LendingClub taglierà 172 posti di lavoro

Breve immersione:

  • LendingClub sta tagliando 172 posti di lavoro, ovvero il 14% della sua forza lavoro, mentre l’azienda con sede a San Francisco implementa misure per aiutarla a superare le difficoltà macroeconomiche. annunciato giovedì.
  • L’azienda, che collega mutuatari e finanziatori, ha dichiarato che prevede di risparmiare dai 30 ai 35 milioni di dollari in compensi e di beneficiare annualmente dei tagli.
  • I tagli sono i secondi quest’anno per l’azienda, poiché l’azienda deve far fronte a una riduzione delle entrate del mercato a seguito degli aumenti dei tassi di interesse della Federal Reserve. LendingClub a gennaio ha tagliato 225 dipendenti, che all’epoca rappresentavano anche il 14% della sua forza lavoro.

Informazioni sull’immersione:

“Continuiamo ad attuare in modo proattivo varie misure per affrontare i persistenti e persistenti venti contrari macroeconomici e la conseguente pressione sul nostro mercato, principalmente guidata da tassi di interesse più elevati”, ha dichiarato giovedì il CEO di LendingClub Scott Sanborn. “A tal fine, abbiamo preso la decisione molto difficile di razionalizzare la nostra forza lavoro”.

Esprimendo una prospettiva a lungo termine, Sanborn ha affermato che la società si aspetta una ripresa delle entrate del mercato man mano che i consumatori adottano misure per rifinanziare il debito della loro carta di credito.

La società, che pubblicherà gli utili del terzo trimestre il 25 ottobre, ha dichiarato che i ricavi per il periodo dovrebbero essere compresi tra 198 e 200 milioni di dollari, con un utile netto compreso tra 4 e 5 milioni di dollari.

Gli ultimi licenziamenti al LendingClub, che ha un suo statuto bancario Acquisizione nel 2020 di Radius Bankavviene mentre altre società di servizi finanziari hanno ridotto il proprio personale negli ultimi mesi.

See also  Le cose possono peggiorare per le banche?

Secondo la presentazione degli utili del terzo trimestre della banca, la PNC con sede a Pittsburgh ha iniziato una riduzione del personale del 4%.

Ciò significa che l’istituto di credito con sede a Pittsburgh potrebbe tagliare più di 2.400 dipendenti, sulla base dei dati sull’organico di dicembre, che portano la forza lavoro della banca a 61.545.

Alleato Finanziario la scorsa settimana ha inoltre iniziato a tagliare i posti di lavoro, una misura che potrebbe colpire più di 500 dipendenti. Wells Fargo ha annunciato il mese scorso la chiusura di un ufficio aziendale a Columbia, nella Carolina del Sud, colpendo 525 lavoratori.

Altri finanziatori, inclusi Citi, Truista, Barclays E Goldman Sachshanno anche indicato il mese scorso che prevedevano una riduzione dell’organico.

Leave a Comment