Birkenstock valutata 8,6 miliardi di dollari dopo aver valutato l’IPO nella fascia media

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Il produttore tedesco di sandali Birkenstock ha valutato le sue azioni a 46 dollari in un’offerta pubblica iniziale prima del suo primo giorno di negoziazione mercoledì, dando alla società una valutazione di mercato di 8,6 miliardi di dollari.

Il prezzo è nel mezzo di un range compreso tra 44 e 49 dollari fissato dalla società la scorsa settimana, riflettendo la domanda per le sue azioni mentre il gruppo perpetua una ripresa nel mercato IPO statunitense dopo una scarsità di accordi dall’inizio del 2022.

Il debutto pubblico di Birkenstock raccoglierà circa 1,5 miliardi di dollari, di cui un terzo dei proventi andrà alla società per ripagare il debito e il resto andrà al proprietario di private equity L Catterton. Su base completamente diluita, che tiene conto delle stock option e di altri diritti, la società avrebbe un valore di mercato iniziale di 9,3 miliardi di dollari.

Secondo i dati Dealogic, sarà la terza quotazione statunitense più grande dell’anno. Birkenstock sarà quotata alla Borsa di New York.

L Catterton, sostenuta dalla casa di moda francese LVMH, ha acquistato una quota di maggioranza in un accordo da 4 miliardi di euro nel 2021, la prima volta che Birkenstock ha accettato finanziamenti di private equity.

La società e i suoi consulenti hanno schierato investitori di riferimento per l’accordo. Financière Agache, la holding familiare dell’amministratore delegato di LVMH Bernard Arnault, ha indicato un interesse ad acquistare fino a 325 milioni di dollari di azioni, secondo un prospetto dell’offerta.

See also  Tesla e le case automobilistiche sotto esame nell'indagine dell'UE sui sussidi cinesi ai veicoli elettrici

Si prevede che il figlio di Arnault, Alexandre, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione della società dopo l’IPO.

Il fondo sovrano norvegese e Sustainable Capital Partners prevedono inoltre di acquistare fino a ulteriori 300 milioni di dollari di azioni.

Birkenstock, che affonda le sue radici nel 1774, ha registrato un fatturato di 1,1 miliardi di euro (1,2 miliardi di dollari) nei nove mesi fino alla fine di giugno, in crescita del 21% su base annua. Tuttavia, l’utile netto è sceso del 20% a 103 milioni di euro.

Il debutto sul mercato arriva dopo tre quotazioni di alto profilo il mese scorso.

Le società legate alla tecnologia Arm, Instacart e Klaviyo hanno tutte valutato le loro operazioni IPO al massimo o al di sopra dei loro intervalli target, sebbene il commercio delle azioni sia stato contrastato nelle settimane successive.

Si tratterebbe anche della seconda IPO per una delle società in portafoglio di L Catterton nel giro di pochi mesi, dopo la quotazione del rivenditore di prodotti di bellezza online Oddity Tech sulla borsa Nasdaq a luglio.

Leave a Comment