L’ascesa e la sfida di Lido Finance nel mondo della DeFi

LIDO DI PICCO? Mentre Ethereum passava, nell’ultimo anno, a una blockchain proof-of-stake perfettamente funzionante, gli osservatori di mercato hanno raccontato l’incredibile ascesa di Lido Finance, che di fatto consente agli investitori di mettere in staking il proprio ether (ETH) – e quindi guadagnare ricompense, rendimenti – ottenendo allo stesso tempo un token, stETH, che possono scambiare nel frattempo. Per molti, questa combinazione si è rivelata più interessante del lavoro tecnicamente ingombrante di impostare un validatore e bloccare ETH nella blockchain principale. Il problema ora è che Lido è diventato troppo popolare, scontrandosi con la soglia del 33% del totale di ETH investiti, dove il progetto potrebbe teoricamente minacciare la maggioranza assoluta del 67% necessaria per finalizzare le transazioni. Ora, ci sono segnali di opposizione da parte della comunità cripto, così come crescenti difficoltà per Lido nel gestire un’operazione così estesa. Alla fine della scorsa settimana, si è chiusa la votazione tra i membri della comunità della rete Arbitrum su come allocare un programma di incentivi di 50 milioni di token ARB (per un valore di circa 40 milioni di dollari), e a Lido è stata respinta la sua richiesta per 4 milioni di ARB – vista come un’espressione di protesta . “Il sistema immunitario di Ethereum si sta svegliando”, ha pubblicato su X Evan Van Ness, editore di Week in Ethereum News. I difensori di Lido si affrettano a sottolineare che il protocollo ha semplicemente sfruttato al massimo gli incentivi e l’innovazione blockchain, e che il la vera minaccia proviene ancora da attori più centralizzati, come i grandi scambi di criptovalute. “Il nocciolo della questione è che Lido ha, ed è fortemente incentivato (come rivelato dalla loro crescita) ad agire in modo responsabile, e la sua presenza eleva la decentralizzazione di Ethereum, non contamina”, secondo un rapporto Messari. Ma ci sono anche problemi operativi. Lido ha dovuto spiegare in un’analisi post mortem la scorsa settimana perché 20 dei suoi validatori Ethereum sono stati recentemente “tagliati” o penalizzati: “La causa principale del taglio si riduce all’esecuzione di procedure di fallback non ottimali durante problemi di connettività del data center”. Capito? C’è stata anche la notizia che Lido ha deciso di chiudere un servizio di staking separato sulla blockchain di Solana; era semplicemente troppo costoso, con un investimento di 700.000 dollari nel budget 2022-2023 e solo 220.000 dollari di entrate. “È stato ritenuto necessario per il successo del più ampio ecosistema del protocollo Lido”, hanno scritto gli sviluppatori del progetto in un post. Il ricorso al laccio emostatico potrebbe essere un raro segno di debolezza da parte del singolo progetto di maggior successo in tutta la DeFi.

See also  La divisione Reality Labs di Meta segnala una perdita inaspettata di 3,7 miliardi di dollari nel terzo trimestre

Leave a Comment