Manappuram mira a ridurre il rischio della ciclicità e dello stress allocativo con la quotazione del braccio microfin

Elencare separatamente le proprie attività di microfinanza aiuterà Manappuram Finance a ridurre il rischio della sua natura ciclica, riducendo al contempo la pressione sulla società affinché destini più capitale a questa impresa in crescita, ha affermato l’amministratore delegato VP Nandakumar.

La società prevede di diluire il 17% del proprio capitale per raccogliere ₹ 1.500 crore in un’offerta pubblica iniziale (IPO) per la sua controllata Asirvad Micro Finance.

“La microfinanza è un’attività ciclica non garantita e quindi rischiosa. Non vogliamo andare oltre il 10% di allocazione del capitale per questa attività. Ma dato il suo slancio di crescita, avrà bisogno di capitale in futuro, quindi il modo migliore è elencarlo separatamente, quindi diventa autosufficiente. Le condizioni di mercato sono buone anche per una quotazione pubblica”, ha detto Nandakumar.

Manappuram mira a ridurre la ciclicità e lo stress da allocazione con la quotazione del braccio Microfin.

All’inizio di questo mese Manappuram ha presentato una bozza di prospetto di falsa pista (DRHP) per quotare Asirvad Micro Finance, la sua controllata di microfinanza. La società prevede di raccogliere ₹ 1.500 crore dalla vendita di nuove azioni che verranno utilizzate per aumentare la propria base di capitale. Manappuram non venderà nessuna delle sue quote del 98% nella società.

La separazione della microfinanza dalla società madre significherà che la società impiegherà almeno cinque anni per raggiungere il suo aspirato mix 50:50 di prestiti in oro e non-oro. I prestiti in oro costituiscono il 56% del suo patrimonio in gestione (AUM) di ₹ 37.086 crore alla fine di giugno. Nandakumar ha affermato che il ritmo di crescita dei prestiti in oro sarà pari alla metà della crescita media.

“Nel complesso il nostro AUM crescerà tra il 20% e il 25%, ma i prestiti in oro cresceranno del 10% o meno perché serviamo i clienti all’estremità inferiore della piramide e non si sono completamente ripresi dalla pandemia. Le nostre altre attività come microfinanza, MSME i prestiti e i finanziamenti per i veicoli stanno crescendo tra il 35% e il 50%, il che compenserà la lenta crescita dei prestiti in oro”, ha detto Nandakumar.

See also  Prezzo delle azioni Reliance: la scommessa immobiliare di lusso di Mukesh Ambani ottiene un impulso ai finanziamenti di HSBC

La microfinanza è la seconda componente più grande dell’AUM dell’azienda con ₹ 9.310 crore, seguita dai prestiti per veicoli a ₹ 2.804 crore. Nandakumar ha affermato che la domanda di auto usate e due ruote e la crescita trainata dalle infrastrutture di veicoli commerciali e attrezzature manterranno il proprio margine di interesse netto intorno al 9% nonostante un rallentamento delle attività di prestito in oro.

In un rapporto del mese scorso, Dolat Capital ha affermato che Manappuram ha perso quote di mercato nella sua attività principale di prestito in oro a causa della maggiore concorrenza e della minore efficienza delle filiali. “Il portafoglio non-oro sta guidando la crescita…tuttavia, a nostro avviso, queste attività sono alla pari o al di sotto della media rispetto al settore, con le attività legate all’oro che guidano la redditività. Anche i rischi di credito aumentano man mano che l’azienda si allontana dall’oro. Crescita debole Le prospettive dell’oro limitano le valutazioni nonostante i robusti rapporti di rendimento”, ha affermato Dolat.

Leave a Comment