La divisione Reality Labs di Meta segnala una perdita inaspettata di 3,7 miliardi di dollari nel terzo trimestre

L’ambiziosa ricerca del concetto di metaverso da parte di Meta Platforms Inc., sostenuta dal CEO Mark Zuckerberg, continua ad avere un costo finanziario sconcertante. Nel suo rapporto sugli utili del terzo trimestre recentemente pubblicato, Meta ha rivelato che la sua divisione Reality Labs, responsabile dello sviluppo di tecnologie legate al metaverso, ha registrato una perdita operativa di 3,7 miliardi di dollari.

La rivelazione sottolinea il pesante costo finanziario dell’incursione di Meta nella realtà virtuale (VR) e nella realtà aumentata (AR). Il metaverso, un tempo al centro dell’attenzione, è passato in secondo piano nelle recenti discussioni.

Meta affronta una battuta d’arresto finanziaria

La performance della divisione Reality Labs è scesa nettamente al di sotto delle aspettative. Mentre gli analisti del settore avevano previsto vendite per circa 299,3 milioni di dollari, la divisione ha registrato entrate di soli 210 milioni di dollari. Inoltre, la perdita operativa di 3,7 miliardi di dollari ha superato di gran lunga quanto previsto, stimato in 3,9 miliardi di dollari.

Nonostante questi notevoli intoppi finanziari, Meta rimane costante nel trasformare il metaverso in realtà. Una delle ultime manifestazioni di questo impegno è l’introduzione del visore VR Quest 3, presentato a settembre. Commercializzato come successore tecnologicamente superiore di Quest 2, Quest 3 incorpora una funzionalità “passthrough” migliorata per offrire un’esperienza di realtà mista più coinvolgente.

Il prezzo di Quest 3, tuttavia, ha suscitato qualche dibattito. A $ 499, richiede un premio rispetto a Quest 2, con un prezzo superiore di $ 200. Tuttavia, rimane un’alternativa più economica rispetto al visore Quest Pro VR di fascia alta, con un prezzo elevato di $ 3.499.

See also  Verdetto Bankman-Fried, Bitcoin recupera 35.000 dollari

Meta sta posizionando la sua linea di visori Quest come un’opzione conveniente per i consumatori che esplorano la realtà virtuale, soprattutto se confrontati con i prossimi visori per realtà mista Vision Pro di Apple. Si prevede che debutterà il prossimo anno alla cifra esorbitante di 3.499 dollari.

L’azienda adotta anche un modello basato su abbonamento con il servizio di abbonamento Meta Quest+ VR, lanciato a giugno. Al prezzo di $ 7,99 al mese, questo servizio offre agli utenti l’accesso a due nuovi giochi mensili compatibili con i visori VR Quest 2, Quest Pro e Quest 3.

Le vendite di Meta nel terzo trimestre superano le aspettative

Nonostante le sorprendenti perdite subite dalla divisione Reality Labs, la performance finanziaria complessiva di Meta nel terzo trimestre ha mostrato resilienza. Le vendite totali del trimestre hanno raggiunto i 34,2 miliardi di dollari, superando la stima media degli analisti di 33,5 miliardi di dollari.

Tuttavia, l’ottimismo che circonda le prospettive finanziarie di Meta è frenato dal suo direttore finanziario, Susan Li, che ha sottolineato la suscettibilità della società alle fluttuazioni macroeconomiche. Li ha sottolineato che le prospettive sulle entrate per il 2024 rimangono incerte, gettando un’ombra sul futuro finanziario di Meta.

Di fronte alle crescenti pressioni finanziarie, l’azienda ha adottato misure decisive all’inizio dell’anno, riducendo la forza lavoro e razionalizzando le proprie operazioni. Questi sforzi miravano a rafforzare le sue capacità pubblicitarie e a sfruttare l’intelligenza artificiale per migliorare i suoi algoritmi. Un tempo punto focale, il metaverso ha visto una presenza sempre minore nelle recenti discussioni, soprattutto alla luce di una comunità di investitori scettici.

Leave a Comment