Joe Biden farà pressione su Xi Jinping sulla riapertura delle comunicazioni militari al vertice di San Francisco

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

Joe Biden spingerà Xi Jinping sulla necessità di rilanciare le comunicazioni tra gli eserciti statunitense e cinese quando i due presidenti terranno un vertice in vista del forum di cooperazione economica Asia-Pacifico della prossima settimana.

Venerdì la Casa Bianca ha detto che Biden e Xi si incontreranno mercoledì nella zona della Baia di San Francisco prima di partecipare all’Apec. Le due parti stanno cercando di rinnovare gli sforzi per stabilizzare le relazioni in un contesto di crescenti tensioni su questioni quali l’attività militare cinese vicino a Taiwan e gli sforzi degli Stati Uniti per impedire alla Cina di assicurarsi la tecnologia statunitense all’avanguardia.

Il vertice sarà il loro secondo incontro di persona come leader e arriva un anno dopo il loro incontro al G20 a Bali, in Indonesia. Xi non si reca negli Stati Uniti dall’aprile 2017, quando incontrò l’allora presidente Donald Trump in Florida. Xi dovrebbe partecipare a una cena con i dirigenti statunitensi dopo aver incontrato Biden.

Funzionari statunitensi hanno affermato che i leader avrebbero discusso una serie di questioni, inclusa la prospettiva di riaprire i canali di comunicazione militare che la Cina aveva chiuso l’anno scorso dopo che l’allora presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi aveva visitato Taiwan.

Washington ha espresso apertamente preoccupazione per gli aerei da combattimento cinesi che volano troppo vicino agli aerei spia statunitensi e agli aerei di sorveglianza volati dagli alleati degli Stati Uniti, compreso il Canada, sul Mar Cinese Meridionale.

“Il presidente è determinato a prendere le misure necessarie per ripristinare quelle che crediamo siano le comunicazioni centrali tra Stati Uniti e Cina dal punto di vista militare”, ha detto un funzionario americano.

See also  La Cina annuncia investimenti miliardari nei paesi in via di sviluppo e promette l’apertura dei mercati

Il funzionario ha detto che Biden solleverà preoccupazioni a Xi riguardo all’attività militare cinese “pericolosa” e “provocatoria” intorno a Taiwan, che è aumentata vertiginosamente da quando il presidente degli Stati Uniti è entrato in carica quasi tre anni fa.

“Il presidente ha sottolineato questi punti in modo coerente e lo farà di nuovo la prossima settimana a San Francisco”, ha detto il funzionario.

I funzionari hanno detto che Biden discuterà anche del conflitto in Ucraina con Xi. Venerdì la segretaria del Tesoro Janet Yellen ha detto di aver detto alla sua controparte He Lifeng in un incontro di due giorni a San Francisco che gli Stati Uniti volevano che Pechino reprimesse le società private cinesi che vendevano attrezzature alla Russia per facilitare la guerra di Mosca con Kiev.

“Ho sottolineato. . . che per noi è fondamentale che le aziende non forniscano materiale per il settore industriale della difesa russo e che siamo pronti a mettere in atto ulteriori sanzioni”, ha affermato Yellen. “Vorremmo vedere la Cina reprimere [on the companies]soprattutto quando forniamo informazioni.”

I funzionari hanno sottolineato che il vertice Biden-Xi, che segue mesi di impegni ad alto livello, non ha segnato un cambiamento nella politica statunitense nei confronti della Cina, ma un riconoscimento che le potenze necessitano di canali di comunicazione efficaci.

“L’intensa concorrenza richiede e richiede un’intensa diplomazia per gestire le tensioni e impedire che la concorrenza sfoci in un conflitto”, ha affermato il funzionario americano. “La diplomazia è il modo in cui chiariamo le percezioni errate, segnaliamo, comunichiamo, evitiamo sorprese e spieghiamo i nostri passi competitivi”.

Xie Feng, ambasciatore cinese negli Stati Uniti, ha affermato che i due presidenti avranno “una comunicazione approfondita su questioni di importanza strategica, generale e fondamentale nel plasmare le relazioni Cina-USA e sulle principali questioni riguardanti la pace e lo sviluppo nel mondo”.

See also  Crisi immobiliare: siete disposti ad aspettare 6 mesi per affittare un monolocale a Parigi?

Le relazioni USA-Cina sono nel loro stato peggiore da quando i paesi hanno normalizzato le relazioni diplomatiche nel 1979. Washington è preoccupata per questioni che includono l’esportazione cinese di ingredienti per il fentanil, un oppioide sintetico che ora è il principale killer dei giovani americani.

Pechino, nel frattempo, critica gli sforzi degli Stati Uniti volti a frenare la modernizzazione militare attraverso controlli sulle esportazioni volti a rallentare i progressi nello sviluppo di chip avanzati per applicazioni come l’intelligenza artificiale e l’informatica quantistica.

Quando i due leader si sono incontrati a Bali lo scorso novembre, hanno concordato sulla necessità di stabilizzare le relazioni per ridurre le possibilità che la crescente concorrenza tra i rivali sfoci in un conflitto militare.

Ma gli sforzi per stabilire una “pausa” alla relazione sono falliti quando un sospetto pallone spia cinese ha sorvolato gli Stati Uniti a febbraio.

Yellen ha affermato che gli Stati Uniti e la Cina hanno migliorato le comunicazioni negli ultimi mesi. Ha detto di aver avuto discussioni approfondite sull’economia cinese con He, il vice-premier cinese, e che Pechino ritiene di “affrontare con forza” le sue questioni economiche interne, inclusa la crisi del suo mercato immobiliare.

Il segretario al Tesoro ha affermato che i funzionari cinesi desiderano evitare di gonfiare ulteriormente il mercato immobiliare del paese o di aggiungere ulteriore debito ai bilanci dei governi locali. “Non vogliono mettere in atto misure che fornirebbero una spinta a breve termine all’economia, ma a scapito di esacerbare i problemi a lungo termine”, ha detto Yellen.

Notando il calo delle partecipazioni della Cina in titoli del Tesoro USA, ha detto che i funzionari cinesi sono desiderosi di prevenire un ulteriore deprezzamento della loro valuta e “non sarebbe sorprendente se stessero riducendo in una certa misura le partecipazioni in titoli del Tesoro per sostenere la loro valuta”.

See also  Le etichette di avvertenza in stile sigaretta potrebbero ridurre il consumo di carne?

Yellen ha affermato che le due parti non hanno discusso del ritardo di Pechino nell’approvazione dell’acquisizione da 69 miliardi di dollari di VMware da parte del gruppo statunitense di chip Broadcom, che ha costretto le società a rinviare la chiusura della fusione.

Video: L’iniziativa cinese Belt and Road è stata un successo?

Leave a Comment