Una nuova carta per i gemelli NARCL, IDRCL!

Nel suo discorso sul bilancio del 2021, il ministro delle Finanze ha proposto di creare una società di ricostruzione patrimoniale (“NARCL”) e una società di gestione patrimoniale (“IDRCL”), cioè “The Twins”, “per consolidare e rilevare le esistenti tensioni debito e poi gestire e vendere le attività a fondi di investimento alternativi e ad altri potenziali investitori per l’eventuale realizzazione di valore”. Tuttavia, non c’era molto da mostrare quando è stato presentato il bilancio, un anno dopo, nel 2022.

La pressione per mostrare una parvenza di azione in mezzo a un costante agitarsi di dirigenti senior ha portato a una strategia casuale. È difficile capire lo scopo dell’acquisizione del debito di Jaypee Infratech, quando in sella c’è un richiedente di risoluzione di successo (“SRA”). L’unica logica plausibile è quella di dare un’uscita ai creditori finanziari istituzionali garantiti (“FC”), dal detenere appezzamenti di terreno illiquidi di 2.594 acri del valore di Rs 6.239 crore a cui gli FC avevano diritto come parte del piano di risoluzione. Allo stesso modo, nel caso di Dharani Sugar, che è in liquidazione, l’aggiunta di valore da parte di The Twins è discutibile, a meno che non sia previsto un accordo ai sensi della Sezione 12A del Codice sull’insolvenza e sul fallimento del 2016 (“IBC”) usurpando la Sezione 29A dell’IBC.

L’obiettivo di The Twins di rilevare il debito in difficoltà è in stasi poiché le attività nette in sofferenza del sistema bancario sono al minimo pluriennale dell’1%. Tuttavia, la quota dell’indebitamento al dettaglio sta aumentando in modo sproporzionato in concomitanza con un basso risparmio lordo pluriennale delle famiglie. Una parte sostanziale dell’aumento dell’indebitamento al dettaglio è dovuta ai prestiti da parte di società finanziarie non bancarie (“NBFC”); da Rs 86.979 crore del 21 marzo a Rs 2.39.896 crore del 23 marzo. Anche la Reserve Bank of India ha ripetutamente messo in guardia contro l’aumento dei prestiti non garantiti. Privo di un adeguato quadro di insolvenza per le NBFC sotto IBC, le eventuali difficoltà che si presenteranno in futuro potrebbero dover essere gestite da The Twins; un programma messo in atto in tutto il mondo durante la crisi finanziaria del 2008 e ciò che i Twins rimetteranno in scena mentre risolveranno lo SREI.

See also  Notizie sul mercato azionario e azionario, Notizie sull'economia e la finanza, Sensex, Nifty, Mercato globale, NSE, BSE Notizie sull'IPO in tempo reale

Pertanto, i Twins dovrebbero ridefinirsi per concentrarsi su asset che potrebbero non essere risolti in modo efficiente nell’ambito dell’IBC. Un esempio appropriato potrebbero essere i prestiti a Vidarbha Industries Power Limited, in cui l’On. La Corte Suprema ha respinto l’ammissione allo stato di insolvenza in quanto l’importo eccedente il credito del creditore finanziario poteva essere realizzato, con un’alta probabilità, dalla società da parte di un’autorità legale. Pertanto, le aziende che hanno un credito realizzabile sotto forma di premio/decreto con elevata certezza e che hanno un temporaneo disallineamento di liquidità a causa del processo giudiziario sono candidati ideali per essere risolti da The Twins. Ciò sarà vantaggioso per tutte le parti, ovvero The Twins, gli istituti di credito e il debitore aziendale; I gemelli riceveranno l’intero importo al ricevimento del premio/decreto, gli istituti di credito verranno rimborsati e il debitore societario non verrà liquidato se non sarà disponibile un piano di risoluzione. Tuttavia, è stato sorprendente che i Twins dopo l’offerta iniziale abbiano scelto di non perseguire.

La seconda categoria su cui Twins dovrebbe concentrarsi sono gli asset in difficoltà, a causa di una svolta unica degli eventi; eventi geopolitici, pandemici o qualsiasi altro evento estraneo. Intervenire, infine, su beni che per loro natura non possono essere liquidati a causa dell’interesse pubblico pignorato.

Altre giurisdizioni forniscono un modello per tali interventi come illustrato di seguito. Nel Regno Unito (“UK”) il regime di amministrazione speciale (“SAR”) è un processo di insolvenza per asset sottoposti a stress, che forniscono un servizio o una fornitura pubblica critica e hanno un interesse pubblico più ampio. Un ruolo simile è svolto dal Fondo tedesco di stabilizzazione del mercato finanziario, ribattezzato Fondo di stabilizzazione (“WSF”) nel periodo del Covid-19 e riallineato durante la crisi energetica provocata dalla guerra in Ucraina. Il 21 novembre, Bulb Energy Limited (“Bulb”) nel Regno Unito che deteneva circa il 5% del mercato del gas e dell’elettricità con 1,5 milioni di clienti è stata inclusa nella SAR. Il 22 dicembre è stata venduta a Octopus Energy Limited (“Octopus”). L’obiettivo era quello di continuare le forniture ai clienti di Bulb a costi minimi e ridurre al minimo l’impatto sui mercati energetici più ampi. Recentemente, Thames Water, che serve un quarto della popolazione del Regno Unito con debiti di circa 14 miliardi di sterline, sull’orlo dell’insolvenza, era sull’orlo del fallimento. essere temporaneamente rilevato sotto SAR. Le cattive condizioni finanziarie hanno portato a perdite nei tubi e allo scarico di liquami non diluiti nei fiumi.

See also  ICICI Bank: l'Alta Corte di Delhi chiede la risposta di ICICI Bank alla richiesta di Religare Finvest di annullare l'ordinanza DRAT

Allo stesso modo, in Germania, il colosso del gas e dell’elettricità Uniper, che serve circa 200 comuni, ha 7.000 dipendenti e la maggioranza è posseduta dall’azienda finlandese Fortum, ha dovuto affrontare il fallimento dopo la cessazione delle forniture russe a causa della guerra in Ucraina. L’azienda è stata presa sotto il WSF. Inoltre, è stata ideata una strategia di uscita con l’obiettivo di ridurre la partecipazione azionaria al 25% entro la fine del 2028.

In precedenza il COVID-19 aveva portato il WSF tedesco ad acquisire una partecipazione del 20% in Lufthansa, con un’opzione per aumentare al 25%. Nel settembre 2022, la WSF aveva ceduto tutte le sue azioni e la proprietà era tornata in mani private. La compagnia aerea aveva inoltre pagato tutti i prestiti e i depositi ricevuti dal governo tedesco.

La nuova carta dei Twins aiuterà anche istituzioni come la Life Insurance Corporation a concentrarsi sul proprio core business, tradizionalmente chiamate a salvare entità. Ciò garantirà inoltre che i Twins siano rilevanti a lungo termine, metamorfosando regolarmente i requisiti, come il WSF tedesco; nel processo di creazione di un’istituzione con competenze chiave di riqualificazione, salvataggio e ristrutturazione.

Leave a Comment