Nessuna violazione delle leggi sulle sanzioni, nessun legame con il terrorismo

La scorsa settimana, il Wall Street Journal ha riferito erroneamente che Hamas e i gruppi terroristici affiliati avevano ricevuto decine di milioni di dollari in criptovaluta, che sarebbero stati utilizzati per sostenere il conflitto in corso in Medio Oriente.

Tuttavia, le società di analisi blockchain, come Chainalysis ed Elliptic, hanno contraddetto questa affermazione, suggerendo che l’importo effettivo del finanziamento era più probabilmente nell’ordine di poche migliaia di dollari.

Nonostante questi chiarimenti, il Wall Street Journal non ha emesso alcuna correzione. I legislatori statunitensi hanno aumentato il controllo su Tether e Binance in relazione a questi sviluppi.

Tether mette le cose in chiaro

In un comunicato stampa, Tether ha richiamato i media mainstream e ha affermato che semplicemente non vi è alcuna prova che abbia violato le leggi sulle sanzioni o il Bank Secrecy Act attraverso inadeguate pratiche di due diligence o di screening della clientela.

L’emittente della stablecoin ha rivelato di aver collaborato “proattivamente” con 31 forze dell’ordine in 19 giurisdizioni per contrastare attività dannose.

Tether ha affermato che le sue misure attive hanno portato al congelamento di un totale cumulativo di 835 milioni di dollari in beni collegati ad attività illegali, principalmente attacchi agli scambi di criptovalute e piattaforme DeFi.

Per rispondere alle preoccupazioni riguardanti il ​​Medio Oriente, Tether, in collaborazione con la NBCTF in Israele, è riuscita a bloccare 32 indirizzi associati ad attività illegali, salvaguardando un totale di 873 milioni di dollari.

Sebbene questo importo sia relativamente piccolo rispetto ai sistemi finanziari tradizionali, l’emittente della stablecoin ha assicurato di continuare a mantenere un atteggiamento vigile e di aver adottato tutte le misure essenziali per combattere tale condotta illecita.

See also  Caroline Ellison, affermando che Sam Bankman-Fried ha corrotto i suoi valori, ha trovato sollievo quando la verità è venuta fuori

Tether ha anche affermato di aver collaborato con le forze dell’ordine in casi relativi sia all’Ucraina che a Israele.

L’emittente USDT ha esortato il governo degli Stati Uniti a “verificare l’errata interpretazione dei dati da parte dei media mainstream”.

Accuse penali per Binance e Tether

La dichiarazione di Tether arriva dopo che i legislatori statunitensi, guidati dalla senatrice Cynthia Lummis, hanno chiesto al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) di terminare le sue indagini e di prendere in considerazione le accuse penali contro Binance e l’emittente di stablecoin. La richiesta si basa sul rapporto errato del WSJ.

La lettera recita:

“Crediamo che sia imperativo che il Dipartimento di Giustizia ritenga responsabili i malintenzionati se viene dimostrato che facilitano attività illecite. Binance, in particolare, è uno scambio di criptovalute non regolamentato con sede alle Seychelles e alle Isole Cayman. Binance è stata storicamente collegata ad attività illecite ed è presumibilmente oggetto di un’attuale indagine del Dipartimento di Giustizia.”

OFFERTA SPECIALE (Sponsorizzata)

Binance $100 gratuiti (esclusivo): usa questo link per registrarti e ricevere $100 gratuiti e uno sconto del 10% sulle commissioni su Binance Futures il primo mese (termini).

Offerta speciale PrimeXBT: usa questo link per registrarti e inserisci il codice CRYPTOPOTATO50 per ricevere fino a $ 7.000 sui tuoi depositi.

Leave a Comment