La Moldavia vota alle elezioni locali mentre le autorità accusano la Russia di ingerenza

I Moldavi eleggeranno quasi 900 sindaci e 11.000 consiglieri locali per un mandato di quattro anni, comprese posizioni di vertice come il sindaco della capitale della nazione, Chisinau.

ANNUNCIO

Domenica i Moldavi voteranno alle elezioni locali nazionali poiché le autorità affermano che la Russia ha condotto una “guerra ibrida” per minare il voto nel paese candidato all’Unione Europea.

Mentre le elezioni locali in Moldavia, un paese di circa 2,5 milioni di abitanti situato tra Romania e Ucraina, di solito non attirano molta attenzione a livello internazionale, le continue accuse di ingerenza russa aggiungono una dimensione geopolitica al voto.

Il ballottaggio di domenica eleggerà quasi 900 sindaci e 11.000 consiglieri locali per un mandato di quattro anni, comprese posizioni chiave come sindaco della capitale, Chisinau. La votazione sarà monitorata da circa 1.500 osservatori nazionali e internazionali.

Due giorni prima delle elezioni, il primo ministro della Moldavia Dorin Recean ha annunciato il bando dei candidati del partito filo-russo Chance Party. Venerdì l’agenzia nazionale di intelligence della Moldavia ha pubblicato un rapporto in cui sostiene che la Russia sta cercando di “influenzare il processo elettorale” attraverso il partito. Saranno interessati circa 600 candidati.

“Stiamo proteggendo la Repubblica Moldova da una rete ben organizzata di criminali. Dalle elezioni viene escluso un gruppo criminale organizzato, non un partito politico”, ha detto Recean venerdì durante una conferenza stampa.

Il Servizio di intelligence e sicurezza, SIS, ha affermato nel suo rapporto di 32 pagine che il Chance Party aveva ricevuto circa 50 milioni di euro (53 milioni di dollari) in denaro russo, che è stato incanalato dall’oligarca moldavo in esilio Ilan Shor e utilizzato per destabilizzare il paese e ” buy” elettori nelle elezioni di domenica.

See also  I tassi di interesse sono in pausa. Dovresti aprire un CD o un conto di risparmio ad alto rendimento?

Shor, che risiede in Israele ed è stato condannato in contumacia ad aprile a 15 anni di carcere con l’accusa di frode, ha reagito al divieto del partito in un post su Facebook, definendolo una “presa di potere illegale e senza precedenti” e fornendo un elenco di alternative. approvazioni dei candidati.

Domenica, a Chisinau, parlando del divieto del partito, il presidente della Moldavia Maia Sandu ha detto ai giornalisti che “le elezioni riguardano la democrazia e il rispetto della legge. Coloro che non rispettano la legge, corrompono gli elettori, usano denaro illegale – non soddisfano gli standard democratici”.

Domenica, fuori da un seggio elettorale nella capitale, il pensionato Anatol Mosanu ha dichiarato di aver votato per “una vita migliore, strade migliori… affinché il domani sia migliore dell’oggi”.

“Ci aspettiamo tutti… che in futuro i nostri figli non lasceranno questo posto, e noi saremo circondati dai nostri figli, dai nostri nipoti”, ha detto, riferendosi all’elevato numero di Moldavi che si trasferiscono all’estero per salari migliori e condizioni di lavoro.

Cristian Cantir, professore associato moldavo di relazioni internazionali all’Università di Oakland, ha affermato che, sebbene le elezioni di domenica riguardino “essenzialmente questioni locali”, esse sono “importanti anche dal punto di vista geopolitico”.

“La Moldavia continua ad essere un paese molto polarizzato dal punto di vista geopolitico”, ha detto all’Associated Press. “Il dibattito si concentrerà davvero sui messaggi pro-UE e anti-UE”.

Cantir ha aggiunto che il rapporto “piuttosto schiacciante” del SIS conteneva “molte prove che suggeriscono che Shor in particolare ha collaborato con il Cremlino per indebolire il processo elettorale”.

Alla fine di ottobre, le autorità moldave hanno bloccato dozzine di siti mediatici russi, compresi quelli più importanti come Russia Today, accusandoli di condurre “campagne di disinformazione” contro la Moldavia.

See also  Mercato azionario oggi: Wall Street si mantiene più stabile mentre il suo svenimento di settembre si attenua un po'

Giorni dopo, sei stazioni televisive locali presumibilmente legate a Shor e a un altro oligarca in esilio, Vladimir Plahotniuc, si sono viste sospendere le licenze di trasmissione con la motivazione che stavano conducendo anche campagne di disinformazione volte a “influenzare le elezioni locali” e a “promuovere narrazioni geopolitiche” a favore della Russia.

Sia Shor che Plahotniuc sono stati aggiunti agli elenchi delle sanzioni lo scorso anno dagli Stati Uniti e dal Regno Unito.

Da quando la Russia ha lanciato un’invasione su vasta scala dell’Ucraina il 24 febbraio 2022, la Moldova, non membro della NATO, ha dovuto affrontare una lunga serie di problemi, tra cui una grave crisi energetica dopo che Mosca ha ridotto drasticamente le forniture di gas lo scorso inverno, un’inflazione alle stelle e diversi incidenti. di detriti missilistici trovati sul suo territorio risalenti alla guerra nella vicina Ucraina.

Shor era il capo del partito Shor, filorusso, dichiarato incostituzionale a giugno dalla Corte costituzionale della Moldavia. Questa decisione è arrivata dopo che il partito aveva tenuto proteste durate mesi contro il governo filo-occidentale, che accusava il partito di tentare di destabilizzare il Paese.

ANNUNCIO

A febbraio, Sandu ha delineato un presunto complotto di Mosca per rovesciare il governo della Moldavia per mettere la nazione “a disposizione della Russia” e farla deragliare dal suo percorso verso l’adesione un giorno all’UE. La Russia ha negato le accuse.

La Moldavia, ex repubblica sovietica, ha ottenuto lo status di candidato all’UE il 23 giugno 2022, lo stesso giorno dell’Ucraina.

“La Russia ha sempre cercato di indebolire le elezioni democratiche in Moldavia, in particolare nel tentativo di far deragliare le aspirazioni di integrazione europea”, ha detto Cantir. “Vedremo fino a che punto avranno avuto successo.”

See also  La domanda di protezioni per il collo aumenta vertiginosamente dopo la morte del giocatore di hockey: NPR

Leave a Comment