato i livelli più alti di reddito disponibile medio, mentre la maggior parte degli stati del sud e dell’est hanno livelli più bassi.

ANNUNCIO

I paesi candidati avevano i redditi più bassi

I paesi candidati all’adesione all’UE hanno il reddito disponibile medio più basso della lista.

See also  Borsa oggi: le azioni asiatiche crollano per le preoccupazioni della Cina, le contrattazioni di Seul sono chiuse per ferie

L’Albania (4.385 SPA) è arrivata in fondo, seguita dalla Macedonia del Nord (5.988 SPA) e dalla Turchia (6.210 SPA).

La disuguaglianza dei redditi si approfondisce

Se si considera il reddito in euro anziché in SPA, i livelli di disuguaglianza dei redditi in tutta Europa appaiono particolarmente evidenti.

L’intervallo del reddito disponibile medio per abitante variava da 5.378 euro in Bulgaria a 45.310 euro in Lussemburgo nell’UE nel 2022. Il reddito disponibile mediano per l’UE nel suo insieme era di 19.083 euro.

La cifra è stata superiore a 35.000 euro in cinque paesi, vale a dire Svizzera (44.753 euro), Islanda (39.918 euro), Norvegia (39.206 euro) e Regno Unito (37.934 euro), oltre al Lussemburgo.

ANNUNCIO

Si attestava a 25.000 euro in Germania e a 23.053 euro in Francia.

Forse non sorprende che il reddito disponibile medio in euro fosse considerevolmente più basso nei paesi candidati all’UE: 3.000 euro in Albania, Turchia e Macedonia del Nord.

Come è cambiato il reddito disponibile negli ultimi cinque anni?

Diversi paesi hanno aumentato significativamente il loro reddito disponibile medio pro capite in euro negli ultimi cinque anni, se si considera l’aumento percentuale.

È aumentato di oltre il 40% in nove Stati membri dell’UE e due paesi candidati tra il 2017 e il 2022, secondo gli ultimi dati disponibili negli ultimi cinque anni. La variazione è stata del 17% per l’UE nel suo insieme.

La Romania ha registrato l’aumento più elevato con il 101%, seguita da Serbia (68%) e Lituania (66%).

ANNUNCIO

La variazione percentuale nei paesi in cui il reddito disponibile mediano era superiore alla media dell’UE ha registrato movimenti molto limitati, come l’1% in Svizzera, il 2% in Norvegia e il 5% sia in Francia che in Svezia.

See also  Rifinanziare o rinnovare? Come scegliere quando il rinnovo del mutuo crea shock adesivo

Il reddito disponibile mediano è diminuito solo in Turchia

La Turchia è stato l’unico paese che ha visto diminuire il suo reddito disponibile medio, in particolare del 27%, ovvero di 1.000 euro.

Se si considerano le variazioni in euro anziché in percentuale, il Lussemburgo (8.995 euro) ha registrato l’aumento più elevato, seguito dall’Irlanda (6.181 euro) e dai Paesi Bassi (5.976 euro).

L’aumento medio nell’Ue è stato di 2.802 euro, mentre è aumentato di 3.080 euro in Germania e di 1.093 euro in Francia.

Leave a Comment