State Bank of India: secondo UBS, il rischio che i prestiti al dettaglio non garantiti delle banche indiane diventino inaspriti è in aumento

Il rischio che i prestiti al dettaglio non garantiti delle banche indiane diventino inaspriti è in aumento poiché sono aumentati i prestiti ai mutuatari con debiti scaduti, ha affermato UBS in una nota.

Negli ultimi mesi, gli istituti di credito della terza economia asiatica hanno incrementato i loro portafogli di prestiti non garantiti mentre lo stress indotto dalla pandemia sulle finanze delle famiglie si è allentato.

La settimana scorsa, la banca centrale del paese ha dichiarato che sta monitorando da vicino il segmento per individuare eventuali segnali di stress nascente.

UBS è diventata “neutrale” nei confronti del settore bancario e vede una maggiore probabilità di inasprimento normativo sui prestiti non garantiti.

“La quota di prestiti a mutuatari con profili di rischio più deboli è aumentata insieme a un aumento della leva finanziaria dei mutuatari al dettaglio”, ha affermato UBS il 12 ottobre, citando uno studio condotto.

Gli incassi delle banche dalle carte di credito sono saliti a Rs 2,18 lakh crore ($ 26,19 miliardi) al 25 agosto, da Rs 1,68 lakh crore di un anno prima, come hanno mostrato i dati della banca centrale. Nello stesso periodo i prestiti personali in circolazione sono aumentati del 26%. La quota di prestiti a mutuatari con prestiti scaduti è aumentata al 23% nell’anno fiscale 2022-23 dal 12% nell’anno fiscale 2018-19, ha affermato UBS. Il numero di mutuatari con più prestiti al dettaglio è salito al 9,3% nell’anno fiscale 2022-23 dal 3,9% nell’anno fiscale 2017-18, ha aggiunto.

UBS ha aumentato le previsioni sui costi del credito per le banche indiane nell’ambito della sua copertura di 5-10 punti base per l’anno fiscale terminato a marzo.

See also  I profitti di Barclays diminuiscono mentre le negoziazioni e le trattative rallentano

L’agenzia di intermediazione ha tagliato il rating sulla State Bank of India e sulla Axis Bank rispettivamente da “vendere” e “neutrale” a “acquistare”, a causa dell’aumento dei costi del credito.

Ha inoltre abbassato il prezzo obiettivo per SBI da 740 rupie a 530 rupie e quello per Axis Bank a 1.100 rupie da 1.150 rupie.

I prestiti non garantiti come percentuale dei prestiti totali sono saliti all’11,1% per SBI e al 10,7% per Axis Bank nel giugno 2023, ha affermato UBS.

L’intermediazione preferisce HDFC Bank e IndusInd Bank.

Leave a Comment