La Metropolitan Commercial Bank ha multato di 29,5 milioni di dollari la Fed e il NYDFS

Breve immersione:

  • Il Consiglio della Federal Reserve ha multato la Metropolitan Commercial Bank per circa 14,5 milioni di dollari per aver violato le regole di identificazione dei clienti e pratiche inadeguate di gestione del rischio legate all’emissione di conti di carte prepagate da parte della banca, ha annunciato giovedì la banca centrale.
  • Separatamente, l’istituto di credito con sede a New York ha accettato di pagare 15 milioni di dollari di sanzioni in base a un ordine di consenso con il Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York, ha annunciato giovedì Adrienne Harris, sovrintendente statale dei servizi finanziari.
  • “Durante la pandemia, i truffatori hanno utilizzato tattiche sofisticate per trarre vantaggio dai vulnerabili newyorkesi in un momento in cui le istituzioni avrebbero dovuto essere più vigili”, ha affermato Harris in una nota. “MCB non è riuscita a prevenire una massiccia frode in corso nel programma di carte prepagate MovoCash , consentendo ad attori malvagi di abusare del sistema finanziario”.

Informazioni sull’immersione:

La Fed ha coordinato le sue indagini con il NYDFS, il supervisore statale del Metropolitan. Le due sanzioni ammontano a circa 30 milioni di dollari.

L’ordine di consenso risolve l’indagine del NYDFS, che ha rilevato che MCB non è riuscita a mantenere un efficace programma antiriciclaggio e si è impegnata in pratiche bancarie non sicure e malsane nella sua supervisione di MovoCash, eProgramma di carte Visa prepagate digitali.

In qualità di banca sponsor delle carte MovoCash, Metropolitan era responsabile di garantire che il programma fosse conforme alle leggi applicabili, compreso il mantenimento di un efficace programma di identificazione del cliente, ha affermato NYDFS.

See also  L’abolizione del tetto massimo dei bonus nel Regno Unito non farà molto per la competitività

Già nel gennaio 2020, i truffatori erano in grado di aprire conti MovoCash utilizzando informazioni personali ottenute illegalmente, indirizzando buste paga per depositi diretti e benefici governativi a questi conti fraudolenti, ha affermato NYDFS.

Secondo il NYDFS, l’approvazione del CARES Act nel marzo 2020, che espande l’assicurazione contro la disoccupazione, ha portato a un’ondata di aperture illegittime di conti MovoCash. Nonostante abbia osservato questo picco, Metropolitan non è riuscita a porre rimedio al problema e ha consentito continue aperture di conti, consentendo una crescita esponenziale delle frodi nei mesi successivi, ha affermato l’autorità di regolamentazione. Questa inazione ha facilitato il reindirizzamento errato di oltre 300 milioni di dollari in fondi di disoccupazione pandemici verso i conti MovoCash dei truffatori, ha scoperto il NYDFS.

Secondo la Fed, inserendo i clienti prepagati tramite una terza parte senza verificare adeguatamente le identità, Metropolitan ha violato le regole del Bank Secrecy Act sull’identificazione dei clienti.

La Fed richiede a Metropolitan di migliorare le procedure di conoscenza del cliente, le politiche di due diligence e la supervisione dei rapporti con terze parti per prevenire l’abuso dei suoi prodotti e servizi per potenziali frodi o attività illecite.

Un’accurata verifica dei clienti e una gestione del rischio di terze parti avrebbero potuto interrompere il sistema, ha affermato la Fed.

Il metropolita ha detto in una dichiarazione giovedì che tGli ordini di consenso derivano da sfide uniche emerse brevemente al culmine della pandemia di COVID-19. Ha riconosciuto la frode di terzi esplosa nell’ambito dei programmi di soccorso pandemico, creando difficoltà di supervisione per le banche.

“Apprezziamo che la Federal Reserve e il Dipartimento dei servizi finanziari di New York abbiano riconosciuto le azioni e i miglioramenti che abbiamo intrapreso volontariamente, inclusa la cessazione del rapporto con il gestore del programma di terze parti in questione nell’agosto 2020 e l’integrazione dei nostri meccanismi di supervisione”, ha affermato la società. disse. “Apprezziamo inoltre il duro lavoro svolto dai nostri dipendenti per arginare l’ondata di frodi che si è verificata rapidamente in questi programmi governativi, come risultato di quale MCB è stato in grado di congelare circa 100 milioni di dollari in pagamenti fraudolenti per restituirli alle autorità governative.”

See also  Gli Hinduja puntano a una valutazione di 35-40 miliardi di dollari per la loro attività BFSI

Metropolitan è una banca da 6 miliardi di dollari che gestisce sei filiali a New York.

Entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore dell’ordine di consenso, Metropolitan deve presentare al DFS per la revisione un elenco di tutti i componenti del suo attuale programma per la supervisione dei gestori di programmi di terze parti e un rapporto provvisorio che dettaglia eventuali modifiche pianificate, in corso o implementate al il programma di conformità antiriciclaggio della banca relativo alla supervisione dei programmi di carte di debito prepagate di terzi.

Metropolitan deve inoltre presentare un piano alla Fed e al NYDFS sui miglioramenti apportati al CIP in relazione alla supervisione dei gestori dei programmi di carte di debito prepagate di terze parti e alle responsabilità del gestore del programma di due diligence della clientela.

Metropolitan ha iniziato a rivalutare i suoi legami con terze parti all’inizio dell’anno. L’istituto di credito, che fungeva da partner per l’exchange in bancarotta Voyager, si è ritirato dalle criptovalute all’inizio di gennaio, dopo un anno volatile nel mercato dei token e il crollo di diversi importanti scambi.

“I clienti, gli asset e i depositi legati alle criptovalute non hanno mai rappresentato una parte sostanziale dell’attività della Società”, ha affermato all’epoca il CEO Mark DeFazio, “e non hanno mai esposto la Società a rischi finanziari sostanziali.”

Leave a Comment