Manifestanti filo-palestinesi in tutta Europa si mobilitano a sostegno del cessate il fuoco

I manifestanti sono scesi nelle strade di Londra, Berlino, Roma e nella città francese di Marsiglia durante il fine settimana chiedendo un cessate il fuoco a Gaza e la consegna sicura degli aiuti.

ANNUNCIO

Enormi folle si sono radunate sabato nei paesi di tutta Europa a sostegno dei palestinesi e dei territori palestinesi, due settimane dopo che Hamas ha lanciato la sua grande offensiva contro Israele.

Per il secondo fine settimana consecutivo, i manifestanti sono scesi nelle strade di Londra, esprimendo un messaggio contro la guerra.

La polizia di Londra stima che circa 100.000 persone abbiano preso parte alla manifestazione, cantando “Palestina libera”, tenendo striscioni e sventolando bandiere palestinesi.

I manifestanti hanno marciato per la città prima di radunarsi fuori Downing Street, la residenza ufficiale del primo ministro britannico Rishi Sunak.

A Roma centinaia di manifestanti hanno chiesto la fine degli attacchi aerei israeliani su Gaza.

Sventolando bandiere palestinesi, i manifestanti hanno marciato al grido di “Palestina libera!” e tenevano striscioni con la scritta: “Non c’è pace finché non avremo la libertà”.

“Lì Israele commette crimini di guerra, crimini contro l’umanità, e la comunità internazionale non ha mai agito”, ha detto Maya Issa, presidente del Movimento degli Studenti Palestinesi in Italia, che ha organizzato la manifestazione.

Nonostante il divieto di manifestazione emesso dalla polizia di Berlino, diverse centinaia di manifestanti filo-palestinesi hanno marciato senza ostacoli per le strade della capitale tedesca.

Presente in forze, la polizia ha circondato i manifestanti e ha finalmente permesso al corteo di proseguire.

La settimana scorsa, il ministro degli Interni tedesco Nancy Faeser ha affermato che la polizia tedesca ha registrato più di 1.100 reati in relazione al conflitto Israele-Gaza da quando Hamas ha lanciato il suo attacco mortale all’inizio di questo mese.

See also  La UAW resiste all'espansione degli scioperi contro le Big Three di Detroit, citando i progressi con le case automobilistiche

Allo stesso tempo, migliaia di persone a Berlino si sono riunite in una manifestazione indetta per mostrare opposizione all’antisemitismo e sostegno a Israele.

Le persone portavano bandiere israeliane o manifesti con le foto di alcune delle persone segnalate come scomparse o tenute in ostaggio da Hamas.

La protesta, organizzata da un’ampia alleanza di varie organizzazioni, arriva mentre gli episodi di antisemitismo sono aumentati in Germania a seguito della violenta escalation della guerra a Gaza.

Gli organizzatori stimano la partecipazione di oltre 20.000 persone; la polizia stima che il numero sia 10.000.

In risposta all’appello di diverse associazioni, un centinaio di persone si sono radunate vicino al vecchio porto di Marsiglia, nel sud della Francia, per chiedere la pace tra Israele e palestinesi.

“A Marsiglia vogliamo agire” e lottare “contro questo clima di ansia che si diffonde”, Kamel Fassatoui, responsabile di una sezione locale di Emmaus che ha organizzato la manifestazione con la Lega per i diritti umani delle Bouches-du-Rhône (LDH), disse.

“Non si tratta di schierarsi. Vogliamo essere la voce della pace. Dobbiamo fare pressione sui nostri politici”, ha aggiunto al megafono.

Leave a Comment