Il bilancio emotivo del crollo di FTX

Ciao e benvenuto all’ultima edizione della newsletter Cryptofinance del FT. Questa settimana faremo il punto sul procedimento giudiziario nei confronti di Sam Bankman-Fried da parte del governo americano

Dopo diverse settimane di potenti testimonianze per l’accusa nel processo FTX di New York, si potrebbe pensare che le più forti siano andate e venute.

Non è così: questa settimana Nishad Singh, l’ex capo dell’ingegneria della borsa ormai crollata, ha preso posizione e ha inferto altri colpi a Bankman-Fried.

Come molte persone senior della FTX, aveva legami con SBF che risalgono a molto prima che diventassero famosi, poi famigerati. Era il migliore amico del fratello minore di Bankman-Fried al liceo e condivideva l’interesse della SBF per un altruismo efficace.

E in comune con Gary Wang e Caroline Ellison, anch’essi parte della cerchia ristretta di Bankman-Fried, Singh ha affermato di aver commesso crimini finanziari e di averlo fatto di concerto con Bankman-Fried.

Ma la testimonianza di Singh si distingue anche da quella che gli è arrivata davanti perché offre una finestra sul costo emotivo che questa presunta frode ha avuto sui soci di Bankman-Fried.

Singh ha detto di aver scoperto il buco nei depositi dei clienti a settembre, quando i miliardi di fondi dei clienti che avrebbero dovuto essere in FTX erano nell’Alameda Research di SBF. Si era iscritto pensando che i soldi guadagnati da FTX sarebbero andati a cause di altruismo efficaci.

“Ero colto di sorpresa e inorridito. . . cinque anni di sangue, sudore e lacrime da parte mia e di tanti dipendenti, guidati verso qualcosa che pensavo fosse una bellissima forza per il bene, si sono rivelati così malvagii”, ha detto Singh.

Negli ultimi giorni di FTX ha descritto il suo stato mentale come “suicida”, aggiungendo poi nella sua testimonianza che quella sensazione è rimasta per diversi mesi.

Resta ovviamente da vedere se la sua tensione emotiva avrà qualche influenza sulla giuria. Per quelli di noi che vogliono la verità, la testimonianza coincide in particolare con ciò che ha scritto Michael Lewis nel suo controverso Verso l’infinito libro.

See also  Ecco cosa ha detto in tribunale l'ex fidanzata di SBF sulla frode FTX

“Lo stato d’animo personale di Singh e la sua testimonianza riguardo ai suoi problemi di salute mentale avevano un valore persuasivo”, mi ha detto Yesha Yadav, professore di diritto alla Vanderbilt University Law School. “La sua franchezza riguardo alla sua crisi di salute mentale sembrava offrire una finestra molto umanizzante sulla sua angoscia, vergogna e senso di colpa.”

Ma, come ha sottolineato anche Yadav, un giurato potrebbe concludere che lo stress e le difficoltà di Singh abbiano offuscato la sua capacità di giudicare veramente ciò che è accaduto.

È anche giusto anticipare che la difesa si rivolga alle spese di Singh nel tentativo di screditare la sua testimonianza emotiva, soprattutto dopo che ha rivelato di aver speso 3,7 milioni di dollari per un appartamento con denaro preso in prestito da FTX.

Il punto cruciale qui è che l’accordo è stato concluso Dopo quella scoperta rivelatrice a settembre. A quel punto Alameda doveva a FTX 13 miliardi di dollari e FTX aveva solo 5 miliardi di dollari in liquidità, ha affermato Singh.

Ma la testimonianza di Singh è riuscita comunque a produrre nuove, affascinanti rivelazioni. Singh scoprì il deficit attraverso un bilancio diffuso e fece pressioni su Bankman-Fried durante una riunione convocata frettolosamente sul balcone del loro attico alle Bahamas con vista sul mare. Bankman-Fried ha ammesso, secondo Singh, che: “Siamo un po’ a corto di risultati”.

Singh ha continuato a dire alla giuria che Bankman-Fried ha detto: “Sì, questo mi ha gravato dal 5 al 10% della mia produttività. . . col senno di poi forse sarebbe stato un errore far circolare quel documento stamattina. La gente quindi andrà fuori di testa”.

Facendo apparire la situazione ancora più impegnativa per la difesa, questa settimana ha testimoniato anche Can Sun, ex consigliere generale delle attività internazionali di FTX, e ha affermato che l’ex amministratore delegato ha chiesto “giustificazioni legali” che spiegherebbero come miliardi di fondi dei clienti siano finiti ad Alameda. .

See also  Bitcoin è destinato a raggiungere quota 56.000$ dopo l'approvazione dell'ETF BlackRock

“La difesa dovrà affrontare una dura battaglia per sostenere davanti ai giurati che Bankman-Fried non era a conoscenza del fatto che stava derubando la FTX”, ha affermato Neama Rahmani, presidente della West Coast Trial Lawyers.

Qual è la tua opinione sulla testimonianza di Nishad Singh? Come sempre, scrivetemi a scott.chipolina@ft.com.

Highlights settimanali

  • Uno scoop da parte mia: dall’attacco di Hamas a Israele all’inizio di questo mese, le autorità israeliane hanno chiuso più di 100 conti su Binance e richiesto informazioni su un massimo di altri 200 conti, la maggior parte dei quali sono anch’essi detenuti su Binance. La repressione coincide con un aumento di oltre 150 nuove iniziative di donazione di criptovalute online affiliate ad Hamas, secondo persone che hanno familiarità con le operazioni di applicazione della legge israeliane. Leggi la storia qui.

  • La polizia metropolitana di Londra considera le criptovalute “endemiche” nella criminalità organizzata. Le forze di polizia, le più grandi del Regno Unito, hanno iniziato a reclutare una nuova squadra investigativa sulle criptovalute lo scorso dicembre e ora sono composte da 40 persone. Leggi la storia qui.

  • I problemi di Binance nel Regno Unito sono continuati questa settimana quando ha annunciato che avrebbe smesso di accettare nuovi clienti nel Regno Unito. Ne consegue che la Financial Conduct Authority vieta a un partner Binance con sede a Leeds di approvare le promozioni finanziarie dell’exchange. Binance si è già scontrato con la FCA in precedenza, soprattutto nel 2021, quando l’autorità di regolamentazione ha dichiarato di “non essere in grado” di regolamentare l’exchange dopo aver presumibilmente omesso di rispondere a domande fondamentali.

  • Un’altra settimana, un’altra causa sulle criptovalute: il procuratore generale di New York ha citato in giudizio il conglomerato di criptovalute Digital Valuta Group, l’exchange Gemini dei gemelli Winklevoss e il crollo del prestatore di criptovalute Genesis, accusando una frode per oltre 1,1 miliardi di dollari. Il mio collega Nikou Asgari racconta la storia qui.

See also  I pubblici ministeri affermano che Bankman-Fried ha costruito una "piramide di inganni" alla conclusione del processo

Morso della settimana: gli Stati Uniti si rendono conto dei rischi legati al finanziamento del terrorismo legati alle criptovalute

Hamas, che da tempo accetta le criptovalute come forma di raccolta fondi, ha portato il settore sotto i riflettori di Washington dopo l’attacco del gruppo a Israele.

In una lettera al Congresso scritta dai senatori Elizabeth Warren (D-MA) e Roger Marshall (R-KS), l’amministrazione Biden è stata esortata a reprimere l’uso del settore come mezzo per finanziare il terrorismo.

“Il Congresso e questa Amministrazione devono intraprendere azioni forti per affrontare in modo approfondito i rischi legati al finanziamento illecito delle criptovalute prima che possano essere utilizzate per finanziare un’altra tragedia.”

Data mining: non così veloce su quell’ETF bitcoin

Lunedì, per circa mezz’ora, il bitcoin è aumentato grazie alle voci secondo cui la Securities and Exchange Commission aveva concesso a BlackRock, il più grande asset manager del mondo, il permesso di lanciare un exchange traded fund bitcoin spot.

È stato innescato da un titolo, trasmesso da un servizio di newswire automatizzato e alimentato dai social media. Un titolo sbagliato però: BlackRock ha detto che la sua richiesta è ancora all’esame della SEC. Ma è stato comunque sufficiente per far salire il bitcoin di oltre l’8% mentre le persone correvano in cerca di conferma.

Tuttavia, vale la pena riflettere sui motivi per cui la SEC ha respinto per anni tutti gli ETF spot su bitcoin. Tra questi, “il commercio di informazioni rilevanti non pubbliche” o “basato sulla diffusione di informazioni false e fuorvianti”.

Bitcoin non sarebbe il primo asset a sfruttare le false voci, ma non sarebbe l’ideale se il tuo compito è convincere un regolatore a cambiare idea.

Il grafico a linee del prezzo orario del bitcoin del 16 ottobre ($ 000) mostra che Bitcoin sale alle stelle a causa della disinformazione, aggiungendo peso alle preoccupazioni della SEC sulla manipolazione del mercato dei bitcoin

FT Cryptofinance è curato da Philip Stafford. Si prega di inviare eventuali pensieri e feedback a criptofinanza@ft.com.

Leave a Comment