La Corte sospende la regola della raccolta dati CFPB per piccole imprese a livello nazionale

Giovedì un giudice federale del Texas ha sospeso la regola sulla raccolta dati delle piccole imprese del Consumer Financial Protection Bureau a livello nazionale, affermando che una precedente ingiunzione da lui emessa – che copre solo alcune banche – consente un doppio standard.

A luglio, il giudice capo Randy Crane della Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale del Texas ha esentato McAllen, la Rio Bank con sede in Texas, e i membri dell’American Bankers Association e della Texas Bankers Association dal dover rispettare una regola CFPB che richiede ai finanziatori di guadagnare almeno 100 prestiti annuali alle piccole imprese per raccogliere dati razziali, di genere e demografici dai mutuatari.

Ma quell’ordinanza di luglio “lascia i finanziatori non esentati soggetti alla discrezione di un’agenzia la cui stessa capacità di agire è una questione di interesse costituzionale”, ha scritto giovedì Crane, secondo Bloomberg Law.

Questo mese la Corte Suprema ha ascoltato le argomentazioni orali in un caso riguardante la costituzionalità della struttura di finanziamento del CFPB. La sentenza è attesa entro la prossima primavera.

La permanenza originaria di Crane sarebbe dovuta durare fino a quando la Corte Suprema non avesse preso la sua decisione. Ma giovedì il giudice ha ampliato la sua ingiunzione, applicandola a tutte le banche, cooperative di credito, fintech e altri istituti di credito su cui il CFPB ha autorità, ottenendo elogi da almeno due gruppi commerciali.

“La decisione di oggi livella il campo di gioco quando si tratta di implementare la regola del CFPB, che è molto importante per le cooperative di credito che devono affrontare grandi costi di conformità a causa di questa regola, mentre lavorano anche per servire i membri”, ha detto Jim Nussle, CEO della Credit Union National Association. dichiarazione. “I requisiti gravosi di questa norma, combinati con le questioni significative sulla costituzionalità dei finanziamenti del CFPB, hanno creato troppa incertezza nel mercato.”

See also  Insoddisfazione garantita dalla liquidazione del prestito Covid

Rebeca Romero Rainey, CEO di Independent Community Bankers of America, ha affermato che la mossa di giovedì conferma “cosa [ICBA] ha affermato da tempo” e “giustamente esteso… un provvedimento ingiuntivo temporaneo… a tutte le banche comunitarie in tutto il Paese”.

Il CFPB ha rifiutato di commentare la legge Bloomberg.

L’ufficio di presidenza ha sostenuto che un divieto a livello nazionale gli impedirebbe di rispondere alle domande dei finanziatori sul rispetto della regola sulla raccolta dei dati, entrata in vigore ad agosto. Crane ha chiarito giovedì che il CFPB potrebbe ancora rispondere alle domande e pubblicare bollettini di conformità e altre informazioni sul proprio sito web.

La regola della raccolta dati del CFPB ha suscitato obiezioni anche fuori dall’aula del tribunale. La scorsa settimana il Senato ha votato 53-44 per abrogare la misura utilizzando il Congressional Review Act. Il presidente Joe Biden, tuttavia, ha indicato che non approverà una sfida alla regola sulla raccolta dei dati CFPB. E i repubblicani al Senato probabilmente non hanno abbastanza voti per annullarlo.

Leave a Comment