L’ex capo dell’investment banking del Credit Suisse si unisce a Santander

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Santander ha accettato di assumere l’ex co-direttore della banca d’investimento del Credit Suisse, David Miller, che diventa l’ultimo dirigente dell’istituto di credito svizzero al collasso.

Miller entrerà nell’ufficio di Santander a New York come vicepresidente della sua banca aziendale e di investimento e riferirà al suo capo, José Linares, da gennaio, secondo fonti a conoscenza della nomina.

Santander ha già assunto quest’anno dozzine di ex banchieri d’investimento del Credit Suisse e ha stanziato 250 milioni di dollari per costruire la propria banca d’investimento nei prossimi due anni.

Miller, che ha lasciato il Credit Suisse quando è stato rilevato da UBS durante l’estate, sarà responsabile della copertura di grandi clienti e della creazione di operazioni nel suo nuovo ruolo, secondo le persone a conoscenza dell’accordo.

Santander, che non è un colosso dell’investment banking, quest’anno ha assunto più di 100 banchieri, per lo più residenti negli Stati Uniti, di cui circa la metà provenienti dal Credit Suisse.

Molti dei nuovi assunti del Credit Suisse sono stati raccomandati personalmente da Hector Grisi, che all’inizio dell’anno è diventato amministratore delegato di Santander e ha lavorato presso la banca svizzera per 18 anni.

Il mese scorso, il presidente esecutivo di Santander, Ana Botín, ha dichiarato al Financial Times: “La possibilità di accelerare la crescita negli Stati Uniti è stata per noi un’opportunità logica. Ciò che vogliamo sono persone che si adattino alla nostra cultura”.

L’ambizione dell’istituto di credito spagnolo di far crescere la propria banca d’investimento è in netto contrasto con i rivali di Wall Street, che quest’anno hanno annunciato alcuni dei più grandi tagli di posti di lavoro dai tempi della crisi finanziaria globale.

See also  IDBI Bank ha attività fiscali differite di Rs 11.520 cr, 120 proprietà in 7 città

I piani di Santander fanno parte di una strategia a lungo termine volta a cercare di sfruttare la propria rete di clienti aziendali in Europa e nelle Americhe offrendo loro una gamma di servizi, compreso l’accesso ai mercati dei capitali e consulenza strategica.

Miller, entrato in Credit Suisse nel 1997, era uno dei pochi dirigenti senior le cui dimissioni furono annunciate poche ore dopo che UBS aveva completato l’acquisizione del suo rivale in difficoltà a giugno.

Michael Ebert, che dirigeva la banca d’investimento del Credit Suisse insieme a Miller, è stato mantenuto e nominato unico responsabile dell’attività e responsabile delle Americhe per la banca d’investimento di UBS.

Miller ed Ebert sono stati insediati come co-responsabili della banca d’investimento del Credit Suisse nel 2022, subito dopo che Ulrich Körner è diventato amministratore delegato con la missione di ridurre la divisione soggetta a incidenti.

Miller si unirà a una serie di ex colleghi di Santander, tra cui David Hermer, che è stato responsabile globale dei mercati azionari e di debito presso Credit Suisse ed è ora a capo del CIB della banca spagnola negli Stati Uniti.

Santander ha rifiutato di commentare. Miller non ha risposto a una richiesta di commento al momento della pubblicazione.

Leave a Comment