Il ministero della Sanità gestito da Hamas pubblica un video all’interno dell’ospedale Al-Shifa mentre le forze israeliane circondano il nord di Gaza

tel Aviv – Il Ministero della Sanità di Gaza, guidato da Hamas, ha diffuso nuovi strazianti filmati sulle condizioni all’interno della struttura Ospedale Al-Shifa. Le forze israeliane continuano a prendere a pugni il nord di Gaza in quello che l’IDF definisce un tentativo di spazzare via il gruppo militante islamico una volta per tutte.

In un video grafico di sette minuti pubblicato sulla pagina Facebook del ministero, si vede un medico senza nome descrivere l’ambiente circostante mentre feriti e feriti sono sparsi sul pavimento dell’ospedale.

al-shifa-video.jpg
In un video grafico di sette minuti pubblicato sulla pagina Facebook del ministero, si vede un medico senza nome descrivere l’ambiente circostante mentre feriti e feriti sono sparsi sul pavimento dell’ospedale. 10 novembre 2023

Ministero della Sanità di Gaza gestito da Hamas


“Il reparto è completamente pieno di feriti e feriti”, dice nel video il medico senza nome.

“Sono a terra esalano gli ultimi respiri a causa del collasso del sistema sanitario, della mancanza di medicinali a causa dell’occupazione che assedia gli ospedali”, dice l’uomo mentre la telecamera si concentra su corpi apparentemente senza vita che giacciono sul pavimento.

Anche i bambini piccoli vengono visti fasciati e sulle barelle dell’ospedale. Il narratore sostiene che un gran numero dei feriti “sono bambini”.

“I casi gravi sono presenti qui senza alcuna cura. Non ci sono cure. Ecco come appaiono le condizioni delle persone. Piangono per i loro figli. Piangono per i loro figli senza alcuna cura”, dice l’uomo.

In seguito alla guerra hanno infuriato aspri combattimenti nel nord di Gaza Sanguinosa incursione dei militanti di Hamas in Israele SU 7 ottobreche secondo Israele ha ucciso 1.400 persone con il sequestro di circa 240 ostaggi, nel peggior attacco terroristico nella storia di Israele.

La successiva guerra di Israele Il gruppo militante islamico ha causato la morte di oltre 11.000 persone nella Striscia di Gaza, pesantemente bombardata dagli attacchi israeliani nell’ultimo mese, ha detto venerdì il ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, secondo Reuters.

Israele lo ha fatto hanno accettato pause umanitarie quotidiane nella sua offensiva nel nord di Gaza, hanno annunciato giovedì la Casa Bianca e il governo israeliano.

“Israele sta consentendo il passaggio sicuro attraverso i corridoi umanitari dal nord della Striscia di Gaza al sud”, ha detto giovedì l’ufficio del primo ministro israeliano a CBS News.

CONFLITTO PALESTINESE-ISRAELE
Bottiglie d’acqua vengono distribuite mentre le famiglie palestinesi in fuga da Gaza City e da altre parti del nord di Gaza verso le aree meridionali camminano lungo un’autostrada il 9 novembre 2023, nel mezzo delle battaglie in corso tra Israele e il gruppo islamista palestinese Hamas.

MAHMUD HAMS/AFP tramite Getty Images


L’esercito israeliano ha ripetutamente accusato i militanti di Hamas di utilizzare gli ospedali – in particolare Al-Shifa – per coordinare i loro sforzi bellici e afferma che sotto l’ospedale sono presenti tunnel sotterranei come nascondigli per i comandanti di Hamas. Giovedì Israele aveva riferito di pesanti combattimenti vicino all’ospedale, affermando di aver ucciso dozzine di militanti e distrutto alcuni tunnel.

Il Ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas, ha detto venerdì che i carri armati israeliani hanno circondato altri due ospedali pediatrici nel nord di Gaza e ha affermato a CBS News che un ospedale di maternità che ospita sfollati nel complesso ospedaliero di Al-Shifa è stato preso di mira direttamente dalle forze israeliane.

Un portavoce dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha anche detto che l’ospedale è stato “sottoposto a bombardamenti”.

“Se esiste un inferno sulla terra oggi, il suo nome è Gaza settentrionale. Per le persone che rimangono lì, gli angoli della loro esistenza sono morte, depravazione, disperazione, sfollamento e letteralmente oscurità”, ha detto venerdì la portavoce dell’OMS Margaret Harris.

“Cosa dici ai tuoi figli in una situazione del genere, è quasi inimmaginabile. Che i fuochi d’artificio che vedono nel cielo sono lì per ucciderli, perché è quello che sembra”, ha detto.

Il portavoce internazionale dell’IDF, il tenente colonnello Richard Hecht, ha negato tali accuse in una conferenza stampa venerdì.

“L’IDF non spara sugli ospedali… siamo consapevoli della sensibilità degli ospedali e sono consapevole della dinamica negli ospedali”, ha detto Hecht ai giornalisti. “Siamo consapevoli che Hamas opera negli ospedali… Non sganciaremo bombe su Al-Shifa”.

“Sarebbe più facile per Hamas lasciare gli ospedali, e se ce lo rendessero visibile”, ha detto Hecht.

See also  La Germania è passata dall’essere l’invidia del mondo all’essere una delle principali economie sviluppate con le peggiori performance. Quello che è successo?

Leave a Comment