Elefante muore allo zoo di St. Louis dopo che un cane disturba la mandria: NPR

L’elefante asiatico Rani, visto dopo un bagno allo zoo di St. Louis nel 2017, è morto venerdì.

Ray Meibaum/Lo zoo di St. Louis


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Ray Meibaum/Lo zoo di St. Louis


L’elefante asiatico Rani, visto dopo un bagno allo zoo di St. Louis nel 2017, è morto venerdì.

Ray Meibaum/Lo zoo di St. Louis

Rani, una femmina di elefante asiatico allo zoo di St. Louis, è morta inaspettatamente dopo che un cane che correva libero ha agitato la sua mandria, hanno detto i funzionari dello zoo.

La 27enne, madre di tre figli, è morta una settimana fa.

“Siamo assolutamente devastati. Chiediamo il pensiero e il sostegno della comunità durante questo momento difficile”, ha detto martedì Michael Macek, direttore dello zoo, in un comunicato stampa. “Il nostro team di esperti professionisti nella cura degli animali ha fatto tutto il possibile, ma non siamo riusciti a salvare Rani.”

Nel pomeriggio del 13 ottobre, un cagnolino è entrato nello zoo e si è fatto strada vicino all’habitat degli elefanti, secondo lo zoo. La squadra di Elephant Care ha lavorato per catturare il cane, ma la sua presenza ha causato l’agitazione di un elefante che si trovava fuori dalla stalla.

Rani era in casa a cenare in quel momento e non ha mai visto il cane.

Ma i membri della cura degli elefanti “hanno osservato Rani agitarsi in reazione alle vocalizzazioni del branco. Hanno visto Rani girare in cerchio e vocalizzare, il tutto in un periodo molto breve, prima di crollare”.

See also  "Mika" diventa il primo CEO al mondo di robot con intelligenza artificiale simile a quella umana

Un’autopsia ha rilevato cambiamenti preesistenti nel cuore dell’elefante. Non è noto se i cambiamenti siano stati un fattore nella sua morte, si legge nel comunicato stampa dello zoo, e sono in corso ulteriori test.

Secondo lo zoo il cane è stato consegnato ad un rifugio. Non è stato subito chiaro come il cane fosse entrato nello zoo.

Rani e sua madre Ellie sono arrivate allo zoo nel 2001, su raccomandazione dell’Association of Zoos & Aquariums Asian Elephant Species Survival Plan, che mira a gestire la popolazione di elefanti asiatici del Nord America e massimizzare la loro salute e diversità genetica, ha detto lo zoo.

Ellie, 52 anni, vive ancora allo zoo, insieme ad altri sette elefanti in una famiglia di tre generazioni.

“Rani era un membro speciale di questo gruppo familiare di elefanti”, ha detto Katie Pilgram-Kloppe, che gestisce l’area River’s Edge dello zoo dove vivono gli elefanti. Rani amava giocare con le sue sorelle, ha aggiunto, ed era nota per emettere “un cigolio unico che imita anche sua figlia Jade”.

Il resto del branco si è calmato rapidamente e sta bene, ha detto lo zoo.

Secondo il World Wildlife Fund, la popolazione di elefanti asiatici selvatici è inferiore a 50.000. La perdita di habitat e il bracconaggio rappresentano le maggiori minacce per le specie in via di estinzione.

Leave a Comment