L’avvocato speciale chiede al giudice di limitare le dichiarazioni “infiammatorie” di Trump rivolte a individui e istituzioni nel caso delle elezioni del 2020

Washington — Il procuratore speciale Jack Smith ha chiesto al giudice federale che supervisiona il caso contro Donald Trump per i suoi presunti tentativi di ribaltare le elezioni del 2020 di limitare ciò che l’ex presidente può dire pubblicamente sul caso, accusandolo di fare “dichiarazioni pubbliche incendiarie” volte a influenzare potenziali giurati e testimoni intimidatori.

In un documento di 24 pagine di venerdì, Smith e i suoi pubblici ministeri elencano una litania di post di Trump sulla sua piattaforma Truth Social a partire dalla sua incriminazione nel caso di agosto. Dicono che l’ex presidente “ha diffuso quasi quotidianamente post pubblici denigratori e provocatori su Truth Social nei confronti dei cittadini del Distretto di Columbia, della Corte, dei pubblici ministeri e dei potenziali testimoni”. Affermano che Trump sa di “ispirare gli altri a perpetrare minacce e molestie contro i suoi obiettivi”.

Gli avvocati governativi hanno chiesto al giudice Tanya Chutkan di imporre un ordine “strettamente personalizzato” che impedisca a Trump di rilasciare “dichiarazioni extragiudiziali che presentino un pericolo serio e sostanziale di pregiudicare materialmente questo caso”.

“Le ripetute dichiarazioni dell’imputato secondo cui non potrà ricevere un processo equo da questa Corte o da una giuria composta da suoi pari in questo distretto rischiano sostanzialmente di minare la fiducia nel sistema giudiziario, di influenzare il numero dei giurati o di pregiudicare in altro modo la dovuta amministrazione della giustizia, “, scrivono i procuratori. “Le sue dichiarazioni fuorvianti riguardanti l’ufficio del procuratore speciale e le sue indagini sono progettate per fare lo stesso. E il suo prendere di mira testimoni specifici cerca di rafforzare o mettere sotto accusa i testimoni non davanti a questa Corte ma invece davanti al tribunale dell’opinione pubblica prima dell’inizio del processo.”

See also  Mercato azionario oggi: Wall Street in rialzo dopo il rapporto sull'inflazione per ammorbidire quello che è stato un settembre doloroso

Il governo ha proposto un’ordinanza che limita le dichiarazioni “riguardanti l’identità, la testimonianza o la credibilità di potenziali testimoni” e anche “dichiarazioni su qualsiasi parte, testimone, avvocato, personale del tribunale o potenziali giurati che siano denigratorie, provocatorie o intimidatorie”.

Nel documento si afferma inoltre che tale ordinanza non sarebbe intesa a “vietare citazioni o riferimenti a documenti giudiziari pubblici del caso o [Trump’s] proclami di innocenza.”

Gli avvocati governativi hanno sostenuto che Trump “ha una pratica consolidata di rilasciare dichiarazioni pubbliche provocatorie rivolte a individui o istituzioni che rappresentano un ostacolo o una sfida per lui”.

Hanno affermato che dopo le elezioni del 2020 si è concentrato sul sistema elettorale e sui funzionari elettorali e altri incaricati di “svolgere doveri civici per attuare elezioni giuste”. Il governo ha osservato che coloro che sono stati nominati da Trump nei suoi tweet “sono stati soggetti a minacce e molestie”.

Il documento citava alcuni esempi di ciò, rilevando che un individuo ha detto al comitato ristretto della Camera che ha indagato sulla rivolta del Campidoglio: “Dopo che il presidente mi ha twittato per nome, chiamandomi in quel modo, le minacce sono diventate molto più specifiche, molto più grafico e includeva non solo me per nome ma anche membri della mia famiglia per nome, età, indirizzo, foto della nostra casa. Solo ogni piccolo dettaglio che potresti immaginare. Questo è ciò che è cambiato con quel tweet. “

Il governo ha cancellato il nome del funzionario nella sua documentazione in tribunale, ma quella citazione proveniva dal comitato ristretto della Camera del 6 gennaio testimonianza dell’ex commissario della città di Filadelfia Al Schmidt nel giugno 2022.

See also  Tesori antichi rubati trovati al museo australiano, incluso un manufatto probabilmente contrabbandato fuori dall'Italia sotto mucchi di pasta

Trump ha risposto alla richiesta del procuratore speciale del tribunale su Truth Social.

“Quindi, sto facendo una campagna per la presidenza contro una persona incompetente che ha ARMATO il Dipartimento di Giustizia e l’FBI per inseguire il suo avversario politico, e non mi è permesso COMMENTARE”, ha scritto. “Hanno trapelato, mentono e fatto causa, e non mi permettono di PARLARE? In quale altro modo potrei spiegare che Jack Smith è squilibrato, o Joe il Crooked è INCOMPETENTE?”

Trump è stato incriminato da un gran giurì federale per quattro accuse relative ai suoi presunti tentativi di invertire i risultati delle elezioni del 2020 e si è dichiarato non colpevole.

Kathryn Watson ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment