Sarsfield, ex studente di Goldman, diventerà amministratore delegato del gestore patrimoniale P10

Luke Sarsfield, alunno di Goldman Sachs, entrerà a far parte del gestore patrimoniale P10 come amministratore delegato, con effetto immediato, ha annunciato lunedì la società con sede a Dallas.

Sarsfield diventerà anche membro del consiglio di amministrazione di P10, mentre i cofondatori dell’azienda, Robert Alpert e Clark Webb, rimarranno nel consiglio. Alpert guiderà Sarsfield nelle questioni aziendali e Webb lavorerà con lui su potenziali accordi, si legge nella nota.

Alpert è stato eletto presidente esecutivo e Webb ricoprirà il ruolo di vicepresidente esecutivo, ha osservato la società.

Fondata nel 2017, con un valore di mercato di 1,1 miliardi di dollari, P10 gestisce quasi 22,2 miliardi di dollari in asset a pagamento per investitori che includono famiglie benestanti, dando loro accesso a private equity, capitale di rischio e altre offerte attraverso marchi come Bonaccord Capital Partners e TrueBridge, secondo il Wall Street Journal. La società è stata quotata in borsa nel 2021.

P10 ha condotto una ricerca approfondita per ricoprire la sua posizione di CEO, e Sarsfield si unisce in un momento cruciale in cui l’azienda testimonia un forte slancio in termini di performance degli investimenti, raccolta fondi ed espansione complessiva, ha affermato Alpert.

“Credo che Luke svolgerà un lavoro eccezionale alla guida di P10 nel prossimo capitolo, ampliando la nostra gamma di opportunità e rafforzando la nostra posizione di leadership nel settore della gestione patrimoniale alternativa”, ha affermato Alpert in una nota.

L’azienda ha perseguito attivamente acquisizioni, che potrebbero rafforzare i suoi piani per un’ulteriore espansione attraverso accordi che potrebbero includere l’aggiunta di nuove aree geografiche o offerte di investimento, hanno detto al Journal persone che hanno familiarità con la questione.

See also  Tra le preoccupazioni per le insolvenze, le banche del settore pubblico assicurano al governo “piccoli prestiti non rappresentano un rischio sistemico”

“P10 ha ottenuto un successo incredibile sotto la guida di Robert e Clark e, grazie al talentuoso team che hanno messo insieme, la Società è pronta per una continua crescita organica e inorganica. Abbiamo immediatamente identificato visioni e valori complementari nelle mie discussioni con il Consiglio e sono entusiasta di mettermi al lavoro”, ha affermato Sarsfield in una nota. “Continueremo a fornire accesso a mercati interessanti e a flussi di rendimento che i nostri clienti potrebbero non essere in grado altrimenti di incorporare nei loro portafogli”.

Sarsfield ha lavorato con Goldman per più di 23 anni e ne è diventato il co-responsabile globale della gestione patrimoniale, gestendo circa 2,5 trilioni di dollari di asset sotto la sua guida. In precedenza ha ricoperto diversi ruoli di leadership presso Goldman, tra cui co-responsabile del gruppo sanitario americano, direttore operativo globale della divisione investment banking e capo globale del gruppo istituzioni finanziarie.

Si è dimesso dalla carica di direttore commerciale della gestione patrimoniale e patrimoniale di Goldman in aprile, secondo il suo profilo LinkedIn.

Sarsfield è uno dei tanti dirigenti a lasciare l’istituto di credito con sede a New York dopo che la società si è riorganizzata lo scorso autunno, fondendo la gestione patrimoniale con la gestione patrimoniale.

All’epoca, il CEO di Goldman David Solomon nominò Marc Nachmann, allora co-responsabile del trading, a guidare il segmento della gestione patrimoniale e patrimoniale. Solomon ha designato il co-responsabile di Sarsfield, Julian Salisbury, come chief investment officer.

Tuttavia, Salisbury è uscito quest’estate per diventare co-CIO della Sixth Street.

Goldman quest’anno ha perso anche il capo del settore consumer-business, il capo delle transazioni bancarie e ha cambiato capo dello staff. Inoltre, Stephanie Cohen, responsabile delle soluzioni piattaforma della banca, è andata in ferie. E quello di Goldman il direttore operativo per fusioni e acquisizioni globali ha lasciato la banca per diventare CFO presso Ally.

See also  L'utile netto di Santander aumenta del 20% mentre i tassi di interesse raggiungono livelli record

P10 scommette su Sarsfield la conoscenza dell’asset management e del settore finanziario l’aiuta nella successiva fase di crescita.

“La storia di P10 è quella di stabilire partnership con leader di mercato che hanno costruito progetti straordinari a lungo termine record di traccia. Con l’aggiunta di Luke, continuiamo questa tendenza”, ha dichiarato Webb in una nota. “Al momento della nostra IPO alla fine del 2021, abbiamo definito ambiziosi obiettivi finanziari e di raccolta fondi e abbiamo ampiamente superato tali obiettivi. Mentre prepariamo la nostra prossima serie di obiettivi aziendali, crediamo che passare il testimone a Luke fornisca a P10 il leader ideale per sostenere la nostra prossima fase di crescita”.

Leave a Comment