Alle banche del settore pubblico è stato detto di spostare l’attenzione dai depositi di massa ad alto costo

Nuova Delhi: il governo ha messo in guardia gli istituti di credito statali dal fare affidamento su depositi di massa ad alto costo e ha consigliato loro di concentrarsi su quelli al dettaglio a basso costo. La questione è stata segnalata in un recente incontro tra istituti di credito e alti funzionari governativi, hanno detto a ET persone a conoscenza delle deliberazioni.

“La cautela sui depositi ad alto costo fa parte della revisione delle pratiche di gestione del rischio delle attività e passività seguite dalle banche”, ha detto un funzionario governativo, aggiungendo che è stato anche sottolineato che un’altra sfida per le banche del settore pubblico è arrestare il declino in conto corrente e risparmio, o CASA, sceso al 57% a marzo 2023 dal 64,9% del 2018.

Queste discussioni si sono svolte anche nell’ambito di una tabella di marcia triennale (FY 24-26) per le banche del settore pubblico.

All’inizio di quest’anno, in un incontro di revisione con il ministro delle finanze Nirmala Sitharaman, una delle aree di preoccupazione identificate per i PSB era l’aumento della concorrenza per i depositi a causa della fusione tra Housing Development Finance Corporation e HDFC Bank.

Ai PSB è stato detto di spostare l'attenzione dai depositi in blocco ad alto costo

La preoccupazione del governo sui depositi in massa deriva dall’esperienza passata di banche che si ritrovano gravate da depositi ad alto costo che incidono sulla loro performance nei prossimi anni. Il costo dei depositi per tutte le banche è aumentato dell’1-2% nell’ultimo anno, anche per la banca più grande del paese, la State Bank of India, dove il costo dei depositi è balzato dal 3,84% nel settembre 2022 al 4,65% nel settembre 2023. Secondo un rapporto di rating di Care Edge, è probabile che la concorrenza per i depositi si intensifichi ulteriormente, “con conseguente aumento dei costi di finanziamento nei prossimi periodi poiché i tassi rimangono elevati e la quota CASA si riduce”.

See also  RBI impedisce alla Bank of Baroda di aggiungere clienti alla sua app mobile

Nel 2012, il governo aveva emesso una circolare che ordinava alle banche del settore pubblico che il totale dei depositi in blocco (a tassi superiori a quelli prevalenti sulle carte) e dei certificati di deposito non dovesse superare il 15% dei depositi totali della banca in un dato momento.

Al momento, i depositi della maggior parte delle banche si aggirano attorno a questo parametro, ma il governo vuole che i finanziatori aderiscano rigorosamente a questa linea rossa con il costo dei depositi in aumento.

L’agenzia di rating CareEdge stima che la crescita del credito sarà compresa tra il 13 e il 13,5% e la crescita dei depositi sarà compresa tra il 10 e il 10,5% durante l’anno fiscale 24.

I banchieri dicono di essere cauti.

L’amministratore delegato della Bank of Baroda, Debdatta Chand, ha affermato che i depositi in massa stanno aumentando a un ritmo più rapido rispetto alla crescita dei depositi a termine al dettaglio per il settore.

“Questo non riguarda solo la Bank of Baroda, l’intero settore sta assistendo a una tendenza simile”, ha affermato, aggiungendo che la banca ha deciso di non concentrarsi sul segmento bulk.

“Se si guarda a questo trimestre, la crescita sequenziale è solo del 3,4% e si sta allineando alla crescita dei depositi”, ha detto in un’interazione, dopo aver annunciato i risultati finanziari del secondo trimestre.

L’istituto di credito ha affermato che i suoi depositi di massa, compresi i certificati di deposito o CD, sono aumentati del 59% da Rs 1,36 lakh crore nell’ultimo anno.

Il capo della Banca nazionale del Punjab, Atul Goel, ha affermato che la banca non fornisce il tasso per i depositi di massa.

See also  Gemelli digitali: catalizzare l’intelligenza artificiale per la gestione del rischio finanziario

Leave a Comment