Il conflitto in Medio Oriente aumenta i rischi per le prospettive economiche globali

Conflitto in Medio Oriente potrebbe creare nuovi rischi per le prospettive economiche globali, lasciando i banchieri centrali ad affrontare rinnovate pressioni inflazionistiche anche se continuano a far fronte alle ricadute economiche della pandemia di COVID e all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia un anno fa.

Terroristi di Hamas sostenuti dall’Iran ha colpito Israele lo scorso fine settimana, uccidendo almeno 700 persone negli attacchi più mortali che il paese abbia subito negli ultimi decenni. Il governo israeliano ha lanciato attacchi aerei sulla Striscia di Gaza controllata da Hamas e sta mobilitando i riservisti militari in preparazione a una risposta, mentre Hezbollah – un gruppo terroristico appoggiato dall’Iran con sede in Libano – ha espresso sostegno a Hamas e rimane una minaccia al confine settentrionale di Israele.

La prospettiva di un conflitto più ampio in Medio Oriente potrebbe aggravare l’instabilità globale innescata dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia quasi 20 mesi fa, interrompendo le catene di approvvigionamento e trascinando giù la fiducia economica in tutto il mondo.

L’impatto dipenderebbe dalla durata e dall’intensità del conflitto, nonché dalla sua diffusione ad altre parti della regione – che ospita i principali produttori di petrolio come l’Iran e l’Arabia Saudita, oltre alle principali rotte marittime che attraversano i punti di strozzatura dello Stretto di Hormuz, Bab-el-Mandeb e Canale di Suez.

ALMENO 1100 MORTI, IL PM ISRAELIANO NETANYAHU DICHIARA ‘GUERRA’ DOPO CHE I TERRORISTI DI HAMAS HANNO LANCIATO UN MASSICCIO ATTACCO

Agustin Carstens, direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali, ha dichiarato in una presentazione alla National Association for Business Economics che è “troppo presto per dire” quali potrebbero essere le implicazioni economiche di un conflitto in Medio Oriente, anche se i mercati petroliferi e azionari potrebbero vedere ricaduta immediata.

“Qualsiasi fonte di incertezza economica ritarda il processo decisionale, aumenta il premio di rischio e, soprattutto data la regione… c’è apprensione su dove aprirà i battenti il ​​petrolio”, ha affermato Carl Tannenbaum, capo economista del Northern Trust.

Ha aggiunto che i mercati seguiranno “quali sono gli scenari” e se, dopo decenni di instabilità in Medio Oriente, questa esplosione di violenza si svilupperà diversamente. “La domanda sarà: questa iterazione è qualcosa che sbilancia l’equilibrio a lungo termine?”

HAMAS E HEZBOLLAH DICONO CHE L’IRAN HA AIUTATO A PIANIFICARE UN ATTACCO MORTALE SU ISRAELE: RAPPORTO

Cupola di ferro di Israele Hamas

Una salva di razzi viene lanciata da militanti palestinesi da Gaza mentre un missile israeliano lanciato dal sistema missilistico di difesa Iron Dome tenta di intercettare i razzi, lanciati dalla Striscia di Gaza, sulla città di Netivot, nel sud di Israele, ad ottobre. (Foto di MAHMUD HAMS/AFP tramite Getty Images / Getty Images)

“Il conflitto comporta il rischio di un aumento dei prezzi del petrolio e rischi sia per l’inflazione che per le prospettive di crescita”, ha affermato Karim Basta, capo economista di Ill Capital Management.

L’aumento dei prezzi del petrolio, in particolare, potrebbe indebolire la fiducia economica inflazione in ripresa dei prezzi dell’energia pagati dai consumatori alla pompa.

Questi rischi potrebbero lasciare la Fed in difficoltà mentre valuta se alzare i tassi di interesse ancora una volta quest’anno e valuta per quanto tempo mantenere i tassi elevati.

See also  Il pilota fuori servizio dell'Alaska Airlines si dichiara non colpevole e ha parlato di funghi magici dopo aver presumibilmente tentato di spegnere i motori

I MERCATI ISRAELE SCIVOLANO A CAUSA DEGLI ATTACCHI DI HAMAS

Israeliani palestinesi protestano a New York

I sostenitori di Israele affrontano le persone che manifestano a sostegno dei palestinesi a Times Square a New York l’8 ottobre 2023, dopo che il gruppo militante palestinese Hamas ha lanciato un attacco contro Israele. (Foto di BRYAN R. SMITH/AFP tramite Getty Images / Getty Images)

Riserva federale i funzionari hanno monitorato il recente aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA per individuare indicazioni che gli investitori potrebbero aver spinto le condizioni finanziarie oltre ciò che è necessario per raffreddare l’inflazione e aumentare il rischio di un raffreddamento troppo drammatico dell’economia – potenzialmente facendo deragliare l’auspicato “atterraggio morbido” della Fed per questa situazione inflazionistica. ciclo.

I titoli del Tesoro statunitense sono generalmente considerati un rifugio sicuro in tempi di incertezza e crisi economica, quindi il conflitto potrebbe stimolare una fuga degli investitori in cerca di relativa sicurezza. I prezzi delle obbligazioni e i tassi di interesse sono inversamente correlati, quindi una maggiore domanda di titoli del Tesoro contribuirebbe a ridurre i tassi di interesse.

OTTIENI FOX BUSINESS IN MOVIMENTO CLICCANDO QUI

Mentre il calo dei tassi di interesse può fungere da segnale di allarme per un aumento dell’inflazione incoraggiando i consumatori e le imprese a prendere in prestito e a spendere di più, il contesto di una nuova guerra regionale in Medio Oriente potrebbe indurre i mercati a trarre una conclusione diversa in questo caso.

Reuters ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment