Le azioni Intel salgono poiché il recupero dei chip dei PC contribuisce a sostenere gli utili

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Giovedì Intel ha fornito una rara buona notizia a Wall Street, con utili del terzo trimestre che hanno ampiamente superato le aspettative e previsioni robuste per gli ultimi mesi dell’anno, poiché la ripresa delle vendite di chip per PC ha indicato una conclusione più solida della crisi. anno per l’azienda in difficoltà.

I ricavi sono diminuiti dell’8% rispetto a un anno fa, riflettendo la profonda correzione delle scorte che ha colpito l’azienda all’inizio di quest’anno. Ma con 14,2 miliardi di dollari, è stato del 9% in più rispetto ai tre mesi precedenti e ha superato i 13,6 miliardi di dollari che Wall Street si aspettava.

Insieme alla previsione che i ricavi si riprenderebbero ulteriormente fino a raggiungere i 14,6-15,6 miliardi di dollari nel trimestre in corso, rispetto alle previsioni degli analisti di 14,36 miliardi di dollari, ciò ha fatto salire le azioni di Intel del 7% nelle negoziazioni aftermarket.

Dave Zinsner, direttore finanziario, ha affermato che tutte le attività di Intel hanno registrato risultati migliori del previsto, con i PC in testa. L’azienda ha perso terreno rispetto alla rivale AMD, in particolare nel mercato dei data center, dopo essere rimasta indietro nella tecnologia di processo produttivo. Ma Intel ha dichiarato giovedì di essere ancora sulla buona strada per rispettare le scadenze di sviluppo tecnologico che, a suo avviso, le daranno un vantaggio produttivo entro il 2025.

In un’intervista al Financial Times prima di una chiamata con gli analisti, Zinsner ha affermato che Intel ha continuato a perdere quote di mercato nei chip per data center nell’ultimo trimestre. Ma ha aggiunto che la prossima generazione di chip per data center dell’azienda, nome in codice Emerald Rapids e Sierra Forest, sarà sulla buona strada per il lancio il prossimo anno. “Si tratta di prodotti che riteniamo godano di un’ottima posizione competitiva”, ha aggiunto.

See also  Simone Biles guida le donne statunitensi al settimo titolo consecutivo a squadre ai campionati mondiali di ginnastica

Intel ha inoltre annunciato di aver siglato altri due clienti per la sua tecnologia di processo 18A, portando il totale a tre, e ha dichiarato di sperare di siglarne un quarto prima della fine dell’anno. Sebbene la società non preveda di iniziare a generare entrate dalla sua tecnologia 18A fino al 2025, la tecnologia è fondamentale per le speranze di Intel di costruire un’attività di fonderia che produca chip per conto di altre società.

L’utile netto nel terzo trimestre è sceso del 71%, a 310 milioni di dollari, a causa dei minori ricavi rispetto all’anno precedente e dei costi legati all’incremento della produzione di nuovi prodotti. Ma a 41 centesimi per azione, gli utili pro forma erano superiori ai 22 centesimi attesi da Wall Street. Intel prevede inoltre un utile pro forma per azione di 44 centesimi nel quarto trimestre, rispetto alle aspettative di 33 centesimi.

Leave a Comment