Gli Stati Uniti prendono di mira la rete finanziaria di Hamas con sanzioni dopo l’attacco israeliano

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Le autorità statunitensi hanno imposto sanzioni a 10 individui ed entità legate ad Hamas nel tentativo di reprimere le fonti di finanziamento che sostengono il gruppo militante palestinese nel crescente conflitto con Israele.

Mercoledì il Tesoro americano ha imposto sanzioni a sei membri di Hamas che gestiscono beni in un portafoglio di investimenti segreto. Sono state intraprese azioni anche contro due alti funzionari di Hamas – uno dei comandanti del gruppo, nonché un “facilitatore finanziario con stretti legami con il regime iraniano” residente in Qatar.

Il dipartimento ha inoltre imposto sanzioni a Buy Cash, un servizio di cambio valuta virtuale con sede a Gaza, e al suo operatore. La piattaforma, che non è stata raggiunta per un commento, offre servizi di trasferimento di denaro e criptovalute, incluso bitcoin.

“Gli Stati Uniti stanno adottando un’azione rapida e decisiva per prendere di mira i finanziatori e i facilitatori di Hamas in seguito al loro brutale e inconcepibile massacro di civili israeliani, compresi i bambini”, ha detto in una nota la segretaria del Tesoro Janet Yellen, aggiungendo che il dipartimento “non esiterebbe” a utilizzare i suoi strumenti per interrompere il finanziamento del gruppo.

“Ciò include l’imposizione di sanzioni e il coordinamento con alleati e partner per rintracciare, congelare e sequestrare qualsiasi bene legato ad Hamas nelle loro giurisdizioni”, ha affermato Yellen.

I partiti colpiti dalle sanzioni hanno sede a Gaza, Sudan, Turchia, Algeria e Qatar.

Sebbene Hamas riceva un significativo sostegno finanziario dall’Iran, genera anche entrate attraverso un portafoglio di investimenti segreto che coinvolge beni in giurisdizioni tra cui Sudan, Turchia ed Emirati Arabi Uniti che si stima valgano centinaia di milioni di dollari, ha affermato Wally Adeyemo, vice segretario al Tesoro. .

See also  Litecoin celebra il 12° anniversario tra le fluttuazioni del mercato Da Investing.com

Questo portafoglio, che ha innescato le precedenti sanzioni statunitensi, ha “permesso agli alti funzionari di Hamas di vivere nel lusso anche altrove in Medio Oriente, mentre i palestinesi comuni a Gaza affrontano condizioni di vita dure e prospettive economiche disastrose”, ha affermato.

Alti funzionari del Tesoro si recheranno nella regione “nei prossimi giorni” per continuare a lavorare con i partner che hanno fatto luce sul “ventre molle finanziario” di Hamas, ha detto Adeyemo. Secondo un alto funzionario del Tesoro, i funzionari si recheranno poi in Europa per parlare con gli alleati della possibilità di tagliare l’accesso di Hamas agli euro così come ai dollari.

Adeyemo ha affermato che si potrebbero adottare misure per contrastare il finanziamento del terrorismo “pur continuando a garantire il legittimo flusso di assistenza umanitaria nella regione”.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha detto che le sanzioni di mercoledì erano dirette a Hamas e alla sua rete di sostegno, non ai palestinesi.

“Hamas è l’unico responsabile della carneficina che i suoi militanti hanno inflitto al popolo di Israele e dovrebbe rilasciare immediatamente tutti gli ostaggi in sua custodia”, ha affermato in una nota. “Gli Stati Uniti non cederanno nell’utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per contrastare l’attività terroristica di Hamas”.

Le sanzioni arrivano mentre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si reca in Israele nel tentativo di esprimere solidarietà al Paese, fermare l’espansione del conflitto nella regione e contribuire a facilitare gli aiuti umanitari per la Striscia di Gaza.

L’amministrazione Biden si trova ad affrontare una crescente pressione politica volta a interrompere il finanziamento di Hamas. La senatrice democratica Elizabeth Warren, insieme a più di 100 legislatori bipartisan, ha inviato martedì una lettera alla Casa Bianca e al Tesoro in seguito alle notizie secondo cui Hamas e la Jihad islamica palestinese avrebbero raccolto milioni di dollari tramite criptovalute in vista dell’attacco a Israele del 7 ottobre.

See also  Stratega crittografico rialzista su SOL, LINK, ADA e QUBE

I legislatori hanno sollecitato un’azione rapida “per ridurre in modo significativo l’attività illecita delle criptovalute e proteggere la nostra sicurezza nazionale e quella dei nostri alleati”.

Il Tesoro e la Casa Bianca non hanno risposto a una richiesta di commento sulla lettera.

Report aggiuntivo di James Politi a Washington

Leave a Comment