Gavin Newsom martellato per aver sfoggiato un veicolo elettrico cinese da 160.000 dollari durante il viaggio in Cina: “Schiaffo in faccia”

PRIMO SU FOX: Diversi legislatori della California hanno espresso opinioni contrastanti dopo che il governatore democratico Gavin Newsom ha promosso un produttore cinese di veicoli elettrici (EV) durante la sua visita diplomatica in Cina.

Martedì, Newsom si è recato a Shenzhen, in Cina, e ha testato un veicolo ibrido prodotto dalla BYD Company, una grande azienda manifatturiera e casa automobilistica cinese. Secondo un rapporto del 2019 pubblicato dall’Alliance for American Manufacturing, BYD vanta legami diretti con l’apparato di politica industriale del Partito Comunista Cinese e ha ricevuto miliardi di dollari in sovvenzioni e sussidi dal governo cinese.

La visita di Newsom a Shenzhen è avvenuta il secondo giorno del suo viaggio di una settimana in Cina. Ha viaggiato prima a Hong Kong e poi si recherà a Pechino, Jiangsu e Shanghai.

IL PRESIDENTE DEL PCC DELLA CAMERA APPLAUDE FORD PER AVER SOSPESO IL PROGETTO COLLEGATO ALLA CINA TRA LE INDEBITI DEL CONGRESSO

La clip di Newsom ha scatenato la reazione dei repubblicani della California ed è stata derisa sui social media.

“Il governatore Newsom dovrebbe sapere che la Cina non è un partner fidato e non dovrebbe essere un esempio da seguire per noi”, ha detto a FOX Business il rappresentante Darrell Issa, R-Calif. “Appoggiare l’industria manifatturiera di Pechino – gran parte della quale è stata rubata agli innovatori americani – può far avanzare la politica climatica partigiana, ma non farà nulla per offrire una vera prosperità ai californiani che soffrono a causa delle politiche fallimentari di Sacramento e dell’inflazione record di Bidenomics”.

“Il governatore Newsom è più interessato a promuovere le aziende cinesi che americane”, ha aggiunto il rappresentante Doug LaMalfa, R-Calif., in una dichiarazione a FOX Business. “Alla fine, qualsiasi cosa prodotta in Cina sarà più sporca e prodotta con potenziale lavoro schiavo.”

See also  Il CEO Tim Cook vende alcune azioni Apple, guadagnando 41,5 milioni di dollari

“Promuovere l’industria inquinante della Cina distruggendo posti di lavoro in California e rendendo tutto più costoso, è un esempio da manuale di priorità democratiche”, ha continuato LaMalfa. “Un piccolo consiglio per lui: la sua campagna presidenziale ombra dovrebbe concentrarsi sul sostegno all’eccezionalismo americano, non sull’assecondare il Partito comunista cinese”.

I REPUBBLICANI MINACCIANO DI CITARE FORD PER UN PROGETTO CHE COINVOLGE UN’AZIENDA CINESE

Prima del viaggio, Newsom si era impegnato a utilizzarlo per promuovere la cooperazione tra California e Cina su varie questioni climatiche, tra cui “la pulizia dell’aria, l’accelerazione della transizione verso i veicoli elettrici, la protezione delle persone dalle condizioni meteorologiche estreme e la conservazione delle terre e degli oceani”.

Il rappresentante Darrell Issa, R-Calif., a destra, ha detto a FOX Business che il governatore della California Gavin Newsom, a sinistra, “dovrebbe sapere che la Cina non è un partner fidato”. (Elex Michaelson/Fox 11 Los Angeles/X | Getty Images/Getty Images)

“È uno schiaffo in faccia ai californiani vedere il governatore Newsom promuovere le auto elettriche del PCC, costruite con il lavoro degli schiavi”, ha detto la deputata Michelle Steel, repubblicana della California. “Nel frattempo, lui e il Partito Democratico scoraggiano l’estrazione dei minerali critici necessari per produrre le batterie per queste auto.”

“L’estrazione mineraria nazionale statunitense è la più pulita e sicura del mondo e porterebbe enormi benefici economici alla California e agli Stati Uniti”, ha continuato. “La scelta del governatore Newsom di promuovere il Partito Comunista Cinese a scapito del benessere del suo Stato rende chiaro quali siano le sue priorità.”

Nel frattempo, il viaggio di Newsom arriva mentre continua a promuovere in modo aggressivo una transizione energetica verde in California. Nell’ambito della sua agenda sul clima, la sua amministrazione ha emanato norme ambientali nell’agosto 2022 che vietano le auto a gas e rendono obbligatorie le auto elettriche entro il 2035.

Newsom ha celebrato il mandato dei veicoli elettrici, affermando che il suo Stato continuerà a “guidare la rivoluzione verso il nostro futuro dei trasporti a emissioni zero”. Tuttavia, in un voto bipartisan del mese scorso, la Camera ha votato per annullare il mandato revocando una deroga concessa dall’Environmental Protection Agency (EPA) alla California che ha consentito la regolamentazione.

UN’AZIENDA DI ENERGIA VERDE SUPPORTATA DA PECHINO SI STA ESPANDENDO NEGLI STATI UNITI, PRESENTANDO UN GRAVE RISCHIO PER LA SICUREZZA NAZIONALE: RAPPORTO

“Trovo ironico che il governatore Newsom stia usando il suo tempo in Cina per promuovere l’ibrido BYD prodotto in Cina quando la sua stessa amministrazione sta tentando di limitare le vendite di veicoli ibridi come quello che guidava”, il rappresentante Jay Obernolte, R-Calif. , ha detto a FOX Business. “Spero che riconsidererà il suo tentativo disinformato di limitare la vendita di ibridi e ritirerà la sua richiesta di deroga EPA che gli consentirebbe di imporre questa decisione ai consumatori della California.”

“In caso contrario, il mio disegno di legge, il Preserving Choice in Vehicle Purchases Act, recentemente approvato dalla Camera su base bipartisan, ordinerà all’EPA di negare la sua deroga e di proteggere il diritto degli americani di fare le proprie scelte su quale sia il veicolo migliore per le loro famiglie. ,” Ha aggiunto.

Negozio Tesla di Shanghai

Le auto elettriche vengono esposte in un negozio Tesla a Shanghai il 9 febbraio 2023. (CFOTO/Pubblicazione futura tramite Getty Images/Getty Images)

Inoltre, la Cina attualmente domina la catena di fornitura globale dei veicoli elettrici, il che significa che i mandati statunitensi probabilmente andrebbero a vantaggio dell’industria cinese.

See also  Mercato azionario oggi: le azioni asiatiche per lo più in ribasso dopo che Wall Street ha vissuto la sua settimana peggiore in 6 mesi

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA), tuttavia, la Cina produce circa il 75% di tutte le batterie agli ioni di litio, una parte fondamentale dei veicoli elettrici, in tutto il mondo. La nazione vanta anche il 70% della capacità produttiva di catodi e l’85% di anodi, due componenti chiave di tali batterie.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

Inoltre, oltre il 50% della capacità di lavorazione e raffinazione di litio, cobalto e grafite si trova in Cina, secondo i dati dell’IEA. Questi tre minerali fondamentali, oltre al rame e al nichel, sono vitali per le batterie dei veicoli elettrici. Anche le società di investimento cinesi sono state aggressive acquisto di partecipazioni nelle miniere africanesoprattutto quelli ricchi di cobalto della Repubblica Democratica del Congo, hanno assicurato negli ultimi anni un fermo controllo sulla produzione mineraria.

Le normative ambientali e relative alle autorizzazioni hanno in gran parte impedito all’industria statunitense di guadagnare terreno nella catena di fornitura globale dei veicoli elettrici. Ad esempio, nel 2022, gli Stati Uniti non hanno prodotto grafite, meno dello 0,01% del cobalto globale, meno dello 0,01% del nichel globale e circa il 6% del rame globale, come hanno mostrato i dati geologici federali. Gli Stati Uniti praticamente non lavorano rame, nichel, cobalto, litio o minerali delle terre rare.

Leave a Comment