Il ghiaccio antartico sta scomparendo, minacciando un massiccio aumento del livello del mare: NPR

Nella sua forma più estesa, il ghiaccio marino antartico copre un’area grande quanto l’Antartide stessa, raddoppiando le dimensioni del continente ghiacciato. Ma il ghiaccio marino invernale si sta riducendo, e quest’anno c’era meno ghiaccio che mai, da quando i satelliti iniziarono a monitorare l’estensione annuale del ghiaccio intorno al 1980.

Mario Tama/Getty Images


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Mario Tama/Getty Images

Tre nuove analisi scientifiche sulla perdita di ghiaccio in Antartide dipingono il quadro di un continente in difficoltà. Il ghiaccio marino sta scomparendo, porzioni gigantesche della calotta glaciale dell’Antartide occidentale si stanno sgretolando e anche l’Antartide orientale, relativamente stabile, sta mostrando cambiamenti preoccupanti.

Questo è un problema per l’umanità.

Cominciamo dal ghiaccio marino. Ogni inverno, l’acqua dell’oceano attorno all’Antartide gela. Poiché l’Antartide si trova nell’emisfero australe, ciò accade durante i mesi estivi del Nord America – il profondo inverno in Antartide cade a luglio, agosto e settembre.

Perdita di ghiaccio marino

Nella sua forma più espansiva, il ghiaccio marino copre un’area grande quanto l’Antartide stessa, raddoppiando le dimensioni del continente ghiacciato.

Ma il ghiaccio marino invernale si sta riducendo, in parte perché l’acqua dell’oceano è più calda a causa dei cambiamenti climatici. E quest’anno c’era meno ghiaccio che mai, da quando i satelliti iniziarono a monitorare l’estensione annuale del ghiaccio intorno al 1980.

Il 10 settembre, il ghiaccio marino dell’Antartide ha raggiunto la sua massima estensione dell’anno, ma era molto più piccolo della media del ghiaccio marino dei decenni passati. In effetti, secondo una recente analisi del National Snow and Ice Data Center, un centro di ricerca presso l’Università del Colorado, Boulder, anch’esso affiliato con il governo federale.

See also  La magia Disney è iniziata con una donna di nome Margaret Winkler: NPR

La scomparsa del ghiaccio marino è un problema per molte ragioni. Anche se non aggiunge direttamente ulteriore acqua all’oceano, il ghiaccio marino mancante contribuisce all’innalzamento del livello globale del mare in altri modi. Il ghiaccio marino attorno all’Antartide protegge i ghiacciai sulla terra e le enormi piattaforme di ghiaccio che si estendono nell’acqua, dalle tempeste e dall’acqua oceanica sopra lo zero. Senza tale protezione, il ghiaccio può sciogliersi più rapidamente e ciò porta a un ulteriore innalzamento del livello del mare.

Ed è difficile che il ghiaccio marino si riprenda dopo un anno brutto come questo. L’acqua che non congela – l’acqua oceanica esposta – assorbe più calore del ghiaccio, e ciò rende più difficile la riformazione del ghiaccio l’anno successivo.

“Ci sono prove crescenti che il sistema di ghiaccio marino antartico sia entrato in un nuovo regime, caratterizzato da un’influenza molto più forte delle calde acque oceaniche che limitano la crescita del ghiaccio”, scrivono gli scienziati del National Snow and Ice Data Center nella loro analisi del record di quest’anno. bassa estensione del ghiaccio marino.

Anche i ghiacciai dell’Antartide si stanno sciogliendo rapidamente e gli esseri umani non hanno altra scelta che adattarsi

Una nuova ricerca lancia anche l’allarme su come le enormi piattaforme di ghiaccio e i ghiacciai dell’Antartide stanno rispondendo al riscaldamento globale.

La piattaforma di ghiaccio dell’Antartide occidentale è la parte dell’Antartide che si sta sciogliendo più rapidamente in risposta ai cambiamenti climatici. Contiene abbastanza acqua da innalzare il livello globale del mare di circa 10 piedi.

Gli scienziati avvertono da decenni che, una volta che il ghiaccio nell’Antartide occidentale inizierà a disintegrarsi, prenderà slancio e sarà molto difficile, se non impossibile, invertire la rotta nell’arco della vita umana. Un nuovo studio rileva che il processo di fusione galoppante è già in corso.

See also  Hamas libera due ostaggi americani prelevati da Israele

Secondo lo studio pubblicato sulla rivista, il tasso di scioglimento dei ghiacci e di riscaldamento degli oceani in una parte cruciale dell’Antartide occidentale è tre volte superiore a quello del 20° secolo. Cambiamenti climatici naturali questa settimana.

L’acqua oceanica esposta assorbe più calore del ghiaccio, il che rende quindi più difficile la riformazione del ghiaccio.

Mario Tama/Getty Images


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Mario Tama/Getty Images

E quando gli autori hanno utilizzato un computer per simulare cosa accadrebbe se gli esseri umani riducessero immediatamente le emissioni di gas serra, hanno scoperto che ciò non avrebbe praticamente alcun effetto sul tasso di scioglimento dell’Antartide occidentale per il resto del secolo.

“Sembra che potremmo aver perso il controllo dello scioglimento della piattaforma di ghiaccio dell’Antartide occidentale nel corso del 21° secolo”, afferma Kaitlin Naughten del British Antarctic Survey e uno degli autori dello studio. “Le nostre azioni oggi probabilmente faranno la differenza più avanti, nel 22° secolo e oltre, ma si tratta di una scala temporale che probabilmente nessuno di noi qui sarà in grado di vedere.”

Studi precedenti sono giunti a conclusioni simili, sebbene questo sia il primo studio importante a simulare i cambiamenti sia del ghiaccio che dell’oceano nell’Antartide occidentale. Gli autori sottolineano che, anche se potrebbe essere troppo tardi perché la riduzione delle emissioni possa salvare vaste aree di ghiaccio nell’Antartide occidentale, non prevedono che l’intera piattaforma di ghiaccio dell’Antartide occidentale crollerà nel prossimo secolo. E non è troppo tardi per proteggere la calotta glaciale dell’Antartide orientale, ancora più massiccia.

“Questo è un barlume di speranza”, dice Naughten. “L’Antartide occidentale è molto più piccola dell’Antartide orientale. E riteniamo che l’Antartide orientale sia piuttosto stabile [and] è probabile che rimanga tale.”

See also  Si prevede che nel 2023 il mercato immobiliare registrerà il minor numero di vendite dal 2008 con l’aumento dei tassi ipotecari

Tuttavia, uno studio separato è stato pubblicato questa settimana sulla rivista Progressi della scienza suggerisce che i massicci ghiacciai nell’Antartide orientale potrebbero anche sciogliersi più rapidamente di quanto si pensasse in precedenza, poiché l’acqua calda dell’oceano si mescola con l’acqua di fusione sotto il ghiaccio. Mentre gli scienziati si aspettano che l’Antartide orientale rimanga relativamente stabile per 100 anni o più, la nuova scoperta potrebbe anche avere implicazioni sulla rapidità con cui i ghiacciai si disintegrano nell’Antartide occidentale.

Nel loro insieme, la nuova ricerca dipinge il quadro di un continente che è pronto a provocare un innalzamento del livello del mare di diversi metri nei prossimi decenni, e potrebbe causare un catastrofico innalzamento del livello del mare a lungo termine se gli esseri umani non si allontanano più rapidamente dai combustibili fossili.

“In questo contesto, il coraggio assomiglia all’adattamento”, afferma Naughten, sottolineando che la riduzione delle emissioni da sola non è sufficiente. “Se riusciamo a pianificare in anticipo per ridurre la sofferenza umana e salvare vite umane, è meglio che chiudere gli occhi finché l’oceano non è alle nostre porte”.

Alcune città americane stanno già iniziando a prepararsi per un innalzamento del livello del mare di diversi metri in questo secolo, in parte perché le previsioni ufficiali sull’innalzamento del livello del mare da parte della National Oceanic and Atmospheric Administration già tengono conto di un certo scioglimento dell’Antartide. La scomparsa del ghiaccio nell’Antartide occidentale determina in modo sproporzionato l’innalzamento del livello del mare sulle coste orientali e del Golfo degli Stati Uniti, a causa delle correnti oceaniche e di altre dinamiche oceaniche e del ghiaccio.

Leave a Comment