Il governatore della California respinge il disegno di legge per fornire assegni di disoccupazione ai lavoratori in sciopero: NPR

I lavoratori alberghieri in sciopero di Unite Here Local 11 si uniscono al picchettaggio degli attori di SAG-AFTRA e degli scrittori della WGA, fuori dagli studi Netflix, il 21 luglio 2023, a Los Angeles. Sabato 30 settembre, il governatore democratico della California Gavin Newsom ha posto il veto a un disegno di legge che avrebbe reso alcuni lavoratori in sciopero idonei ai sussidi di disoccupazione.

Chris Pizzello/Invision/AP


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Chris Pizzello/Invision/AP


I lavoratori alberghieri in sciopero di Unite Here Local 11 si uniscono al picchettaggio degli attori di SAG-AFTRA e degli scrittori della WGA, fuori dagli studi Netflix, il 21 luglio 2023, a Los Angeles. Sabato 30 settembre, il governatore democratico della California Gavin Newsom ha posto il veto a un disegno di legge che avrebbe reso alcuni lavoratori in sciopero idonei ai sussidi di disoccupazione.

Chris Pizzello/Invision/AP

SACRAMENTO, California – La California non darà assegni di disoccupazione ai lavoratori in sciopero, con il governatore democratico Gavin Newsom che sabato ha posto il veto a un disegno di legge che era stato ispirato dalle interruzioni del lavoro di alto profilo a Hollywood e nel settore alberghiero.

Newsom, un democratico, afferma di sostenere i lavoratori e spesso beneficia dei contributi elettorali dei sindacati. Ma ha detto di aver posto il veto a questo disegno di legge perché il fondo che lo Stato utilizza per pagare i sussidi di disoccupazione avrà un debito di quasi 20 miliardi di dollari entro la fine dell’anno.

“Ora non è il momento di aumentare i costi o di sostenere questo debito considerevole”, ha scritto Newsom in un messaggio di veto.

See also  Ford, GM e Mercedes chiariscono la debolezza della domanda di veicoli elettrici

Il fondo utilizzato dallo Stato per pagare le indennità di disoccupazione ha già più di 18 miliardi di dollari di debiti. Questo perché il fondo ha finito i soldi e ha dovuto prendere in prestito dal governo federale durante la pandemia, quando Newsom ha ordinato la chiusura della maggior parte delle aziende e ha causato un massiccio aumento della disoccupazione. Il fondo è stato anche afflitto da enormi quantità di frodi che sono costate allo Stato miliardi di dollari.

Il disegno di legge avrebbe permesso ai lavoratori che erano in sciopero da almeno due settimane di ricevere dallo Stato un assegno di disoccupazione, che può arrivare fino a 450 dollari a settimana. Normalmente hanno diritto a tali benefici solo i lavoratori che hanno perso il lavoro senza alcuna colpa.

I sindacati avevano sostenuto che il numero di lavoratori in sciopero per più di due settimane è così piccolo che non avrebbe avuto un impatto significativo sul fondo fiduciario statale per la disoccupazione. Dei 56 scioperi avvenuti in California negli ultimi dieci anni, solo due sono durati più di due settimane, secondo il senatore democratico Anthony Portantino, l’autore del disegno di legge.

“Questo veto fa pendere ulteriormente la bilancia a favore delle multinazionali e degli amministratori delegati e punisce i lavoratori che esercitano il loro diritto fondamentale di sciopero”, ha affermato Lorena Gonzalez Fletcher, segretaria e tesoriera esecutiva della California Labour Federation. “In un momento in cui il sostegno pubblico ai sindacati e agli scioperi è ai massimi storici, questo veto non è in linea con i valori americani”.

See also  Le azioni di Air France-KLM e IAG, proprietaria di British Airways, crollano nonostante i ricavi record

La legislazione è stata un tentativo da parte dei legislatori statali democratici di sostenere i lavoratori degli alberghi della California meridionale e gli attori e scrittori di Hollywood che sono stati in sciopero per gran parte di quest’anno. Lo sciopero degli scrittori è terminato il 26 settembre, ma gli altri due sono ancora in corso, il che significa che molti lavoratori sono rimasti mesi senza paga.

Al di là del debito, l’amministrazione Newsom ha affermato che il fondo non sta raccogliendo denaro sufficiente per pagare tutti i benefici dovuti. Il denaro proviene da una tassa che le imprese devono pagare a ciascun lavoratore. Ma quella tassa si applica solo ai primi 7.000 dollari di salario dei lavoratori, una cifra che non è cambiata dal 1984 ed è l’importo più basso consentito dalla legge federale.

Nel frattempo, i sussidi di disoccupazione sono aumentati. L’amministrazione Newsom ha previsto che quest’anno i pagamenti dei sussidi supereranno le riscossioni fiscali di 1,1 miliardi di dollari. È la prima volta che ciò accade in un periodo di crescita dell’occupazione, secondo l’ufficio apartitico dell’analista legislativo.

I legislatori potrebbero comunque tentare di approvare la legge, ma sono passati decenni dall’ultima volta che il veto del governatore è stato annullato in California.

Leave a Comment