Mercato azionario oggi: Wall Street crolla dopo gli avvertimenti sui profitti, dati economici forti

NEW YORK (AP) – Wall Street crolla giovedì in scambi contrastanti dopo che alcune grandi aziende hanno messo in guardia circa un’economia globale incerta che colpirà i loro profitti. Lo hanno dimostrato anche i resoconti l’economia americana continua ad andare forte nonostante i tassi di interesse molto più alti che hanno già flagellato il mercato azionario.

L’indice S&P 500 è sceso dello 0,4% nelle ultime contrattazioni ed è sulla buona strada per il nono calo negli ultimi 11 giorni. Il calo è stato più marcato nel pomeriggio, scendendo ad un certo punto quasi del 10% al di sotto del suo massimo annuale fissato alla fine di luglio.

Un altro forte calo per le Big Tech ha trascinato il mercato, anche se la maggior parte dei titoli dell’indice S&P 500 erano in rialzo. Ciò ha portato il Nasdaq Composite a una perdita leader di mercato dello 0,9%, alle 15:05 ora orientale, mentre il Dow Jones Industrial Average è sceso di 30 punti, o dello 0,1%.

Meta piattaforme è stato tra i pesi più pesanti del mercato ed è sceso del 2,6%, anche se la società madre di Facebook e Instagram ha riportato profitti e ricavi per l’estate più consistenti di quanto previsto dagli analisti.

Gli investitori potrebbero essere stati spaventati dall’avvertimento della società secondo cui si è vista una certa debolezza iniziale nella pubblicità a causa di l’ultima guerra tra Israele e Hamase gli analisti hanno affermato che la società ha fornito una gamma più ampia rispetto al passato per le previsioni sui ricavi futuri.

Meta è uno dei “magnifici sette” titoli Big Tech responsabili di gran parte dei guadagni dell’indice S&P 500 all’inizio di quest’anno. Poiché sono di dimensioni così immense, le loro azioni hanno un peso aggiuntivo sull’S&P 500 e su altri indici. E i loro enormi guadagni all’inizio di quest’anno significano che si sono create grandi aspettative per loro, alzando il livello dei loro rapporti sui profitti.

See also  Le etichette di avvertenza in stile sigaretta potrebbero ridurre il consumo di carne?

Due dei Magnifici Sette hanno offerto rapporti all’inizio di questa settimana che Wall Street ha visto in modo misto, con Alphabet in calo del 9,5% e Microsoft in aumento del 3,1% mercoledì.

Gli ulteriori cali di giovedì per le Big Tech si sono verificati nonostante i rendimenti siano diminuiti nel mercato obbligazionario, che è stato per mesi al centro di forti movimenti per i mercati finanziari di tutto il mondo.

Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è sceso al 4,84% dal 4,96% di mercoledì sera. Nelle prime ore del mattino si era avvicinato al livello più alto dal 2007. I rendimenti hanno oscillato a seguito di un diluvio di rapporti sull’economia.

Una stima preliminare suggerisce che la crescita dell’economia americana ha accelerato durante l’estate molto più di quanto previsto dagli economisti. Un rapporto separato ha indicato il Il mercato del lavoro statunitense rimane straordinariamente solido, con relativamente pochi licenziamenti in tutto il paese. E il Banca Centrale Europea ha deciso di astenersi dall’aumentare i tassi di interesse per la prima volta in più di un anno.

Le azioni sono sotto pressione dall’estate I rendimenti dei titoli del Tesoro sono schizzati al rialzo. Stanno recuperando terreno rispetto al tasso di interesse principale controllato dalla Federal Reserve, che è al suo livello più alto dal 2001 mentre la banca centrale cerca di tenere sotto controllo l’elevata inflazione.

Rendimenti obbligazionari più elevati rendono gli investitori meno disposti a pagare prezzi elevati per azioni e altri investimenti. Inoltre rallentano bruscamente l’economia, aumentando il rischio di una recessione futura e aumentando la pressione sul sistema finanziario.

See also  Ford, GM e Mercedes chiariscono la debolezza della domanda di veicoli elettrici

Gli ottimi rapporti economici di giovedì mostrano chiaramente che l’economia americana non è in recessione. Ma Wall Street è più preoccupata per ciò che accadrà piuttosto che per ciò che è accaduto in passato, e la preoccupazione è che un’economia solida possa esercitare una continua pressione al rialzo sull’inflazione. Ciò a sua volta potrebbe spingere la Fed a mantenere i tassi elevati per un lungo periodo per sconfiggere l’elevata inflazione. E ciò significherebbe un’eventuale debolezza per l’economia e i profitti aziendali.

“Il lavoro della Fed non è finito, e non sembra che i tassi di interesse più alti stiano facendo il lavoro per loro”, ha detto Quincy Krosby, capo stratega globale di LPL Financial.

Nel breve termine, la stragrande maggioranza dei trader si aspetta che la Federal Reserve mantenga i tassi stabili nella prossima riunione, che si concluderà mercoledì. Ciò segnerebbe il secondo incontro consecutivo in cui la Fed non alzerebbe il suo tasso di interesse principale, che è stato portato sopra il 5,25% da quasi zero all’inizio dello scorso anno.

“Più in alto e mantieni, sì”, ha affermato Lindsay Rosner, responsabile degli investimenti multisettoriali a reddito fisso presso Goldman Sachs Asset Management. “Più in alto e in escursione, no.”

Anche i profitti migliori del previsto delle grandi aziende statunitensi non sono stati sufficienti ad arrestare la caduta del mercato.

La maggior parte delle società dell’indice S&P 500 ha superato le aspettative di profitto degli analisti per l’estate e la speranza è che riportino la prima crescita complessiva in un anno. Ma diverse grandi aziende sono crollate giovedì a causa di risultati deludenti o previsioni per le tendenze future.

See also  Il giudice ordina la fine della tutela tra Michael Oher e i Tuohys: NPR

UPS crolla del 4,9% dopo aver tagliato le previsioni su alcuni risultati annuali a causa dell’incertezza sulla direzione che prenderà l’economia globale. Gli investitori vedono UPS come una finestra sulla forza dell’economia globale perché spedisce così tanti prodotti in tutto il mondo.

Align Technology, che produce sistemi Invisalign che raddrizzano i denti, ha anche affermato che un’economia globale incerta potrebbe pesare sui suoi prossimi risultati. Le sue azioni sono crollate del 24,5% dopo aver riportato profitti e ricavi più deboli nell’ultimo trimestre.

Dal lato vincente di Wall Street c’è stata IBM, che è cresciuta del 5% dopo aver riportato profitti e ricavi più forti di quanto previsto dagli analisti per l’ultimo trimestre.

Nei mercati azionari esteri, gli indici sono rimasti leggermente al ribasso in Europa, dopo essere scesi più bruscamente in Giappone e Corea del Sud. Le azioni sono salite a Shanghai.

___

Ha contribuito la scrittrice di AP Business Elaine Kurtenbach.

Leave a Comment