Jameson Lopp dubita del collegamento tra Hal Finney e Satoshi Nakamoto

Il co-fondatore e CTO di CASA Jameson Lopp ha messo in discussione le affermazioni secondo cui il noto scienziato informatico e crittografo Hal Finney era Satoshi Nakamoto.

In un discorso al Forum Plan B tenutosi a Lugano, in Svizzera, Lopp ha espresso i suoi dubbi sulle affermazioni secondo cui Finney, morto nel 2014, era l’uomo dietro il personaggio pseudonimo di Satoshi Nakamoto che ha inventato Bitcoin (BTC).

Lopp riconosce il contributo di Finney a Bitcoin. Oltre a Satoshi, Finney è stata la prima persona a scaricare ed eseguire il software Bitcoin.

Tuttavia, il CTO della CASA ha evidenziato una gara tenutasi il 18 aprile 2009 a Santa Barbara, in California, alla quale Finney aveva partecipato. La gara si è svolta mentre un’e-mail veniva inviata avanti e indietro tra Satoshi Nakamoto e lo sviluppatore Mike Hearn.

Secondo Lopp sarebbe stato impossibile per Finney partecipare ad uno scambio di email mentre era concentrato su una gara. Per non parlare del fatto che è stata confermata una transazione Bitcoin nello stesso periodo di questa gara.

“Vedi, per l’ora e 18 minuti in cui Hal Finney stava correndo lungo questo percorso a Santa Barbara, possiamo essere abbastanza sicuri che non fosse davanti a un computer o altro dispositivo elettronico dove avrebbe potuto fare quello che stava facendo Satoshi. .”

Jameson Lopp, direttore tecnico di CASA

Lopp ha notato qualcosa di strano anche esaminando un indirizzo IP svizzero collegato a Hearn, che corrisponde al periodo in cui ha lavorato presso gli uffici svizzeri di Google. Fornisce un’ulteriore prova che Satoshi era attivo mentre Finney era fuori a correre.

Ha effettuato un confronto fianco a fianco tra gli stili di codice di Nakamoto e Finney e ha notato molte differenze nelle loro preferenze di interlinea e nelle personalità generali. Con queste informazioni, si è chiesto come una persona possa avere identità di codifica così diverse.

“Sono un ingegnere informatico. Conosco il codice. E il loro codice non era lo stesso. E infatti, possiamo guardare il codice di prova riutilizzabile di Hal. Possiamo paragonarlo al primissimo rilascio del codice pubblicato per Bitcoin, e molte grandi differenze sono immediatamente evidenti.”

Jameson Lopp Direttore tecnico della CASA

Sebbene l’indagine di Lopp non fornisca prove definitive, presenta un caso interessante contro Finney come creatore di Bitcoin. Il crittografo è morto nell’agosto 2014 avendo previsto che un giorno il prezzo del Bitcoin avrebbe potuto raggiungere i 10 milioni di dollari.

See also  Il pagamento una tantum delle quote pre-GST è il regalo Diwali del governo del Punjab per i commercianti

Seguici su Google News

Leave a Comment