Il CEO di OpenSea annuncia il licenziamento di metà della forza lavoro

Il più antico mercato NFT di Ethereum sta ridimensionando la propria forza lavoro come parte di una “strategia 2.0” incentrata su comunità, prodotto e affidabilità.

Devin Finzer, cofondatore e amministratore delegato di OpenSea, ha rivelato i tagli ai posti di lavoro il 3 novembre tramite un thread su X, ex Twitter. Il post di Finzer spiegava che la decisione era stata resa necessaria da un ripensamento della “cultura operativa, del prodotto e della tecnologia di OpenSea da zero”.

Lo spostamento fa parte di “OpenSea 2.0” in quanto si trasferisce l’hub di scambio digitale di oggetti collezionabili espandere la sua posizione dominante nel mercato dei token non fungibili (NFT). Secondo quanto riferito, circa la metà della forza lavoro è stata colpita dalla decisione.

Cambieremo il modo in cui operiamo, passando a un team più piccolo con un collegamento diretto con gli utenti. Quindi oggi saluteremo alcuni compagni di squadra di OpenSea. Questa è la parte più difficile di questo cambiamento. Queste persone hanno avuto un ruolo chiave nel portarci a questo punto e sono incredibilmente grato per il loro contributo.

Devin Finzer, CEO e fondatore di OpenSea

Il discorso di Finzer si è concluso con i saluti allo staff di OpenSea defunto. “Altri sarebbero fortunati ad assumerli.” ha detto l’amministratore delegato.

La notizia è arrivata poche ore dopo che OpenSea ha presentato la sua versione pro sulla rete L2 Polygon e annunciato il supporto per gli scambi cross-chain, consentendo ai partecipanti NFT di sfruttare un’esperienza multichain da un’unica piattaforma.

See also  Il mercato degli asset del mondo reale tokenizzato raggiungerà i 10 trilioni di dollari entro il 2030, progetti 21.co – Gli RWA possono alimentare Ethereum (ETH) fino a raggiungere una capitalizzazione di mercato multimiliardaria?

Gli aggiornamenti di OpenSea seguono un periodo turbolento dopo che l’ex capo del prodotto Nathanial Christain è stato condannato per insider trading con l’accusa di frode e riciclaggio di denaro.

Le autorità NFT di Bluechip come Bored Ape Yacht Club e creatori come Yuga Labs hanno preso in considerazione l’idea di elencare i loro oggetti da collezione blockchain su altre piattaforme circa due mesi dopo che OpenSea ha disattivato il suo sistema di applicazione delle royalty.

Seguici su Google News

Leave a Comment