Santander prepara un’espansione da 250 milioni di dollari della banca d’investimento

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Santander ha stanziato 250 milioni di dollari per potenziare l’espansione della sua banca aziendale e di investimento nei prossimi due anni, mentre i rivali di Wall Street si preparano ad alcuni dei più grandi tagli di posti di lavoro dai tempi della crisi finanziaria.

L’istituto di credito spagnolo, che non è un colosso dell’investment banking, quest’anno ha assunto più di 100 banchieri, per lo più residenti negli Stati Uniti, di cui circa la metà provenienti da Credit Suisse, che è stato salvato dal suo rivale UBS a marzo.

Molti dei reclutati del Credit Suisse sono stati raccomandati da Héctor Grisi, che all’inizio dell’anno è diventato amministratore delegato di Santander e aveva lavorato per 18 anni presso la banca svizzera crollata.

“La possibilità di accelerare la crescita negli Stati Uniti è stata per noi un’opportunità logica”, ha detto al Financial Times la presidentessa esecutiva di Santander, Ana Botín. “Ciò che vogliamo sono persone che si adattino alla nostra cultura”.

Negli ultimi sette anni Santander ha fatto crescere costantemente la sua banca aziendale e di investimento. L’azienda conta 8.000 dipendenti, rispetto ai 3.500 del 2016, sebbene gran parte dell’aumento provenga da una serie di riorganizzazioni interne.

La follia di assunzioni di quest’anno deriva dalla strategia a lungo termine di Botín di cercare di sfruttare la rete di clienti aziendali di Santander in Europa e nelle Americhe offrendo loro una gamma di servizi, compreso l’accesso ai mercati dei capitali e consulenza strategica. Dal 2017, la strategia è guidata da José Linares, capo della banca aziendale e di investimento.

See also  State Bank of India: secondo UBS, il rischio che i prestiti al dettaglio non garantiti delle banche indiane diventino inaspriti è in aumento

“L’attività che svolgiamo è molto diversa da quella di altre banche di investimento”, ha affermato Botín. “Si tratta principalmente di una banca aziendale e ora stiamo aggiungendo l’attività commissionale, concentrandoci su aree in cui siamo forti come le energie rinnovabili e le infrastrutture.”

Ha aggiunto: “Forniamo già finanziamenti, ma se vogliamo approfondire le relazioni con i clienti, dobbiamo dare loro accesso ai mercati del dollaro, consulenza strategica, accesso ai mercati dei capitali e transazioni strutturate”.

Santander ha assunto diversi dirigenti che erano ai vertici della banca d’investimento del Credit Suisse, tra cui David Hermer, che era responsabile globale dei mercati azionari e dei capitali di debito presso l’istituto di credito svizzero ed è ora capo del CIB della banca spagnola negli Stati Uniti.

Steve Geller, che era responsabile globale di M&A presso Credit Suisse, ora ricopre lo stesso ruolo presso Santander, mentre Tom Davidov, responsabile globale degli sponsor finanziari di Santander, in precedenza ricopriva lo stesso ruolo per le Americhe presso Credit Suisse. Santander ha anche reclutato Rob Santangelo, che è stato co-responsabile dell’energia globale e delle infrastrutture presso l’istituto di credito svizzero, come responsabile globale dell’energia e della transizione energetica presso la banca spagnola.

In contrasto con la spinta alle assunzioni di Santander, i tagli di posti di lavoro presso le maggiori banche statunitensi sono destinati a superare gli 11.000 quest’anno, mentre Wall Street si confronta con il peggior mercato di assunzioni dai tempi della crisi finanziaria a seguito di un’abbuffata di assunzioni in epoca pandemica e della mancanza di accordi.

Le più grandi banche statunitensi hanno speso più di 1 miliardo di dollari in spese di fine rapporto durante i primi sei mesi del 2023, con istituti di credito come Goldman Sachs che attualmente stanno lavorando alla serie annuale di tagli ai posti di lavoro per la fine dell’anno.

See also  PNC potrebbe tagliare più di 2.400 dipendenti: rapporto

Leave a Comment