Gran Premio di Singapore: vince Sainz mentre finiscono le strisce di Verstappen e Red Bull

Lo spagnolo è partito in pole position e ha resistito con gomme molto usurate per diversi giri finali tesi per la sua seconda vittoria in carriera in F1 davanti a Lando Norris della McLaren e alla Mercedes di Lewis Hamilton.

Le Red Bull dominanti erano fuori dai giochi e la Formula 1 ha avuto la sua lotta più emozionante per la vittoria in questa stagione.

ANNUNCIO

La serie di vittorie del leader della classifica Max Verstappen si è conclusa con 10 gare e quella della Red Bull con 15 – entrambi record di F1 – mentre Carlos Sainz Jr. ha vinto il Gran Premio di Singapore per la Ferrari domenica.

La Red Bull sognava di vincere ogni gara quest’anno, ma ha avuto Verstappen quinto e Perez ottavo dopo aver faticato per tutto il fine settimana a Singapore.

È stata una lotta a quattro vetture per la vittoria prima che George Russell facesse schiantare l’altra Mercedes nell’ultimo giro dalla terza posizione per promuovere Hamilton sul podio.

“Mi sentivo sotto controllo. Sentivo di poter farcela bene e l’abbiamo portato a casa. È stata la sensazione più bella”, ha detto Sainz dopo aver festeggiato con la sua squadra mentre i fuochi d’artificio illuminavano il circuito di Singapore.

Sainz ha ammesso dopo la gara di aver rallentato per assicurarsi che Norris rimanesse entro la finestra di un secondo che consentiva al pilota della McLaren di accedere all’aumento di velocità in rettilineo DRS, un valido aiuto per tenere a bada le due Mercedes.

“Carlos è stato molto generoso nel cercare di aiutarmi a ottenere il DRS. Ha aiutato la mia gara e ha aiutato anche la sua”, ha detto Norris, che si è piazzato secondo in tre delle ultime sei gare ma non ha ancora vinto in F1.

See also  Il marchio cinese di veicoli elettrici di fascia alta Zeekr si espande in Medio Oriente

“Abbiamo tenuto a bada la Mercedes, abbiamo fatto tutto ciò che dovevamo fare e anche di più”, ha detto Norris di aver tagliato il muro nello stesso punto in cui Russell è poi andato fuori.

La Mercedes aveva Russell sulla buona strada per il secondo posto prima di correre il rischio con una seconda sosta per entrambe le vetture nella speranza di vincere con gomme più fresche e più veloci. Russell è sceso al quarto posto, davanti a Hamilton, ed entrambi hanno superato Charles Leclerc della Ferrari ma non sono riusciti a superare Norris per riconquistare il secondo posto.

“Abbiamo lanciato i dadi questo fine settimana”, ha detto Hamilton dopo che una chiamata strategica della Mercedes ha visto entrambe le vetture fermarsi per gomme nuove più tardi, il che significa che Russell è retrocesso dal secondo posto alla ricerca della vittoria.

Leclerc è arrivato quarto dopo non essere riuscito a tenere a bada le vetture Mercedes con gomme più vecchie, davanti a Verstappen, quinto. Il campione ha disputato una gara movimentata dopo essere partito 11° ed è stato per breve tempo secondo in pista dietro a Sainz, anche se solo perché quasi tutte le altre vetture si sono fermate per montare le gomme nuove. Dopo il pit-stop di Verstappen, ha lottato per risalire in campo dal 15° posto.

Nonostante il suo peggior risultato da novembre 2022, Verstappen ha aumentato il suo vantaggio in campionato a 151 punti su Perez a sette gare dalla fine. “Tutto deve essere perfetto per vincere ogni gara della stagione, sapevo che questo giorno sarebbe arrivato e va assolutamente bene”, ha detto.

ANNUNCIO

Pierre Gasly è arrivato sesto con l’Alpine, Oscar Piastri settimo con la McLaren dopo essersi qualificato 18° e Perez ottavo. Il debuttante Liam Lawson ha segnato i suoi primi punti al nono posto per AlphaTauri. È stata la terza gara in carriera del neozelandese in F1 da quando ha sostituito l’infortunato Daniel Ricciardo a metà stagione ed è stato il miglior piazzamento stagionale della squadra. Kevin Magnussen è arrivato 10° per la Haas.

See also  Blinken: Gli Stati Uniti si aspettano "responsabilità" dall'India dopo che il Canada l'ha accusata di essere coinvolta nella morte dell'attivista sikh

Oltre alla Red Bull, è stato un fine settimana triste anche per l’Aston Martin, con Fernando Alonso che si è piazzato 15° dopo un lungo pit-stop e un testacoda. Il suo compagno di squadra Lance Stroll non ha preso parte. Il team ha detto che Stroll si è sentito dolorante dopo un grave incidente in qualifica.

Leave a Comment