la banca dovrebbe comprimere il suo bilancio, non solo i suoi clienti

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

L’inasprimento della cinghia e la riduzione dell’indebitamento sono sempre più la norma per i consumatori spagnoli. Ciò è razionale, considerati i tassi di interesse ai massimi ventennali. Lunedì il calo del 55% dei nuovi prestiti ipotecari ha sorpreso ancora gli azionisti di Unicaja.

In risposta, il prezzo delle azioni è sceso fino al 5%. Ciò nonostante un aumento del 35% degli utili netti del terzo trimestre che ha superato le aspettative del mercato.

Quest’anno le azioni delle banche spagnole hanno superato la maggior parte delle controparti europee. Uno dei motivi è che i rendimenti sui loro libri di prestito seguono i tassi di interesse della banca centrale. Orientata al mercato dei mutui, Unicaja ne trae vantaggio; i rendimenti medi dei prestiti sono aumentati di 50 punti base nel corso del trimestre al 3,09%.

Nel frattempo, le banche spagnole hanno solo lentamente trasferito tassi più alti ai loro depositanti. I costi dei depositi presso Unicaja sono aumentati di soli 10 punti base nel terzo trimestre, attestandosi ad appena lo 0,47%, uno dei tassi di trasferimento più bassi del settore. Anche senza ulteriori aumenti dei tassi da parte della banca centrale, il reddito netto da interessi dovrebbe crescere l’anno prossimo, aumentando i profitti.

Gli investitori sono ambivalenti. Le azioni Unicaja sono bloccate a un forte sconto rispetto al valore contabile, in parte a causa di un basso rendimento del capitale proprio del 6%. Eppure commerciano con un rapporto prezzo/utili relativamente alto per le banche europee.

See also  La Corte sospende la regola della raccolta dati CFPB per piccole imprese a livello nazionale

Ciò lascia il nuovo amministratore delegato Isidro Rubiales Gil con un dilemma. Il rapporto Common Equity Tier 1 di Unicaja è stato del 14,2% nel terzo trimestre, ben al di sopra dell’obiettivo stabilito del 12,5%. Dovrebbe avere circa 500 milioni di euro di capitale di riserva, quasi un quinto dell’attuale capitalizzazione di mercato. Può pagarlo agli azionisti, acquistare un po’ di crescita o aggiustare il bilancio per migliorare i rendimenti del capitale.

Riacquistare azioni con uno sconto del 60% rispetto al valore contabile tangibile ha senso, ma potrebbe anche aumentare di sette volte il rapporto prezzo/utili futuri. Questo è il massimo per le banche europee.

La riparazione del bilancio offre un utilizzo migliore. Gli asset immobiliari pignorati per un valore contabile netto di 500 milioni di euro resistono alle passate recessioni. La loro cessione, coperta dal capitale in eccesso, dovrebbe ridurre il capitale.

Dovrebbero seguire migliori rendimenti del capitale e una valutazione più elevata. Questa promessa dovrebbe sostenere le azioni di Unicaja.

La nostra popolare newsletter per gli abbonati premium viene pubblicata due volte alla settimana. Mercoledì analizzeremo un tema caldo da un centro finanziario mondiale. Venerdì analizzeremo i grandi temi della settimana. Per favore iscriviti Qui.

Leave a Comment