La testimonianza di Sam Bankman-Fried è ritardata al processo per frode

L’attesa per la testimonianza di Sam Bankman-Fried davanti ad una giuria sarà un po’ più lunga.

Il giudice Lewis A. Kaplan, che sta supervisionando il processo penale federale del magnate delle criptovalute caduto in disgrazia, ha mandato a casa i giurati giovedì pomeriggio, poco prima che il signor Bankman-Fried prendesse posizione. Il giudice Kaplan ha invece optato per un’udienza per discutere la testimonianza pendente di Bankman-Fried, fondatore dell’exchange di criptovalute FTX, per quanto riguarda la sua dipendenza dagli avvocati della società nelle decisioni.

La giuria tornerà venerdì, quando si prevede che Bankman-Fried testimonierà.

Il ritardo è arrivato dopo che gli avvocati del fondatore di FTX hanno chiamato i loro primi due testimoni e dopo più di due settimane di testimonianze di esperti dell’accusa e associati che hanno dipinto il signor Bankman-Fried come un bugiardo che trattava FTX come un salvadanaio personale. È accusato di aver orchestrato un vasto piano per utilizzare fino a 10 miliardi di dollari di depositi dei clienti FTX per finanziare investimenti di venture capital, acquisti immobiliari e altre spese sontuose.

Il signor Bankman-Fried, 31 anni, si è dichiarato non colpevole di sette capi d’imputazione di frode, associazione a delinquere e riciclaggio di denaro. Se condannato, potrebbe ricevere una condanna all’ergastolo.

La difesa ha sostenuto che il signor Bankman-Fried non è un criminale e che ogni decisione che ha portato al rapido fallimento di FTX è stata presa in “buona fede”. Ma gli esperti legali che hanno seguito il caso ritengono che la battaglia sia in salita.

Nonostante la natura complicata dell’attività di Bankman-Fried e il suo collegamento con una società di commercio di criptovalute strettamente correlata da lui gestita, i pubblici ministeri hanno presentato il loro caso come un’indagine per frode di tipo giardino, attenendosi a concetti relativamente semplici. E molti dei testimoni che hanno chiamato hanno ricevuto solo una minima reazione da parte degli avvocati del signor Bankman-Fried.

See also  Il CEO di OpenSea annuncia il licenziamento di metà della forza lavoro

Il giudice Kaplan ha ordinato l’udienza probatoria giovedì pomeriggio per determinare la portata della testimonianza del signor Bankman-Fried quando si è trattato di fare affidamento sugli avvocati di FTX nel suo processo decisionale. Il giudice aveva precedentemente stabilito che avrebbe ridotto tale testimonianza, ma aveva lasciato la porta aperta affinché Bankman-Fried potesse rivisitare la questione durante il processo.

L’insolita udienza, condotta senza la giuria in aula, ha dato un’anteprima di come il signor Bankman-Fried sarebbe potuto apparire sul banco dei testimoni. Interrogato dal suo avvocato, il fondatore di FTX ha guardato dritto davanti a sé e ha parlato con calma mentre discuteva di diverse questioni tecniche, inclusa la politica di conservazione dei documenti dell’exchange.

Mark Cohen, uno degli avvocati del signor Bankman-Fried, ha detto che voleva dimostrare che il suo cliente “trova conforto” nel prendere le sue decisioni dopo essersi consultato con gli avvocati.

Durante il controinterrogatorio da parte dei pubblici ministeri, il signor Bankman-Fried ha punteggiato le sue risposte con “um” e “ah” e spesso si è guardato in grembo per diversi secondi prima di rispondere. A volte sua madre, Barbara Fried, seduta in tribuna, gesticolava con enfasi mentre lui veniva bombardato di domande.

A un certo punto, Danielle Sassoon, un procuratore federale, ha chiesto al signor Bankman-Fried se avesse parlato con gli avvocati della capacità della sua società di trading di criptovalute, Alameda Research, di utilizzare i depositi dei clienti di FTX. L’accusa principale dell’accusa è che il signor Bankman-Fried si è appropriato indebitamente del denaro dei clienti di FTX che era stato trasferito ad Alameda.

See also  I minatori di Bitcoin stanno sovraperformando BTC quest'anno

Il signor Bankman-Fried ha detto che “in retrospettiva”, avrebbe voluto avere più conversazioni con gli avvocati sull’uso del denaro dei clienti di FTX. “Vorrei essere stato più informato”, ha detto, aggiungendo poi che c’erano alcune questioni riguardanti l’uso del denaro dei clienti di FTX di cui non ha discusso con gli avvocati.

A volte il signor Bankman-Fried ha risposto con le sue stesse domande o ha affermato di non capire cosa gli veniva chiesto. Quando il suo avvocato si è opposto a una serie di domande dell’accusa, il giudice Kaplan ha affermato di ritenerlo appropriato.

“Parte del problema è che il testimone ha quello che chiamerò semplicemente un modo interessante di rispondere alle domande”, ha detto il giudice.

Leave a Comment