Il processo Bankman-Fried ha messo in luce le frodi legate alle criptovalute, ma il Congresso non è stato desideroso di regolamentare il settore

PALM SPRINGS, California (AP) – La convinzione dell’ex il magnate delle criptovalute Sam Bankman-Fried per aver rubato almeno 10 miliardi di dollari a clienti e investitori è l’ultimo segno nero per l’industria delle criptovalute, ma a Washington sembra esserci poco o nessun interesse a far passare la regolamentazione.

Quando le criptovalute crollarono e a numero di aziende sono fallite lo scorso anno, il Congresso ha preso in considerazione molteplici approcci su come regolamentare il settore in futuro. Tuttavia, la maggior parte di questi sforzi non è andata da nessuna parte, soprattutto in questo anno caotico in cui è stato dominato tensioni geopolitiche, inflazione e le imminenti elezioni del 2024.

Ironicamente, il fallimento della FTX di Bankman-Fried e il suo successivo arresto alla fine dello scorso anno potrebbero aver contribuito allo slancio verso uno stallo della regolamentazione. Prima che FTX implasse, Bankman-Fried speso milioni di dollari – prelevato illegalmente dai suoi clienti, a quanto pare – per influenzare la discussione sulla regolamentazione delle criptovalute a Washington e spingere all’azione.

Senza il Congresso, i regolatori federali come la Securities and Exchange Commission sono intervenuti per intraprendere le proprie azioni coercitive contro il settore, compreso il avvio di azioni legali contro Coinbase e Binancedue dei più grandi scambi di criptovaluta.

E più recentemente PayPal ha ricevuto un mandato di comparizione dalla SEC relativo alla sua stablecoin PayPal USD, ha affermato la società un deposito presso le autorità di regolamentazione dei valori mobiliari Mercoledì. “Il mandato di comparizione richiede la produzione di documenti”, ha affermato la società. “Stiamo collaborando con la SEC in relazione a questa richiesta.”

Tuttavia, il Congresso deve ancora agire.

See also  Gli afflussi di fondi per asset digitali raggiungono i 78 milioni di dollari mentre i volumi degli scambi salgono a 1,13 miliardi di dollari: Coinshares

I senatori Debbie Stabenow, D-Mich., e John Boozman, R-Ark., proposto lo scorso anno consegnare l’autorità di regolamentazione sulle criptovalute bitcoin ed etere alla Commodities Futures Trading Commission. Stabenow e Boozman guidano la Commissione Agricoltura del Senato, che ha autorità sul CTFC.

Un grande ostacolo al Senato è stato il senatore Sherrod Brown, D-Ohio, presidente del Comitato bancario del Senato.

Brown è stato molto scettico nei confronti delle criptovalute come concetto ed è stato generalmente riluttante a dare loro la benedizione del Congresso attraverso la regolamentazione. E’ trattenuto diverse audizioni in commissione sulle questioni relative alle criptovalute, che vanno dall’impatto negativo sui consumatori all’uso delle valute per finanziare attività illecite, ma non ha avanzato alcuna legislazione fuori dalla sua commissione.

“Gli americani continuano a perdere denaro ogni giorno a causa di truffe e frodi legate alle criptovalute”, ha affermato Brown in una nota dopo la condanna di Bankman-Fried. “Dobbiamo reprimere gli abusi e non possiamo lasciare che l’industria delle criptovalute scriva le proprie regole.”

Alla Camera, un disegno di legge che metterebbe barriere normative attorno alle stablecoin – criptovalute che dovrebbero essere sostenute da beni materiali come il dollaro USA – è stato approvato quest’estate dal Comitato per i servizi finanziari della Camera. Ma quel disegno di legge non ha ottenuto alcun interesse da parte della Casa Bianca e del Senato.

Il presidente Joe Biden l’anno scorso ha firmato un ordine esecutivo sulla supervisione governativa della criptovaluta che spinge la Federal Reserve a valutare se la banca centrale debba intervenire e creare la propria valuta digitale. Finora, però, non vi è stato alcun movimento su questo fronte.

See also  Tencent lancia i servizi di contratto intelligente e-CNY

I difensori dei consumatori sono scettici sulla necessità di nuove regole.

“Non c’è bisogno di alcuna legislazione crittografica di interesse speciale che legittimerebbe solo un settore utilizzato da speculatori, predatori finanziari e criminali”, ha affermato Dennis Kelleher, presidente di Better Markets, un’organizzazione no-profit che lavora per “costruire un sistema finanziario più sicuro”. sistema per tutti gli americani”, secondo il suo sito web.

“Inoltre, quasi tutto ciò che fa l’industria delle criptovalute è chiaramente coperto dalle leggi esistenti sui titoli e sulle materie prime seguite da tutte le altre società finanziarie rispettose della legge nel paese”, ha affermato.

Bartlett Collins Naylor, sostenitore della politica finanziaria per il Public Citizen’s Congress Watch, ha affermato che “le leggi sulle frodi e sui titoli sono attualmente valide”.

I sostenitori delle criptovalute, nel frattempo, si affrettano a notare che è stato Bankman-Fried a essere processato, non l’intero settore.

“Come ha riscontrato la giuria, si trattava di un chiaro caso di frode commessa da un piccolo gruppo di individui”, ha affermato Sheila Warren, CEO del Crypto Council for Innovation. “Non è un fatto correlato il fatto che gli Stati Uniti abbiano bisogno di chiarezza normativa nel settore delle risorse digitali. I politici erano concentrati su questa realtà prima di questo processo e continueranno a concentrarsi su di essa in futuro”.

__

Hussein ha riferito da Lewiston, nel Maine

Leave a Comment