Il CDC non emetterà più carte di vaccinazione COVID-19: NPR

Josie Murdoch, 9 anni, tiene la sua tessera di vaccinazione presso il Chapel Hill Pediatrics and Adolescents dopo essere stata vaccinata con il vaccino Pfizer per il bambino COVID-19 a Chapel Hill, Carolina del Nord, giovedì 4 novembre 2021.

Gerry Broome/AP


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Gerry Broome/AP


Josie Murdoch, 9 anni, tiene la sua tessera di vaccinazione presso il Chapel Hill Pediatrics and Adolescents dopo essere stata vaccinata con il vaccino Pfizer per il bambino COVID-19 a Chapel Hill, Carolina del Nord, giovedì 4 novembre 2021.

Gerry Broome/AP

Il CDC non emetterà più carte di vaccinazione COVID-19, ha affermato l’agenzia nella guida aggiornata mercoledì.

Inoltre, non conserverà i registri delle vaccinazioni delle persone, poiché non esiste un registro nazionale dei vaccini.

Gli individui possono ricevere una copia digitale o cartacea dei loro dati completi sulle vaccinazioni, compresi quelli per COVID-19, contattando il sistema informativo sulle immunizzazioni del dipartimento sanitario statale. Anche i fornitori di vaccinazioni conservano tali registri.

Durante la pandemia di COVID-19, molti luoghi, come luoghi di intrattenimento, ristoranti e datori di lavoro, hanno iniziato a richiedere alle persone di mostrare la propria tessera vaccinale per poter entrare o essere assunti.

Secondo l’Associated Press, il CDC ha emesso 980 milioni di carte tra il 2020 e maggio 2023.

Il Dipartimento di Giustizia ha avvertito il pubblico che fare copie false delle carte è illegale e punibile secondo la legge federale.

I pubblici ministeri locali hanno iniziato a reprimere le persone che producevano copie false e vergini delle carte. In un caso, un uomo californiano è stato arrestato e accusato di furto d’identità, falsificazione di documenti governativi e falsificazione di cartelle cliniche.

See also  Titoli verdi in rosso: il settore delle energie rinnovabili crolla mentre gli investitori ritirano miliardi

In un altro, a Una donna del New Jersey è stata accusata di offerta di uno strumento falso, possesso criminale di uno strumento contraffatto e cospirazione per la presunta vendita di false tessere di vaccinazione COVID-19 su Instagram.

Un ex dipendente del CVS a New York è stato sorpreso con le tessere di vaccinazione COVID-19 che intendeva consegnare a familiari e amici. I legislatori di New York hanno quindi ritenuto un reato falsificare o avere documenti di vaccinazione falsi.

Leave a Comment