Anteprima PFN

Javier Ghersi/Getty Images

Qualsiasi materiale fornito è solo a scopo informativo e non costituisce un consiglio di investimento. Eventuali opinioni fornite non costituiscono una raccomandazione da parte di Capital Com o dei suoi agenti. Non rilasciamo alcuna dichiarazione o garanzia sull’accuratezza o la completezza delle informazioni fornite. Se fai affidamento sulle informazioni contenute in questa pagina, lo fai interamente a tuo rischio e pericolo.

Anteprima delle buste paga non agricole negli Stati Uniti

Con l’avvicinarsi dei dati sui salari non agricoli statunitensi, che saranno pubblicati domani (venerdì 6 ottobre) alle 13:30 (ora del Regno Unito), approfondiamo le aspettative del mercato e il posizionamento riguardo a questo fondamentale rapporto economico.

Aspettative:

Ad agosto gli Stati Uniti hanno creato 187.000 nuovi posti di lavoro, ma anche il tasso di disoccupazione è salito al 3,8%. Questo aumento è stato in parte dovuto a un tasso di partecipazione più elevato, che ha raggiunto il livello più alto dalla riapertura dell’economia dopo la pandemia di COVID-19.

I rapporti sui salari di giugno e luglio sono stati rivisti al ribasso. La crescita dei salari è rallentata al 4,3%, in linea con le preferenze della Federal Reserve. Tuttavia, l’inflazione sta mostrando segnali di ripresa a causa dell’aumento dei prezzi del carburante, che potrebbe portare a un’inflazione salariale.

Le aspettative per il rapporto NFP di domani sono 170.000 nuovi posti di lavoro aggiunti e una leggera diminuzione del tasso di disoccupazione al 3,7%. La retribuzione oraria media sarà attentamente monitorata per rilevare segnali di rigidità salariale.

Un solido rapporto sull’occupazione potrebbe rafforzare la tesi a favore di un rialzo dei tassi di fine anno, soprattutto se i prezzi e i salari core rimangono resilienti. In uno scenario del genere, possiamo aspettarci che il dollaro USA si rafforzi, mentre le azioni statunitensi potrebbero dover affrontare pressioni al ribasso.

See also  La previsione del prezzo di Bitcoin mentre $ 10 miliardi invia BTC sopra la resistenza di $ 30.000: inizia ufficialmente il nuovo mercato rialzista?

Indice del dollaro:

Il re dollaro regna sovrano in questo momento, con l’indice del paniere del dollaro USA che è salito ai massimi di due anni in seguito ai recenti commenti aggressivi della Fed.

Abbiamo un trend rialzista forte e sostenibile sul grafico a candele giornaliero di DXY (sotto) con la media mobile esponenziale a 20 giorni (20EMA) che segue insieme alla linea di tendenza ascendente. E anche se ad un certo punto è probabile che si verifichi un ritiro più profondo, le tendenze consolidate di questa natura tendono a richiedere molto più tempo del previsto per invertirsi.

Grafico a candela giornaliero dell’indice del dollaro

TradingView

Azioni statunitensi:

Le azioni statunitensi hanno subito un profondo ritracciamento negli ultimi mesi, con tutti e tre i principali indici azionari statunitensi che sono scesi di oltre il 7% dai massimi estivi.

L’indice Dow 30 sembra il più debole del gruppo dal punto di vista tecnico. Nelle ultime settimane i prezzi sono stati svenduti con tale forza che il Dow ha rotto e chiuso al di sotto del canale inferiore di Keltner per la prima volta in oltre un anno.

Sia l’S&P 500 che il Nasdaq Composite hanno completato un pattern di ritracciamento armonico ABCD. È interessante notare che per il Nasdaq questo completamento armonico coincide con un test di un livello di supporto chiave (vedi grafico sotto). Se vista nel contesto del trend rialzista a lungo termine del Nasdaq, questa confluenza di livelli di supporto potrebbe interessare gli acquirenti.

Grafico a candele giornaliero S&P 500

TradingView

Grafico a candele giornaliero Dow 30

TradingView

Grafico a candele giornaliero composito del Nasdaq

TradingView

Valuta questo articolo

Leave a Comment