“Dumb Money” punta tutto sulla frenesia delle azioni GameStop e potrebbe uscirne vincitore

TORONTO (AP) – Pensate ai film sul sistema finanziario e la vostra mente andrà quasi sicuramente a Gordon Gekko e “Wall Street” o al vorticoso Jordan Belfort di Leonardo DiCaprio in “Il lupo di Wall Street”.

Quando Hollywood affronta Wall Street, di solito si dirige direttamente ai piani alti.

Il protagonista di “Soldi stupidi”, però, è un investitore dilettante che commercia dal suo seminterrato a Brockton, Massachusetts, con una bandana legata intorno alla testa e una birra belga in mano.

Questo è Keith Gill (interpretato nel film da Paul Dano), noto anche come gattino ruggente. Nel 2021, l’entusiasta sostegno di Gill alle azioni GameStop ha contribuito ad alimentare una frenesia commerciale virale che ha scosso Wall Street e umiliato gli hedge fund che hanno messo allo scoperto la società di videogiochi fisica.

Ora, Sony Pictures scommette che una storia di Davide contro Golia che si è svolta sulle bacheche di Reddit può essere un’attrazione anche per il grande schermo. Come ogni investimento, comporta un certo grado di rischio.

“Dumb Money”, realizzato per circa 30 milioni di dollari, sta colpendo una ferita ancora fresca per alcuni attori potenti di Wall Street; Secondo quanto riferito, almeno un dirigente ritratto nel film ha minacciato di fare causa.

Il film, che uscirà in versione limitata venerdì e si espanderà nelle prossime settimane, dovrà vendersi anche senza il suo variopinto cast (tra cui Pete Davidson, Seth Rogen, America Ferrara, Anthony Ramos e Shailene Woodley) a causa del sciopero degli attori. E poi c’è la sfida intrinseca di creare una narrazione drammatica di una rivoluzione avvenuta principalmente sugli schermi dei computer e degli smartphone.

Eppure Craig Gillespie, regista della commedia nera di Tonya Harding “Io, Tonya,” è riuscito a trasformare uno sfacciato movimento online in un intrattenimento straordinariamente allegro e gradito al pubblico, che sta già alimentando parte della stessa energia che ha fatto impennare GameStop. I prezzi dei biglietti per il Toronto International Film Festival del film erano guidato oltre $ 900 sui siti web dei venditori secondari.

See also  Un uomo finge un infarto per evitare di pagare il conto in 20 ristoranti

“Per quanto sia un viaggio davvero divertente, alla fine volevo rispettare la frustrazione e l’indignazione che stavano accadendo”, dice Gillespie.

Ci sono molte ironie attorno a “Dumb Money”. Verrà proiettato nei teatri AMC, che ha seguito GameStop come stock di memefacendo aumentare il prezzo delle sue azioni in un momento in cui le sale cinematografiche erano scosso dalla pandemia.

“Penso che dovremmo andare agli AMC Theatres e dovremmo portare roba da Bed Bath and Beyond e portare Blackberries”, afferma Ben Mezrich, autore del libro da cui è tratto l’adattamento del film, “The Antisocial Network: The GameStop Short Squeeze and the Ragtag Group”. dei trader dilettanti che hanno messo in ginocchio Wall Street”.

Mezrich, il cui libro del 2009 su Mark Zuckerberg, “The Accidental Billionaire”, è servito da foraggio per “The Social Network” di David Fincher, ha immediatamente riconosciuto il potenziale dramma del fenomeno GameStop. Il giorno in cui le azioni della società superarono i 300 dollari per azione, iniziò a progettare un libro che potesse essere adattato in un film.

“Alla fine di quella giornata, sapevo che era qualcosa che volevo scrivere e potevo vederlo come un film”, afferma Mezrich. “Quella notte, ho scritto una proposta di 12 pagine e un trattamento sia come idea per un film che per un libro. Entro la fine della settimana avevamo un film.

“Dumb Money” procedeva a un ritmo che non faceva notizia, abbastanza veloce che la maggior parte di coloro che erano coinvolti nella sua realizzazione non riuscirono a investire loro stessi. Gillespie ha potuto seguire il fenomeno grazie al figlio 24enne, coinvolto nel subreddit Wall Street Bets.

See also  I bambini condividono i loro pensieri sui libri vietati con NPR: NPR

“Ho potuto viverlo attraverso di lui”, afferma Gillespie. “È stata una pietra di paragone enorme per me in termini di emotività del film. Quella frustrazione, quell’indignazione, tutte quelle emozioni che stavano accadendo attraverso tutto questo. In realtà anch’io sono arrivato troppo tardi. Mio figlio mi ha avvertito: sei arrivato troppo tardi”.

Lauren Schuker Blum e Rebecca Angelo, due ex reporter del Wall Street Journal diventate sceneggiatrici, hanno iniziato a scrivere la sceneggiatura. Per loro è stato un modo per estendere il loro interesse per il potere del populismo di Internet – e avevano già una certa esperienza nel trasformare le storie basate sul digitale in qualcosa di umano.

“Abbiamo scritto un film su GamerGate molto tempo fa questo non venne realizzato”, dice Blum. “Il produttore in quel processo diceva, ‘Va bene, usciamo e inventiamo un nuovo linguaggio cinematografico.’ Ci sono voluti molti anni per cercare di capire: come si fa a realizzare una storia come questa cinematografica?

“Dumb Money” si destreggia perfettamente tra un ampio spettro di personaggi che investono in GameStop per vari motivi: un’infermiera madre single di Pittsburgh (Ferrera), un impiegato di GameStop (Ramos), una coppia di studenti universitari indebitati (Myha’la Herrold e Talia Ryder) – sintetizzando con disinvoltura il complicato contesto economico.

“Non abbiamo bisogno di Margot Robbie in una vasca da bagno che spiega concetti finanziari complessi”, afferma Angelo, riferendosi a “La grande scommessa” del 2015.

La grammatica del film, ricca di meme, deve molto all’esperienza frenetica e travolgente dei social media, ma funziona anche come un ritratto sorprendentemente accurato della pandemia. Potresti rimanere sorpreso da quanto in modo toccante e potente il film utilizzi ciò che allora era onnipresente TikTok di “Savage” di Megan Thee Stallion.

See also  I populisti di destra ottengono ottimi risultati alle elezioni parlamentari svizzere

“Era un periodo in cui le persone si sentivano molto piccole. Si sentono piccoli, si sentono impotenti, sentono che il sistema è truccato”, dice Angelo. “E questa è stata un’opportunità per sentirsi grandi e trovare potere nei numeri.”

Gill stesso scomparve dai riflettori non appena vi entrò. Il suo ultimo tweet dal suo account “Roaring Kitty” è stato pubblicato nel 2021, di gattini addormentati. I suoi investimenti, originariamente circa 50.000 dollari (gran parte dei risparmi della sua giovane famiglia) quando GameStop costava circa 5 dollari per azione, a un certo punto hanno raggiunto un valore di 48 milioni di dollari.

I realizzatori hanno tentato di contattare Gill ma alla fine hanno rispettato la sua privacy e non hanno avuto contatti diretti con lui. Da allora Gill ha detto poco pubblicamente testimoniare davanti al Congresso nel 2021. I legislatori stavano quindi indagando se la manifestazione avesse violato le norme sulla manipolazione del mercato.

Gill ha affermato di aver sostenuto GameStop “solo per scopi educativi e che il mio stile aggressivo di investimento difficilmente sarebbe stato adatto alla maggior parte delle persone”. Credeva semplicemente nell’azienda.

“In breve”, ha detto Gill, “mi piace il titolo”.

___

Segui lo scrittore di film AP Jake Coyle su Twitter all’indirizzo: http://twitter.com/jakecoyleAP

Leave a Comment