la condanna di Sam Bankman-Fried

Il destino di Sam Bankman-Fried è stato segnato nel giro di poche ore da 12 normali newyorkesi e dai loro istinti, rafforzati da una pizza sponsorizzata dal governo in un tribunale quasi deserto, quasi un anno esatto dopo che il crollo di FTX verso la bancarotta ha scosso il mondo delle criptovalute.

Un processo per frode durato 18 giorni in cui la giuria è stata bombardata da discorsi su “portafogli omnibus” e “server SQL” – e sottoposta a esami dettagliati dei gremlin nel codice dello scambio di criptovalute – si è ridotto a una questione molto più semplice.

“Una volta che la SBF ha preso posizione, la questione è diventata ‘gli credo o no'”, ha detto Widge Devaney, ex procuratore federale ora presso Baker McKenzie a New York. “Penso che la giuria lo abbia semplicemente guardato e abbia detto: ‘OK, non gli credo’.”

La decisione del 31enne fondatore di FTX di testimoniare in propria difesa, un gioco d’azzardo che gli avvocati tendono a sconsigliare ai clienti, forse non ha sorpreso Bankman-Fried, descritto dalla sua ex collega e fidanzata Caroline Ellison come “veramente neutrale rispetto al rischio”. ” purché ci fosse qualche potenziale rialzo.

Ma come ha sostenuto il pubblico ministero Nick Roos nelle sue osservazioni conclusive, la versione degli eventi fornita dall’ex magnate – che è stato colto di sorpresa nell’ottobre dello scorso anno da un buco multimiliardario nel bilancio di FTX – richiedeva ai giurati di credere che un laureato in fisica del MIT “che gestiva aziende da due miliardi di dollari e che stava testimoniando davanti al Congresso, era in realtà un incompetente”.

Per ritenere Bankman-Fried non colpevole, ha detto mercoledì Roos ai giurati, avrebbero dovuto concludere che “non aveva idea di cosa stesse succedendo nella sua stessa azienda, e non aveva idea di cosa stesse facendo di sbagliato”.

See also  Nessuna restrizione sulle importazioni di laptop, stiamo solo monitorando: Segretario del Commercio

Anche affermare di non ricordare i dettagli cruciali del crollo di FTX durante il controinterrogatorio ha fatto ben poco per aiutare la causa di Bankman-Fried.

Ma le probabilità erano contro l’ex miliardario da quando il governo degli Stati Uniti lo ha incriminato a dicembre e ha immediatamente proceduto ad assicurarsi la collaborazione di due dei suoi più stretti consiglieri, Ellison e Gary Wang, mentre era in volo per essere estradato da le Bahamas.

Seguì rapidamente un ulteriore patteggiamento con l’ex programmatore di FTX Nishad Singh e i pubblici ministeri furono fortunati ad avere il caso assegnato a Lewis Kaplan, un giudice veterano noto per la sua insofferenza verso le tattiche dilatorie.

“Questo caso si è svolto alla velocità della luce: non è stata una coincidenza, è stata una scelta”, ha detto Damian Williams, avvocato americano per il distretto meridionale di New York, subito dopo il verdetto.

La convinzione in quello che avrebbe potuto essere un caso complicato è stata un “monito per ogni truffatore che si ritiene intoccabile”, ha aggiunto.

Anche se la decisione unanime di una giuria che comprende un bibliotecario ed un ex banchiere d’investimento Salomon Brothers potrebbe ora chiudere il libro del pubblico ministero su FTX, lascia il resto del settore delle criptovalute vacillante per la sua associazione con una delle più grandi frodi finanziarie nella storia degli Stati Uniti.

“Il verdetto di colpevolezza ha un enorme impatto sul più ampio settore delle criptovalute”, ha affermato Neama Rahmani, presidente di West Coast Trial Lawyers. “Molte persone credono, giustamente o no, che le criptovalute siano una truffa, e questo caso rafforza questa convinzione.”

See also  Center Tweaks Norme di licenza per laptop, importazioni di computer. Dettagli qui

Al culmine del suo potere, quando FTX raggiunse una valutazione di 40 miliardi di dollari e fu accolto con favore sia da legislatori che da celebrità, Bankman-Fried raggiunse un livello di popolarità mainstream che nessun altro dirigente del settore cripto aveva raggiunto, sostenendo la nuova regolamentazione statunitense delle criptovalute e testimoniando tre volte in precedenza. commissioni congressuali, una volta con i lacci delle scarpe slacciati.

Il crollo di FTX nel novembre 2022 ha stimolato un blitz di casi di applicazione da parte delle autorità di regolamentazione statunitensi – guidate dalla Securities and Exchange Commission di Gary Gensler – contro i più grandi nomi sopravvissuti alla crisi dello scorso anno nei mercati delle criptovalute, tra cui Coinbase e Binance, quotate negli Stati Uniti, la più grande banca mondiale scambio di risorse digitali.

Più recentemente i politici, tra cui la senatrice democratica Elizabeth Warren, hanno rinnovato gli appelli per un giro di vite sul settore per i suoi legami con la finanza illecita e il finanziamento del terrorismo, in particolare dopo l’attacco di Hamas contro Israele il mese scorso.

La convinzione di Bankman-Fried potrebbe ora potenziare tali sforzi.

“SBF è il simbolo di tutte le ipotesi negative sulle criptovalute”, ha affermato Charley Cooper, ex capo dello staff della Commodity Futures Trading Commission. “Gary Gensler, Elizabeth Warren e altri sostenitori di una maggiore regolamentazione delle criptovalute coglieranno questo momento come un duro momento del tipo ‘te l’avevo detto’.”

Dopo il verdetto, Cooper ha aggiunto: “Il controllo esercitato sul settore negli ultimi anni non potrà che aumentare e i difensori delle criptovalute avranno il loro bel da fare nel tenere a bada le parti interessate del governo.”

See also  Il prezzo di Bitcoin (BTC) crolla dopo la rimozione del ticker dell'ETF BlackRock Spot

Anche i principali investitori della Silicon Valley e di Wall Street, che hanno sostenuto FTX con quasi 2 miliardi di dollari e hanno prestato credibilità a Bankman-Fried, saranno sotto esame dopo che il processo ha sottolineato come alcuni sono stati ingannati da bilanci inventati e amatoriali ed erano fin troppo ansiosi di credere a un “storia inventata”.

Sequoia Capital, SoftBank, Lightspeed Venture Partners e gli specialisti di criptovaluta Paradigm e Pantera Capital hanno versato centinaia di milioni di dollari nella società, solo per essere offuscati quando FTX si è rivelata una frode storica.

Dopo l’annuncio del verdetto, il partner di Sequoia Alfred Lin, che ha supervisionato l’investimento in FTX dell’azienda, ha scritto: “Immediatamente dopo il collasso di FTX, abbiamo ampiamente rivisto il nostro processo di due diligence e valutato il nostro rapporto di lavoro di 18 mesi con[Sam Bankman-Fried]. . . Abbiamo concluso che eravamo stati deliberatamente ingannati e ingannati”.

Nelle ultime settimane un gran numero di criptovalute, incluso il bitcoin, hanno registrato un rally, suggerendo che anche un processo penale di alto profilo non può smorzare l’entusiasmo per la nascente tecnologia. Ma dopo la condanna di Bankman-Fried, è improbabile che investitori, legislatori e pubblici ministeri si lascino convincere nuovamente dalla richiesta di un trattamento speciale lanciata dall’industria delle criptovalute.

“L’avete già sentito prima, sia che si trattasse di titoli garantiti da ipoteca o altre cose: ‘Non capite, questo è il nuovo paradigma'”, ha detto Devaney di Baker McKenzie. “Se non capisci, è un segnale di allarme.”

Oppure, come ha affermato giovedì sera Williams del Distretto Sud, “questo caso ha sempre riguardato la menzogna, l’imbroglio e il furto”.

Video: FTX: la leggenda di Sam Bankman-Fried | Pellicola FT

Leave a Comment