Atom subisce un calo di valutazione poiché raccoglie 100 milioni di sterline di nuove azioni

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Fintech Atom ha subito un duro colpo di valutazione dopo aver raccolto più di 100 milioni di sterline dagli investitori esistenti mentre il settore è alle prese con tassi di interesse più alti e un sentiment degli investitori più debole.

La banca digitale ha raccolto il capitale dalla banca spagnola BBVA, dalla società di private equity Toscafund e da Infinity Investment Partners con sede a Londra, tre dei suoi azionisti di lunga data.

Una persona vicina alla società ha affermato che il round di finanziamento ha valutato la banca sfidante a 362 milioni di sterline, in calo rispetto ai 435 milioni di sterline precedentemente riportati all’inizio dello scorso anno.

Il taglio delle valutazioni è l’ultimo segnale di come l’indebolimento del sentiment degli investitori e l’aumento dei tassi di interesse abbiano compresso le valutazioni fintech.

Gli investimenti in capitale di rischio hanno subito un rallentamento in quanto i costi di finanziamento sono aumentati e gli investitori hanno sempre più dato priorità alla redditività rispetto alla crescita. Una delle vittime di più alto profilo è stata la società svedese “compra ora, paga dopo” Klarna, che l’anno scorso la sua valutazione è stata ridotta da 45 miliardi di dollari nel 2021 a 6,7 ​​miliardi di dollari quando ha raccolto 800 milioni di dollari di nuove azioni.

Atom ha affermato che l’ultimo aumento di capitale le consentirebbe di aumentare il proprio bilancio e di competere con le banche principali e altri sfidanti digitali nei mercati del risparmio, dei prestiti alle imprese e dei mutui. Atom, che contava circa 224.000 clienti alla fine del suo ultimo anno finanziario a marzo, lo scorso anno ha registrato una perdita ante imposte di 10 milioni di sterline.

See also  Ridimensionamento del debito: SBI vuole che IL&FS dichiari il valore ITPCL prima della ristrutturazione del debito

L’amministratore delegato Mark Mullen ha detto che si aspetta che la raccolta fondi sarà l’ultima della società nei mercati privati ​​prima che venga quotata alla Borsa di Londra.

Ma ha aggiunto che non vuole essere “ostaggio” di una data prevista per l’imminente quotazione in borsa, con i mercati inquieti riguardo alla geopolitica e al collasso della Silicon Valley Bank e del Credit Suisse all’inizio di quest’anno.

La banca sfidante è stata costretta a ritardare la sua offerta pubblica iniziale lo scorso anno a causa del difficile mercato delle IPO. E negli ultimi mesi una serie di quotazioni pubbliche non sono state all’altezza delle aspettative degli investitori. Le azioni della CAB Payments di Londra, un’altra fintech, sono scese del 72% la scorsa settimana dopo aver tagliato le previsioni sui ricavi appena tre mesi dopo la quotazione.

Atom ha ancora del lavoro da fare per essere “abbastanza maturo, stabile e prevedibile per poter vivere una vita pubblica”, ha detto Mullen. “Dobbiamo stabilire una serie di aggiornamenti trimestrali sulla performance che diano agli investitori la fiducia che abbiamo un controllo prevedibile e da cui possiamo dipendere”, ha affermato. “Non puoi affrettarti.”

Atom è stata lanciata nel 2016 ed è stata una delle prime banche basate su app nel Regno Unito. Ma ha faticato a crescere alla stessa velocità di alcuni dei suoi concorrenti digitali.

Anche Monzo, un’altra banca digitale con 7,5 milioni di clienti, è in trattative con gli investitori per una raccolta fondi, secondo una persona a conoscenza dei piani.

Leave a Comment