I residenti dell’Arkansas protestano per l’aumento dei problemi legati al mining di criptovalute, il senatore cerca la risposta del governatore

Fonte: Pixabay

Un senatore dello stato americano dell’Arkansas sta cercando risposte dall’ufficio del governatore poiché si registra un aumento della protesta per le miniere di criptovaluta indesiderate nelle piccole città di tutto lo stato.

Secondo il notiziario locale Katv, i residenti di Mountain Pine si sono lamentati del rumore “dannatamente forte” proveniente da un nuovo impianto di mining di criptovalute nella contea di Garland.

“È semplicemente dannatamente forte. Fan acuti, ecco cosa si sente”, ha detto Gary Muston, un residente che vive dall’altra parte della strada rispetto all’impianto minerario. Alcuni residenti si sono lamentati del fatto che il rumore può essere sentito fino a quattro o cinque miglia di distanza.

Di conseguenza, secondo quanto riferito, il parlamentare dell’Arkansas, il senatore Bryan King, sta cercando una risposta alle proteste dei residenti. King ha richiesto i documenti relativi alle miniere di criptovalute nella località al membro dello staff dell’ufficio del governatore, il direttore legislativo Jamie Barker.

Secondo un altro recente rapporto di Katv, all’inizio di quest’anno è stata approvata una legge che accoglie le attività di mining di criptovalute nello stato e impedisce in gran parte al governo locale di regolamentare le miniere di criptovalute.

La legge, denominata Act 851, rileva che le attività di crypto mining possono operare in questo stato se rispetta la legge statale relativa alle linee guida aziendali e alle politiche fiscali, all’ordinanza sulla sicurezza delle operazioni e alle leggi statali sull’occupazione.

King ha chiesto l’abrogazione della legge 851

Il mese scorso, King aveva chiesto di abrogare la legge durante la sessione speciale di settembre, citando le preoccupazioni della gente del posto. Tuttavia, la sua mozione è stata respinta.

See also  Ad ottobre i minatori hanno venduto più Bitcoin di quelli coniati

King ha osservato che l’ufficio del governo ha negato la sua richiesta sostenendo che la sua richiesta è esentata dalla legge del Freedom of Information Act dell’Arkansas. Ha anche aggiunto che Jamie Barker non lo ha invitato a un incontro con altri colleghi della contea, in cui si discuteva di questioni di mining di criptovalute nello stato.

“È uno di quelli che hanno avuto una riunione [with county officials] qui di recente a cui non sono stato invitato. Sai, sembra che sia lui quello che penso debba essere quello che risponde alle domande.

La sessione speciale di settembre non ha discusso la questione del mining di criptovalute nello stato, King ha criticato il governatore.

“Dobbiamo avere risposte sul motivo per cui stanno ostacolando il tentativo di abrogare questo e dare alle città e alle contee il diritto di poter decidere cosa vogliono”.

In seguito alle sue domande, il direttore della comunicazione del governatore, Alexa Henning, ha risposto in una dichiarazione che l’ufficio pone al primo posto la sicurezza e l’incolumità degli abitanti dell’Arkans.

“Questo è esattamente il motivo per cui il governatore ha convertito in legge numerosi progetti di legge, durante la sua prima sessione legislativa, per proteggere lo Stato dalla nefasta influenza straniera”, ha aggiunto Henning.

Leave a Comment