Biden sostiene Israele sull’esplosione all’ospedale di Gaza; Israele dice che non impedirà gli aiuti a Gaza dall’Egitto

Israele afferma che non impedirà agli aiuti di entrare a Gaza attraverso l’Egitto dopo un paralizzante assedio durato giorni sul territorio palestinese che ha tagliato le forniture vitali. L’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato in un comunicato che la decisione è stata presa alla luce di una richiesta del presidente Biden, che ha visitato Israele mercoledì.

Gli aiuti dall’Egitto devono consistere solo di cibo, acqua e medicine per i civili nel sud di Gaza e saranno consentiti finché le forniture non andranno ad Hamas, che governa Gaza, ha detto l’ufficio di Netanyahu. Israele ha detto che non consentirà l’ingresso di aiuti a Gaza attraverso il proprio confine finché Hamas resisterà ostaggi.

Non è chiaro quando gli aiuti tanto necessari entreranno nel territorio attraverso il valico di Rafah, che è l’unico passaggio ufficiale tra l’Egitto e Gaza. Ha detto il signor Biden osservazioni da Tel Aviv mercoledì che gli Stati Uniti stavano lavorando in stretta collaborazione con i partner regionali per far transitare i camion “il più presto possibile”.

Gli annunci sono arrivati ​​il ​​giorno dopo a esplosione mortale in un ospedale di Gaza che secondo i funzionari del territorio controllato da Hamas aveva ucciso almeno 500 persone. Il signor Biden sì ha appoggiato la ferma negazione di Israele di responsabilità per l’esplosione, affermando che i dati militari statunitensi lo hanno portato a concludere che sia stato un razzo palestinese, e non un attacco aereo israeliano, a provocarla.

L’esplosione a Gaza City – di cui i leader palestinesi e le vicine nazioni arabe hanno subito attribuito la colpa a Israele – ha complicato gravemente quella che era già una missione diplomatica impegnativa per Biden, in mezzo alla crescente tensione nella regione e ai timori che il conflitto tra Israele e Hamas potesse diffondersi.

See also  I piani di pagamento delle tasse universitarie possono mettere a rischio gli studenti: CFPB
Il presidente americano Biden visita Israele nel contesto del conflitto in corso tra Israele e Hamas
Il presidente Biden viene accolto dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu mentre visita Israele nel mezzo del conflitto in corso tra Israele e Hamas, a Tel Aviv, Israele, il 18 ottobre 2023.

EVELYN HOCKSTEIN/REUTERS


Funzionari di Gaza affermano che il bombardamento israeliano dell’enclave palestinese da quando Hamas ha attaccato civili e soldati israeliani il 7 ottobre ha ucciso quasi 3.500 persone e ferito più di 12.000 altre, la maggior parte delle quali donne e bambini.

In Israele, i funzionari affermano che l’attacco di Hamas ha ucciso circa 1.400 persone e ne ha ferite altre 3.500. Si dice che Hamas ne detenga quasi 200 ostaggie 13 cittadini statunitensi rimangono dispersi.

Mercoledì a Tel Aviv, Biden si è lamentato dell’attacco di Hamas contro Israele del 7 ottobre e ha promesso che il mondo “non sarebbe rimasto a guardare senza fare nulla”, come ha detto aveva fatto quando gli ebrei furono massacrati durante l’Olocausto.

Ha anche detto che per lui “non esiste priorità più alta” che garantire il rilascio degli ostaggi tenuti da Hamas.

Leave a Comment