Lo sciopero della UAW potrebbe estendersi ulteriormente venerdì: “Potremmo dover aumentare la pressione”

Il presidente della United Auto Workers Shawn Fain parlerà ai suoi membri tramite Facebook venerdì mattina alle 10 ET, e una fonte della UAW ha detto a FOX Business che annuncerà nuovi obiettivi di sciopero contro le tre grandi case automobilistiche di Detroit se entro allora non saranno stati compiuti progressi sufficienti nelle trattative contrattuali.

Il piano della UAW è quello di intensificare progressivamente il suo sciopero mentre i negoziati si trascinano senza accordi in vigore. Si tratta di una strategia che, secondo il sindacato, consente una maggiore flessibilità nell’escalation e rende più difficile per le aziende automobilistiche prevedere la prossima mossa.

sciopero del picchetto dei lavoratori della UAW

Impressionante United Auto Workers marcia davanti alla fabbrica Stellantis Mopar il 26 settembre 2023, in Ontario, California. (Gina Ferazzi/Los Angeles Times tramite Getty Images/Getty Images)

I primi scioperi del sindacato sono iniziati il ​​15 settembre in un singolo stabilimento di Ford, GM e Stellantis dopo l’ordine di marcia di Fain tramite un video in diretta su Facebook quella mattina.

BIDEN DICE AI LAVORATORI AUTOMOBILISTICI IN SCIOPERO DI “MANTENERE CON ESSO”, CHE “MERITANO” UN “AUMENTO SIGNIFICATIVO”

Ticker Sicurezza Scorso Modifica Modifica %
F FORD MOTOR CO. 12.56 +0,17 +1,37%
GM MOTORI GENERALI CO. 33.16 +0,81 +2,50%
STLA STELLANTIS NV 19.27 +0,47 +2,50%

Il venerdì successivo, 22 settembre, il sindacato ha ampliato il suo sciopero contro GM e Stellantis prendendo di mira 38 impianti di distribuzione di ricambi tra le due case automobilistiche. Ma ha risparmiato alla Ford ulteriori attività di sciopero, affermando che erano stati compiuti progressi nei colloqui con la società.

Un’altra fonte sindacale ha detto alla Detroit Free Press che “tutto è sul tavolo” con l’annuncio di Fain venerdì.

See also  La Nuova Zelanda elegge il governo di centro-destra per l’era post-pandemia

Martedì, dopo la visita del presidente Biden ai picchetti, Fain ha fornito al quotidiano un aggiornamento su come stavano andando i colloqui.

“Ci stiamo ancora muovendo con tutte e tre le società. È più lento, ma è una contrattazione”, ha detto. “Alcuni giorni ti sembra di fare due passi avanti, il giorno dopo ne fai uno indietro. Le cose si stanno muovendo, ma dobbiamo solo vedere.

Il presidente americano Joe Biden

Il presidente Biden si rivolge ai membri in sciopero del sindacato United Auto Workers durante un picchetto all’esterno di uno stabilimento di produzione di ricambi della General Motors a Belleville, Michigan, il 26 settembre 2023. (Jim Watson/AFP tramite Getty Images/Getty Images)

“Potremmo dover aumentare la pressione.”

Questa settimana il presidente della UAW ha anche intensificato la sua retorica contro le case automobilistiche. In un discorso durante la visita di Biden, ha paragonato i Tre Grandi alle potenze dell’Asse della Germania nazista, dell’Italia e del Giappone durante la seconda guerra mondiale.

Giovedì pomeriggio, Fain ha pubblicato un video in cui accusava GM e Stellantis di “favorire la violenza” contro i lavoratori in picchettaggio. Ha sottolineato un incidente in cui cinque membri della UAW sono stati colpiti da un veicolo fuori da una fabbrica GM nel Michigan mentre, secondo quanto riferito, bloccavano una delle uscite. Secondo quanto riferito, l’autista era un dipendente dello stabilimento.

UAW RIFIUTA L’OFFERTA DI AUMENTO DEL PAGAMENTO DEL 21% DI STELLANTIS: “Abbiamo chiesto il 40%”

Fain ha detto che anche un membro e un senatore statale sono stati investiti da auto in Massachusetts mentre picchettavano un deposito di ricambi di Stellantis e hanno segnalato un rapporto secondo cui membri della UAW avevano armi puntate contro di loro da appaltatori non sindacali in un altro deposito di ricambi di Stellantis in California.

See also  Viene lanciata una nuova azienda medica mobile a Calgary per fornire un accesso rapido e conveniente ai servizi di laboratorio

“Vergogna a queste aziende per aver assunto crumiri violenti per cercare di spezzare il nostro sciopero”, ha detto Fain. “Insieme, opponiamoci contro l’avidità e la violenza delle multinazionali.”

Il presidente della UAW Shawn Fain parla alla manifestazione

Il presidente di United Automobile Workers Shawn Fain parla mentre i membri dell’UAW e i loro sostenitori si riuniscono a Warren, Michigan, il 20 agosto 2023. (Jeff Kowalsky/AFP tramite Getty Images/Getty Images)

GM ha detto in una dichiarazione all’inizio di questa settimana che l’individuo sospettato di aver scioperato i cinque dipendenti del picchetto nel Michigan lavorava per un appaltatore di pulizie di terze parti, Malace.

“In risposta a questo evento, abbiamo informato Malace che il sospetto dipendente insieme ad altri due dipendenti Malace che si trovavano nel veicolo in quel momento non sono più autorizzati a entrare in nessuna proprietà GM”, ha detto GM. “Inoltre, abbiamo condotto colloqui sulla sicurezza in tutte le strutture GM con attività di picchettaggio attiva per rafforzare l’aspettativa e il requisito che tutti i dipendenti che riscontrano picchetti che bloccano l’ingresso o l’uscita dalla nostra proprietà contattino la sicurezza del sito per aiutarli a procedere in sicurezza oltre i dipendenti che picchettano.”

IL PRESIDENTE DELLA UAW NON VEDE ‘ALCUN MOTIVO’ NELL’INCONTRO CON TRUMP: ‘SERVE UNA CLASSE DI MILIARDARI’

L’azienda ha ribadito di non aver assunto alcun sostituto per i lavoratori in sciopero.

In risposta al video di Fain, GM ha dichiarato in una dichiarazione separata: “La sicurezza è sempre la nostra massima priorità in ogni circostanza, e abbiamo a cuore profondamente il benessere di tutti i membri del nostro team e della comunità. Le false accuse di Shawn Fain riguardo ai recenti picchetti sulla sicurezza” questi incidenti sono solo un altro esempio di come si dà priorità alla retorica incendiaria rispetto agli sforzi seri per raggiungere un accordo.”

“La sicurezza è sempre la nostra massima priorità in ogni circostanza, e abbiamo profondamente a cuore il benessere di tutti i membri del nostro team e della comunità. Le false accuse di Shawn Fain riguardo ai recenti episodi di picchetto per la sicurezza sono solo un altro esempio di come si dà priorità alla retorica incendiaria rispetto ai seri sforzi per raggiungere un accordo.”

– Il GM risponde a Shawn Fain della UAW dopo l’incidente Il GM risponde a Shawn Fain della UAW dopo l’incidente

Stellantis ha affermato in una dichiarazione di essere “sconvolto dalla caratterizzazione degli incidenti avvenuti durante i picchetti da parte della UAW”.

See also  Pembina Pipeline ha bisogno di certezze per Trans Mountain prima di valutare un'offerta: amministratore delegato

“Da quando venerdì scorso la UAW ha esteso il suo sciopero ai nostri centri di distribuzione dei ricambi, abbiamo assistito a un’escalation di comportamenti pericolosi e persino violenti da parte dei manifestanti della UAW in molte di queste strutture, tra cui tagliare pneumatici di camion, saltare sui veicoli, seguire le persone a casa e lanciare insulti razzisti contro i dipendenti Stellantis che stanno semplicemente attraversando il picchetto per fare il loro lavoro,” ha detto la società.

“Il fatto è che Stellantis non ha assunto alcun lavoratore sostitutivo esterno, che Shawn Fain chiama ‘crumiri’. Solo i dipendenti attuali che proteggono la nostra attività e i terzi che effettuano ritiri e consegne come farebbero normalmente entreranno nelle nostre strutture.

OTTIENI FOX BUSINESS IN MOVIMENTO CLICCANDO QUI

“I massimi livelli della UAW sono consapevoli di tutto questo, eppure Shawn Fain ha deciso di fare dichiarazioni fuorvianti e provocatorie, che serviranno solo ad aggravare la situazione”, aggiunge la nota. “Le parole contano. L’uso deliberato di una retorica provocatoria e violenta è pericoloso e deve essere fermato.

“Le aziende non sono ‘il nemico’ e noi non siamo in ‘guerra’. Rispettiamo il diritto dei nostri dipendenti di difendere la propria posizione, compreso il diritto di manifestare pacificamente. Ma la violenza deve finire.”

Leave a Comment