L’IT fissa l’evasione fiscale da parte delle compagnie assicurative e degli intermediari a ₹ 30.000 cr

Nuova Delhi: le compagnie di assicurazione e i loro intermediari avrebbero eluso quasi ₹ 30.000 crore di imposta sul reddito dal 1 luglio 2017 (dall’inizio della GST) sopprimendo le entrate e mostrando spese false, secondo una valutazione interna del dipartimento delle imposte sul reddito.

Il dipartimento è in procinto di inviare avvisi di richiesta di imposta a queste entità per recuperare le quote, hanno detto a ET persone a conoscenza dei dettagli. L’importo potrebbe aumentare una volta applicati gli interessi e le sanzioni, hanno affermato.

“Stiamo inviando avvisi di richiesta insieme a penalità e interessi alle aziende separatamente e loro avranno il tempo stabilito per rispondere o contestarli”, ha detto un alto funzionario.

L’ufficiale di valutazione deciderà l’importo degli interessi e della sanzione.

Evasione dei pegs IT da parte di Insurance Cos, intermediari a ₹ 30.000 cr

L’anno scorso, il dipartimento delle imposte sui redditi ha avviato un’indagine, insieme alla direzione generale della GST Intelligence (DGGI), dopo aver scoperto che alcune compagnie di assicurazione aggiravano le norme sulle commissioni, pagando più di quanto consentito ad agenti e intermediari. Tali pagamenti sono stati effettuati contro fatture che secondo i funzionari erano false. Il dipartimento delle imposte sul reddito ha indagato sulla perdita di imposta sul reddito a causa della spesa presumibilmente gonfiata. “Ci sono stati anche casi di false spese per la CSR, che mostravano eventi mai accaduti e pubblicità altamente gonfiate e fatture di eventi per le quali abbiamo tutti i dettagli della transazione,” ha detto un altro funzionario. L’indagine iniziale ha riguardato 30 compagnie di assicurazione, 68 agenti fiscali e intermediari. L’indagine è stata successivamente estesa a molte banche che avevano operato come intermediari assicurativi in ​​tutto il Paese. Nel caso delle banche che hanno agito come intermediari, l’indagine ha rilevato che le compagnie di assicurazione pagavano i costi di fornitura della manodopera delle banche, che non sono mai stati riportati nei libri contabili delle banche.

See also  Il Funding Circle ottiene la tanto attesa possibilità di concedere prestiti alla SBA

Ciò equivale a una mancata divulgazione, che costituisce una grave violazione delle leggi informatiche, ha aggiunto il secondo funzionario. La DGGI stava esaminando i casi di assicuratori che rivendicavano un credito d’imposta sugli acquisti senza la sottostante fornitura di beni e servizi, presumibilmente utilizzando fatture false fornite da intermediari. Il DGGI ha affermato che ciò ha causato un’evasione della GST di ₹ 3.500 crore. “Si è trattato di un’indagine congiunta e di un esempio di condivisione dei dati che abbiamo fatto con la DGGI, che ha supportato l’indagine con dati e prove”, ha affermato.

ET ha riferito ad agosto che l’indagine sull’imposta sul reddito era quasi terminata e che i risultati erano stati condivisi con la rispettiva giurisdizione e gli ufficiali accertatori.

Leave a Comment