Il magnate dei media Rupert Murdoch si dimette dalla presidenza dell’impero mediatico globale

Il 92enne magnate australiano Rupert Murdoch assumerà il ruolo di presidente emerito di Fox Corp e News Corp, cedendo la carica di presidente a suo figlio Lachlan.

Rupert Murdoch si dimette dalla presidenza di Fox Corp e News Corp, i pilastri centrali del suo impero mediatico globale di destra.

ANNUNCIO

Fox afferma che il 92enne magnate australiano degli affari assumerà il ruolo di presidente emerito di entrambe le società e cederà il suo incarico a suo figlio Lachlan.

In una lettera allo staff riportata per la prima volta dal Wall Street Journal, Murdoch ha affermato che sarebbe rimasto impegnato quotidianamente con le comunità Fox e News Corps.

“Per tutta la mia vita professionale mi sono dedicato quotidianamente a novità e idee, e questo non cambierà. Ma è giunto il momento per me di assumere ruoli diversi.”

“Siamo grati che ricoprirà il ruolo di presidente emerito e sappiamo che continuerà a fornire preziosi consigli ad entrambe le società”, ha affermato Lachlan Murdoch.

L’annuncio non chiarisce il motivo per cui va in pensione adesso, ma arriva dopo una serie di battute d’arresto per le aziende negli ultimi anni.

La creazione di Fox News da parte di Murdoch lo ha reso una forza nella politica statunitense. Oltre a Fox News, Murdoch ha avviato la rete televisiva Fox, la prima a sfidare con successo i Big Three di ABC, CBS e NBC, con programmi come “I Simpsons”.

Ma il 2023 è stato un anno difficile per Fox, che è stata costretta a pagare 738 milioni di euro per risolvere una causa per diffamazione relativa alla copertura di false affermazioni in seguito alle elezioni presidenziali del 2020. Poco dopo, la Fox licenziò la sua personalità più popolare, Tucker Carlson.

See also  New York apre il suo mercato della marijuana a concorrenti più grandi poiché i rivenditori temono di essere esclusi

È il proprietario del Wall Street Journal e del New York Post.

Per decenni, Murdoch è stato una delle figure mediatiche più potenti in Gran Bretagna, un mercato in cui è entrato dopo aver acquistato il tabloid News of the World nel 1969.

Leave a Comment