la banca cerca guadagni ricchi in un contesto di concorrenza sempre più intensa

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Le fila dei ricchi si sono ridotte lo scorso anno. Ciò non significa necessariamente che i gestori patrimoniali come UBS abbiano meno nelle loro casse.

Tra i clienti persiste un clima di cautela, secondo il suo capo Sergio Ermotti. Ma martedì la banca svizzera ha mantenuto un tono ottimista. Le azioni sono aumentate fino al 4%, poiché nel terzo trimestre hanno registrato un afflusso più forte del previsto nella sua divisione di gestione patrimoniale.

L’acquisizione da parte di UBS di Credit Suisse per 3,3 miliardi di dollari a marzo potrebbe essere stata uno spunto per la partenza di massa di clienti scontenti. Ma l’unità patrimoniale ha registrato afflussi netti per 22 miliardi di dollari, con l’attività di Credit Suisse Wealth Management che ha registrato i suoi primi afflussi netti trimestrali dall’inizio del 2022.

Sì, i clienti se ne sono andati. Ma la banca ne ha attirati indietro alcuni, conquistando nuovi clienti e più affari da quelli esistenti. La partenza di 500 relationship manager ha finora comportato una perdita di soli 20 miliardi di dollari di asset in gestione, lo 0,5% del totale.

Garantire la fedeltà dei clienti non è economico. Il loro denaro viene incanalato in prodotti ad alto rendimento più velocemente di prima. Ciò ha ridotto il reddito da interessi netti del ramo di gestione patrimoniale del 3% nel corso del trimestre.

Stai vedendo un’istantanea di un grafico interattivo. Ciò è molto probabilmente dovuto al fatto che sei offline o che JavaScript è disabilitato nel tuo browser.

Stai vedendo un’istantanea di un grafico interattivo. Ciò è molto probabilmente dovuto al fatto che sei offline o che JavaScript è disabilitato nel tuo browser.

Stai vedendo un’istantanea di un grafico interattivo. Ciò è molto probabilmente dovuto al fatto che sei offline o che JavaScript è disabilitato nel tuo browser.

Nonostante le sue dimensioni, i rivali girano in cerchio. Citigroup ha fatto della crescita del proprio business patrimoniale una priorità strategica. Morgan Stanley, già il più grande gestore patrimoniale, si sta spingendo sempre più nel mercato. L’amministratore delegato uscente James Gorman ha promesso di triplicare il patrimonio gestito portandolo a 20mila miliardi di dollari.

Il patrimonio globale investito di UBS, pari a 3,6 trilioni di dollari, la colloca ben al di sotto del suo rivale più apprezzato Morgan Stanley. L’acquisto del Credit Suisse aggiungerà miliardi di dollari al capitale proprio. Ma da allora il valore contabile di UBS a 0,9 sta colmando il divario con l’1,4 volte di Morgan Stanley. Il prezzo delle azioni UBS ha registrato un andamento molto positivo nell’arco di sei mesi, in rialzo del 28%. Il suo rivale è diminuito.

La scala ha dei vantaggi. Grazie al potenziamento, UBS dovrebbe raggiungere una maggiore efficienza operativa e un maggiore potere di fissazione dei prezzi. Meglio catturare una parte maggiore dell’aumento del 53% dei clienti nel club da oltre 50 milioni di dollari dal 2017. Questi risultati trimestrali suggeriscono che avrà successo.

La nostra popolare newsletter per gli abbonati premium viene pubblicata due volte a settimana. Mercoledì analizzeremo un tema caldo da un centro finanziario mondiale. Venerdì analizzeremo i grandi temi della settimana. Per favore iscriviti Qui.

See also  Prestiti personali: gli istituti di credito preferiscono ancora la classe salariata rispetto ad altre

Leave a Comment