Questa azienda svizzera vuole utilizzare l’energia in eccesso dalla produzione alimentare per estrarre Bitcoin

Gabbani, una società alberghiera con sede a Lugano, in Svizzera, ha presentato un’iniziativa per estrarre Bitcoin utilizzando l’energia in eccesso proveniente dal suo impianto di produzione alimentare. Il nuovo progetto è destinato a consolidare lo status di Lugano come principale hub europeo di blockchain.

Secondo un annuncio ufficiale della società emittente di stablecoin Tether, Gabbani installerà un sistema di mining Bitcoin nel suo impianto di produzione alimentare per sfruttare l’energia in eccesso mentre i costi dell’elettricità in Europa continuano ad aumentare.

Energia per la produzione alimentare per l’estrazione di Bitcoin

Oltre a utilizzare l’energia in eccesso derivante dalla produzione alimentare, Gabbani annuncia anche il lancio de “Il Banettone”, un prodotto che supporterà il progetto Piano B di Lugano. Plan B è un’iniziativa congiunta creata da Lugano e Tether per sfruttare la tecnologia Bitcoin come base per modificare la struttura finanziaria della città.

Lo stabilimento alimentare di Gabbani, che ospita la produzione del Banettone e di altri prodotti, è stato recentemente sottoposto a numerosi ammodernamenti, tra cui l’installazione di un impianto solare da 100.000 KW. I recenti sviluppi hanno il duplice scopo di aumentare l’indipendenza energetica e la sostenibilità dell’azienda e di usufruire di energia extra per le operazioni di mining di Bitcoin.

“Questo approccio lungimirante posiziona saldamente Gabbani come pioniere nel suo campo, rendendolo potenzialmente il primo nel suo genere a livello mondiale. Questa fusione tra una produzione alimentare di alta qualità, radicata in una tradizione che risale al nonno di Domenico nel 1937, e tecnologie all’avanguardia, sottolinea l’impegno di Gabbani nel garantire un futuro sostenibile e favorire la crescita”, ha affermato Tether.

Lugano abbraccia Bitcoin

Lugano ha lanciato il Piano B per accelerare l’impatto della blockchain e del Bitcoin in tutti gli aspetti della vita quotidiana dei suoi residenti. La città intende estendere la nuova tecnologia alle piccole transazioni tra commercianti locali e agli scambi finanziari più ampi come il pagamento delle tasse.

See also  Crypto News Digest di U.Today Di U.Today

L’iniziativa Bitcoin di Lugano ha motivato aziende come ACME, specializzata nel mining di Bitcoin e nelle energie rinnovabili, a collaborare con Gabbani contribuendo con la propria esperienza in ricerca e sviluppo. L’azienda ha fornito a Gabbani un sistema di mining Bitcoin per garantire il successo del nuovo progetto.

Nel frattempo, Lugano è diventata uno dei principali hub europei di blockchain dopo aver creato un progetto di adozione a lungo termine per la nuova tecnologia. La città ha riconosciuto Bitcoin, Tether e LVGA come moneta a corso legale, rendendoli forme accettabili di pagamento per tasse e servizi pubblici.

OFFERTA SPECIALE (Sponsorizzata)

Binance $100 gratuiti (esclusivo): usa questo link per registrarti e ricevere $100 gratuiti e uno sconto del 10% sulle commissioni su Binance Futures il primo mese (termini).

Offerta speciale PrimeXBT: usa questo link per registrarti e inserisci il codice CRYPTOPOTATO50 per ricevere fino a $ 7.000 sui tuoi depositi.

Leave a Comment